Squadra mobile, Ardenzi cerca di incastrare Sabatini


Si fa sempre più difficile la lotta di Ardenzi per scoprire la corruzione del collega Sabatini


 I due episodi che vanno in onda hanno come titoli rispettivamente: La ricerca della verità e L’orco. Nel primo i telespettatori assisteranno alla sospensione di Isabella (Valeria Bilello). La poliziotta è stata allontanata dal servizio per aver pestato a sangue il killer della sua allieva di corso. La giovane donna alla quale era molto legata, aveva accettato di nuovo in casa il suo ex fidanzato che si era rivelato già molto violento. Durante l’ennesimo litigio lui la colpisce alle spalle e la massacra di botte. Il pubblico, sette giorni fa, ha assistito alla scena, in un dilagare di violenza.

Quando Claudia aveva trovato il cadavere della sua giovane e ingenua allieva era stata presa da un furore tale da scagliarsi contro l’assassino e massacrarlo a sua volta per fargli provare la violenza e la sofferenza inflitta alla sua vittima. Per questo, ora, Isabella, viene sosèpesa. Nel frattempo Ardenzi con Sandro (Roberto Catania) continua a cercare prove che possano incastrare Sabatini. Ma il collega corrotto riesce sempre ad anticipare tutte le sue mosse con un tempismo che ad Ardenzi e Sandro cominciano ad apparire sospetti. E’ come se Sabatini lo avesse costretto in una vera e propria sfida dalla quale il poliziotto corrotto è convinto di uscire vincente. Ma tutto dipenderà dalla nuova pista sulla quale si stanno svolgendo le indagini dei due poliziotti. Ardenzi e Sandro, infatti, riescono a scoprire che Sabatini si reca di nascosto da Lele Bianchi, un doganiere noto nell’ambiente per avere precedenti penali per spaccio.

Nel econdo episodio dal titolo L’orco, Ardenzi viene a sapere che sarà propriio Sabatini a diventare capo della sezione, in seguito alla promozione della Zaccardo (Marta Zoffoli). E la nomina è stata voluta proprio dalla Zaccardo. La situazione sembra complicarsi. Ardenzi ha un moto di stupore al quale subentra subito una sensazione di indignazione. Comprende che le sue indagini sono adesso rese più difficili dalla posizione di Sabatini, ma non demorde. Dovrà fare molta più attenzione ed essere più cauto. A livello immediato vorrebbe interrogare Lele Bianchi: ma l’uomo viene scarcerato prima. Sarà stato anche questo opera di Sabatini?

Qui la puntata di sette giorni fa.



0 Replies to “Squadra mobile, Ardenzi cerca di incastrare Sabatini”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*