Connect with us

News

Wayward Pines su Fox dal 14 maggio

anticipazioni e commento della nuova serie con protagonista Matt Dillon
Avatar

Pubblicato

il

anticipazioni e commento della nuova serie con protagonista Matt Dillon
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Banner sotto articoli}
Se ne parla da mesi e finalmente la presentazione ufficiale è stata fatta: Wayward Pines sta per iniziare. Giovedì sera verrà mostrata praticamente a tutto il mondo, la prima puntata della nuova serie televisiva in dieci episodi targata FOX. Se siete anche voi tra i curiosi che, il 14 maggio alle 21, si sintonizzeranno sul canale 112 di Sky  sappiate che siete in buona compagnia, per la prima volta un nuovo prodotto seriale verrà trasmesso in contemporanea in 126 nazioni.
Un lancio in grande stile volto a catalizzare l’attenzione dei telespettatori e il cui obiettivo pare essere quello di evitare, o quantomeno contenere, i rischi della diffusione illegale, ormai vera avversaria dei prodotti seriali esteri.

Il protagonista della storia è Ethan Burke (Matt Dillon), agente segreto alla ricerca di due colleghi scomparsi che si risveglia dopo un brutto incidente d’auto in mezzo a un bosco a lui sconosciuto. Rimessosi in piedi e raggiunta la cittadina più vicina scopre di essere a Wayward Pines, misteriosa località dell’Idaho in cui la popolazione sembra vivere in una realtà diversa dalla sua. Dopo la fuga dal ricovero coatto nell’ospedale cittadino l’agente Burke conosce Beverly (Juliette Lewis), enigmatica barista che lo indirizzerà sulla giusta via per comprendere le stranezze del posto in cui si trova. Altri personaggi che abitano questo luogo e che avranno a che fare con lui sono lo sceriffo Arnold Pope (Terrence Howard), che tutto sembra tranne che un rappresentante delle forze dell’ordine, l’infermiera Pam (Melissa Leo) e il dottor Jenkins (Toby Jones), lo psichiatra incaricato di seguire il suo caso e che capiamo da subito nascondere qualcosa, e Kate Hewson (Carla Gugino), una dei due agenti scomparsi nonché ex partner e amante di Burke.

 Wayward Pines su fox

Ecco quindi che inizia la strada, forse longeva forse no, di un altro programma tratto da un famoso libro. Sembra sempre di più che i grandi canali americani non vogliano rischiare producendo opere originali ma preferiscano appoggiarsi a storie già conosciute, investendo quindi grosse quantità di denaro in programmi che possano sfruttare un pubblico preesistente alla messa in onda.
“I misteri di Wayward Pines”, edito in Italia da Sperling&Kupfer, è il romanzo del 2012 di Blake Crouch che fa da soggetto a questa nuova serie e che è dichiaratamente ispirato alle atmosfere del Twin Peaks di David Lynch.
Trasformare un romanzo in un prodotto televisivo e/o cinematografico non è un lavoro semplice. Rendere per immagini ciò che è stato raccontato solo a parole è un’operazione delicata e rischiosa. Wayward Pines è purtroppo un’ulteriore dimostrazione di come sia facile sbagliare.

Se la storia può essere intrigante, la realizzazione lascia però molto a desiderare. Pur riconoscendo un’attenzione tecnica ben sopra la media non si possono non notare mancanze importanti, soprattutto al livello di originalità.
Volendo cercare di sorvolare sull’apertura del primo episodio (la camera inquadra un occhio umano che si apre) troppo simile alla prima scena del primo episodio della prima stagione del famosissimo Lost, non si possono non notare le moltissime citazioni a serie televisive famose del passato, tra cui spicca sicuramente Twin Peaks per stessa ammissione sia del produttore e regista M. Night Shyamalan (Il sesto senso) che sembra voglia aver voluto rispettare con troppo zelo la scelta di Crouch. Che sia stata cavalcata l’onda di popolarità successiva alla notizia di una ipotetica nuova stagione della celeberrima creatura di Lynch o che sia un omaggio al famoso regista il risultato non cambia, in alcuni punti sembra veramente di trovarsi di nuovo nelle vicende di Laura Palmer.

 Wayward Pines
Ma siccome viviamo nella generazione del melius abundare quam deficere ecco che si percepiscono altri omaggi a film di fama internazionale come The Truman Show, nel momento in cui scopriamo che il canto dei grilli che riempie le strade proviene da piccoli altoparlanti nascosti nell’erba. Quando non vengono citati i colleghi viene dato spazio anche all’autocitazione, Shyamalan inserisce infatti qualche tratto di richiamo sia a Il sesto senso sia a The Village.

