Connect with us

News

Premi Moige: ecco la tv di qualità a misura di famiglia

L'evento annuale che premia i programmi family friendly

Pubblicato

il

L'evento annuale che premia i programmi family friendly
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La manifestazione, presentata dal giornalista Rai, Milo Infante, ha premiato autori televisivi, direttori di rete e conduttori. Sono state 28 le trasmissioni e gli spot cui è stata consegnata la conchiglia per i loro messaggi adatti alla famiglia.

Nel corso della cerimonia è stato anche presentato il volume Un anno di zapping 2014-2015, guida alla stagione televisiva appena conclusa. La pubblicazione, contenente 300 recensioni tra programmi e spot, quest’anno è stata curata dalla giornalista e critico tv Marida Caterini, responsabile del sito www.maridacaterini.it che ci ospita, con la collaborazione dei redattori del sito Emanuele Corbo e Irene Natali.

{module Google ads}

La premiazione, svoltasi alla presenza di professionisti tv, conduttori e direttori dei principali canali televisivi Rai, Mediaset e digitali, ha visto anche gli interventi di Maria Rita Munizzi, Presidente nazionale Moige; Elisabetta Scala, Vicepresidente e Responsabile Osservatorio Media del Moige; Elisa Manna, responsabile Politiche Culturali Fondazione Censis, nonché membro Comitato Media e Minori e Vicepresidente CNU (Consiglio Nazionale degli Utenti, presso Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni) e Rosetta Enza Blundo, Vicepresidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza.                   

Sul fronte delle Fiction, Serie tv e Soap Opera netto successo delle trasmissioni di Raiuno, che ha ottenuto 4 premi su 5 della categoria. L’unica eccezione è stata la quarta stagione di Downton Abbey (Rete 4), una rappresentazione dettagliata di un’epoca e di una famiglia inglese alle prese con i cambiamenti radicali di inizio Novecento. Accanto a Con il sole negli occhi, che ha raccontato con sensibilità e garbo la drammatica vicenda dei migranti, sotto l’esperta regia di Pupi Avati e L’angelo di Sarajevo, che ha portato sul piccolo schermo Beppe Fiorello nelle vesti di inviato di guerra altruista e coraggioso che adotta una bambina per strapparla alla guerra, si sono collocate Che Dio ci aiuti 3, una serie tv incentrata sull’amicizia e la solidarietà e la fiction, Qualunque cosa succeda – Giorgio Ambrosoli, che ha proposto una figura paterna affettuosa e dal grande senso del dovere.

L'Angelo di Serajevo con Beppe Fiorello

Sul fronte Intrattenimento, cultura, docu-fiction e reality, la Rai si è distinta anche per la qualità dell’intrattenimento sempre rivolto all’informazione e alla cultura. Pilastro dei contenitori del daytime, Uno Mattina, lo storico programma caratterizzato da un mix di notizie, talk show, elementi spettacolari, interviste, con l’attenzione rivolta ai principali fatti del giorno, impreziosito dalla professionalità della conduzione di Franco Di Mare e Francesca Fialdini. I Dieci Comandamenti rappresenta il lato culturale dell’entertainment di Raiuno: nel suo ennesimo one man show, il comico Roberto Benigni è riuscito a raccontare con un linguaggio semplice l’accuratezza della ricerca storica e biblica e ha restituito un messaggio transgenerazionale al grande pubblico, attraverso un approccio comunicativo innovativo ed emozionale. Due altri esempi di intrattenimento Family friendly, rispettivamente orientati all’informazione e alla cultura sono Omnibus (La7), che sotto la conduzione di Andrea Pancani e Alessandra Sardoni, ha ottenuto il riconoscimento del Moige per lo stile giornalistico misurato, che ha offerto agli ospiti la possibilità di esprimere la propria opinione senza eccessi o sovrapposizioni, garantendo al tempo stesso un approfondimento sugli argomenti di attualità e Domus Aurea – Il sogno di Nerone (Sky Arte HD), esempio riuscito di documentario che, con rigore storico-scientifico e riprese articolate su differenti linee narrative, ha valorizzato la storia dell’arte integrando al suo intento varie scienze umanistiche. Un’altra emittente dalla vocazione culturale è Raitre, che ha ricevuto i Premi Tv Moige per Sconosciuti – La nostra personale ricerca della felicità, tentativo riuscito di docu-reality che ha coinvolto i telespettatori raccontando storie di gente comune e Sfide, programma di approfondimento sportivo che attraverso le testimonianze raccolte e la figura del conduttore Alex Zanardi, ha valorizzato aspetti unici come il coraggio e la determinazione. Sul versante musicale si è distinto Unici, il programma di approfondimento in onda su Raidue, capace di rompere quell’aura di divismo che circonda gli artisti e restituire un’immagine autentica dei cantanti italiani.