Citazioni a parte Wayward Pines è uno di quei prodotti a cui bisognerebbe dare una seconda possibilità, soffermarsi troppo sui primi episodi non è sempre una scelta vincente. Probabilmente non sarà il nuovo caso telefilmico del secolo ma sono solo dieci episodi e già sappiamo che il quinto (The Truth) rappresenterà un punto di svolta. Magari possiamo arrivare fino a lì.

Qui la serie Empire.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Roma negli anni '80 ma non vi dirò esattamente quando. Passo i miei primi e secondi anni nella città di Francesco (Totti) dove muovo i primi passi nel mondo del giornalismo e intanto mi laureo in Lettere Moderne alla Sapienza, dove poi mi specializzo in Editoria e Giornalismo. Nell'aprile 2013 parto per Londra ma torno nella Città Eterna dopo 18 mesi. Leggo tanto, vado spesso al cinema e guardo decisamente troppe serie tv.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Concerto Primo Maggio: la risposta della Rai in merito all’intervento di Fedez

Sul caso Fedez, avvenuto durante il concerto del Primo Maggio, è intervenuto anche l'Amministratore delegato Rai Fabrizio Salini. Ecco le sue dichiarazioni.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Intervento Fedez Concerto risposta Rai 3
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In seguito a ciò che accaduto per l‘intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, è arrivata la risposta da parte della Rai.

Ieri sera il rapper, prima dell’esibizione, ha cercato di puntare i riflettori sul Ddl Zan. E’ il disegno di legge contro le discriminazioni di genere. Sostiene che i ritardi della sua entrata in vigore dipendano da alcuni esponenti politici, in particolare della Lega. Ma sul palco del Primo Maggio non ha reso noti i nomi ai quali si riferiva nel discorso.

Una volta però rientrato in albergo sui suoi profili social ha pubblicato un video che in pochi minuti è diventato virale. Ha proposto la registrazione della sua telefonata con la vice direttrice di Rai 3, Ilaria Capuani.

Fedez ha tentato di denunciare il fatto che il Servizio Pubblico abbia tentato di censurare il suo monologo. Ed ha aggiunto che prima di potersi esibire con il monologo ha dovuto inoltrare alla Rai il testo per ottenere l’approvazione.

La Rai però si è subito difesa rendendo pubbliche le dichiarazioni della stessa Capuani. Sulla questione però è intervenuto anche l’Amministratore delegato Rai, Fabrizio Salini.

Intervento Fedez Concerto risposta Rai fabrizio salini

Intervento Fedez Concerto, la risposta dell’ Ad Rai Fabrizio Salini

In merito all’intervento di Fedez ecco le dichiarazioni dell’Amministratore Delegato della Rai su quanto accaduto ieri sera:

“In merito all’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo. Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti.

In questi tre anni ho sempre cercato in tutti i modi di garantire che in Rai fosse assicurata pluralità di voci e di opinioni perché ritengo sia il principale obiettivo della mission di Servizio pubblico. Lo testimonia la nostra programmazione tutti i giorni su tutti i canali televisivi, in radio e su RaiPlay.

Di certo in Rai non esiste e non deve esistere nessun “sistema” e se qualcuno, parlando in modo appropriato per conto e a nome della Rai, ha usato questa parola mi scuso. Su questo assicuro che sarà fatta luce con gli organizzatori del Concerto, che la Rai acquista e manda in onda fin dalla sua prima edizione, per capire come sia stato possibile soltanto ipotizzare un’aberrazione del genere e se esistano delle responsabilità aziendali.

Ringrazio profondamente tutti gli artisti che ieri si sono esibiti con performance straordinarie studiate appositamente per la Festa del lavoro, che danno lustro al Servizio Pubblico e ci hanno mostrato in modo evidente quanto l’arte sia fondamentale per la rinascita del Paese.”


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Milva è morta, scompare una delle più grandi artiste italiane

E' scomparsa una delle più grandi artiste italiane, da tempo malata. Il ricordo della Pantera di Goro nel mondo della musica e della tv.
Redazione

Pubblicato

il

Milva morta
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ morta a Milano Milva. Lo conferma la figlia, Martina Corgnati, spiegando che la madre era malata da tempo. La grande cantante e attrice, Ilvia Maria Biolcati, aveva 81 anni e viveva a Milano con la segretaria Edith e la figlia Martina, critica d’arte.

E’ morta Milva

Soprannominata “La Rossa” per il colore della sua chioma, Milva ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo realizzando più di sessanta album. Nata a Goro, in Emilia Romagna, il 17 luglio 1939, nel corso della sua carriera ha partecipato 15 volte al Festival di Sanremo, un record di presenze che detiene insieme a Peppino Di Capri, Toto Cutugno e Al Bano.

Nel 2010 aveva pubblicato il terzo album scritto e prodotto per lei da Franco Battiato, intitolato ‘Non conosco nessun Patrizio’ e balzato immediatamente nella top 20 dei dischi più venduti in Italia.

Subito dopo aveva annunciato il suo addio alle scene, dopo mezzo secolo di palcoscenico. Nel 2018 era stata premiata al Festival di Sanremo: premio alla carriera ritirato dalla figlia.

Per molti è stata la «Pantera di Goro». Si è spenta ieri nella sua casa milanese dove viveva con Edith, la sua fidata segretaria, e la figlia Martina Corgnati, critica d’arte avuta con il produttore discografico Maurizio Corgnati.

La famiglia in questo momento sta organizzando l’ultimo saluto.

La carriera

Nella sua lunga carriera Milva è passata dalla canzone popolare al teatro di Giorgio Strelher. Ma anche per la musica di Franco Battiato, di Ennio Morricone, di Astor Piazzolla. Ha interpretato anche le canzoni dei grandi compositori greci, francesi, tedeschi ed è approdata sui palcoscenici di tutto il mondo.

La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dalle Repubbliche Italiana, Francese e Tedesca, che le hanno conferito alte onorificenze.

Il 26 marzo scorso Milva, aveva anche ricevuto il vaccino contro il Coronavirus. “Io mi vaccino perché tengo alla mia vita a e alla vita altrui”, aveva scritto sulla sua pagina Facebook, “Fatelo anche voi. Abbiamo bisogno di tornare alla vita di prima, e di abbracciare i nostri cari. Tutti quanti insieme possiamo farcela a sconfiggere questo virus”.

Il ricordo di Franceschini

Così il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ricorda Milva nel giorno della sua scomparsa:

Milva è stata una delle interpreti più intense della canzone italiana. La sua voce ha suscitato profonde emozioni in intere generazioni. Una grande italiana, un’artista che, partita dalla sua amata terra, ha calcato i palcoscenici internazionali, rendendo globale il suo successo e portando alto il nome del suo Paese. Addio alla pantera di Goro”. 

 

FONTE: ANSA


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Notte degli Oscar 2021 su Sky Cinema Oscar, Sky Uno e Tv8

Tutte le notizie sull'appuntamento più prestigioso che è visibile oltre che su Sky anche in chiaro su Tv8. Le novità
Joele Germani

Pubblicato

il

Notte degli Oscar 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Notte degli Oscar 2021, l’appuntamento più atteso dal mondo del cinema, va in onda nella notte tra il 25 e il 26 aprile su Sky in diretta. Si parte dalle 00:15 su Sky Cinema Oscar® (canale 303 di Sky) con tutte le premiazioni. La diretta della 93ª edizione degli Oscar® sarà trasmessa in contemporanea anche su Sky Uno e in chiaro su TV8.

Notte degli Oscar 2021 su Sky Cinema Oscar, Sky Uno e Tv8

Dagli studi Sky Francesco Castelnuovo accompagna gli spettatori per l’intera serata. Commenta i momenti salienti insieme al “Cinemaniaco” Gianni Canova e alla giornalista di Sky TG24 Denise Negri. Ospiti l’attrice Anna Foglietta, la regista e attrice Michela Andreozzi, l’attore Lillo e il giornalista esperto di moda Ildo Damiano.

Ricordiamo che Laura Pausini è candidata agli Oscar® per la miglior canzone Io sì (Seen) per la colonna sonora del film La vita davanti a sé in cui Edoardo Ponti dirige la madre Sophia Loren.

In un’intervista esclusiva a Sky Cinema, ci racconta l’emozione per la nomination e la partecipazione alla Notte degli Oscar®, il suo ricordo di Ennio Morricone e il suo rapporto con Sofia Loren.

Oscars After Dark 2021

E per la prima volta, dalle 5:00 del mattino in diretta dalla Union Station di Los Angeles Oscars After Dark 2021. Un evento che, al termine della cerimonia di premiazione, accompagna gli spettatori dietro le quinte dello spettacolo catturando l’euforia e le emozioni della serata. È qui che si possono seguire le interviste esclusive a tutti i vincitori ed è qui che -alla stazione di incisione-i premiati vedranno per la prima volta il loro nome sull’ambita statuetta.

La Notte degli Oscar® 2021 sarà riproposta integralmente lunedì 26 aprile su Sky Cinema Oscar® a partire dalle 12:15. Mentre in prima serata l’appuntamento con “Il meglio della Notte degli Oscar® 2021” sarà in onda dalle 21:15 su Sky Cinema Oscar® e su Sky Uno e in seconda serata in chiaro su TV8, disponibile anche on demand su Sky e in streaming su NOW.

Tutti gli aggiornamenti sulla programmazione e sul live sono disponibili su tg24.sky.it/spettacolo, sulle pagine Facebook, Instagram e Twitter di Sky e tg24.sky.it/oscar.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it