Roberto Benigni ne I dieci comandamenti

Hanno anche ripreso quota nell’intrattenimento televisivo le trasmissioni di viaggi, tradizioni e alimentazione. Caposaldo del genere, Melaverde (Canale 5), la trasmissione condotta da Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding, che dal 1998 accompagna gli italiani in itinerari settimanali alla ricerca delle eccellenze gastronomiche, agricole e culturali del nostro Paese. Più recente è Week End (Marcopolo), un vero e proprio invito a considerare il viaggio come strumento educativo e un’occasione di formazione che riunisce la famiglia. Emergono in linea con le ultime tendenze dell’offerta tv diversi cooking show pensati per tutta la famiglia, dove il divertimento prevale sulla competitività: se Bake Off Italia – Dolci in forno (Real Time) è un vero e proprio talent di atmosfera familiare, in cui il confronto tra i concorrenti diventa per il telespettatore un piacevole momento di relax da condividere, Mamma che torta! può essere considerato una perfetta rappresentazione del rapporto madre-figlio dove la complicità tra le parti spinge i bambini a impegnarsi per aiutare la mamma a replicare la torta preparata in precedenza dallo chef Alessandro Capotosti. Da evidenziare anche Ricette a colori (Rai Gulp), la trasmissione pensata per la “Tv per bambini e ragazzi”. Un discorso a parte merita La classe (Tv 2000) che ha il grande merito di aver affrontato il problema dell’abbandono scolastico e aver permesso ai giovani che hanno lasciato gli studi di recuperare, partecipando attivamente a lezioni incentrate sul dialogo formativo tra studenti e insegnanti.

Ricette a colori con Alessandro Circiello

Sotto lo sguardo attento del Moige sono stati analizzati quest’anno veri spot che hanno saputo coniugare le finalità commerciali a rappresentazioni positive dell’ambiente familiare. In Enel EnergiaUna vita efficiente il testimonial Alessandro Cattelan si è calato nel ruolo del nipote, marito e padre sempre pronto a dare il proprio contributo per aiutare gli altri membri della famiglia. Grana Padano ha puntato i fari sul “Buono che c’è in noi”, riferendosi alla qualità sia del formaggio, che delle diverse generazioni di consumatori che condividono lo stesso prodotto; Isomar ha ricreato un contesto d’uso del suo spray decongestionante naturale; Mazda per la sicurezza in strada: non accecare gli altri ha evidenziato il senso di responsabilità dei guidatori, che possono garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada, anche attraverso l’uso di dispositivi tecnologici; Parmareggio –La fabbrica del grattugiato, con un linguaggio adatto anche ai bambini, ha reso l’immagine di una famiglia in cui i genitori svolgono una concreta funzione educativa nei confronti del loro piccolo; Zurich Assicurazioni – La miglior protezione sempre vicino a noi ha raccontato la cura e l’amore di un padre non solo bei confronti della propria auto, ma verso la famiglia, ponendo al primo posto la serenità e sicurezza di tutti i suoi membri.

Ancor più delicato il discorso che si affronta per quel che riguarda la Tv per bambini e ragazzi, quell’insieme di emittenti e contenuti dedicati alla visione da parte dei minori. Con il Premio Tv Moige è stata riconosciuta l’assoluta validità dei prodotti di Rai Gulp, come accaduto per Le straordinarie avventure di Jules Verne, dove si assemblano avventura e divertimento in una riproposizione moderna di alcune storie fantascientifiche. Ricette a colori e Versus – Generazioni di campioni, che ha promosso i valori formativi dello sport avvalendosi anche del contributo di atleti esperti, che hanno svolto il ruolo di maestri ed esempi per i giovani telespettatori. Anche Rai YoYo ha ottenuto un riconoscimento grazie a Le storie di Gipo, che ha accompagnato i bambini nel mondo della fantasia, aiutandoli a riscoprire i giochi di un tempo. X Makers si è rivelato un esperimento interessante che ha stimolato i ragazzi a fare le cose avvalendosi della loro creatività e a riconoscere la forza del gruppo per raggiungere lo scopo: trasformare oggetti della vita quotidiana in marchingegni all’avanguardia.

Durante la cerimonia di quest’anno è stato consegnato anche il Premio Tv Moige alla carriera a Ettore Bernabei, per il suo impegno concreto da giornalista, dirigente e produttore verso una produzione e programmazione tv family friendly.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Paperissima Sprint 2021 su Canale 5, torna l’edizione estiva con Brumotti e le ex-veline Shaila e Mikaela

Paperissima Sprint, l'edizione estiva 2021, torna su Canale 5 a partire da lunedì 14 giugno, condotto da Vittorio Brumotti.

Pubblicato

il

Paperissima Sprint 2021 Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Paperissima Sprint torna su Canale 5 a partire da lunedì 14 giugno 2021, alle 20.35 circa. L’edizione estiva del varietà di Antonio Ricci è condotta per il terzo anno consecutivo dal medesimo team composto da Vittorio Brumotti, dalle ex-veline Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva, e dal Gabibbo.

Paperissima Sprint 2021 Canale 5, il format

Il format, negli anni, è rimasto il medesimo. Quindi, il varietà propone nel corso di ogni edizione nuovi sketch divertenti, e inediti filmati di “papere”; ovvero, gaffe ed errori di persone comuni, ma anche di attori, e personaggi televisivi. I filmati non sono esclusivamente italiani; bensì,  provengono da tutto il mondo. Inoltre, come di consueto, nella trasmissione trovano spazio anche i filmati inviati dagli spettatori da casa. Infatti, chiunque può inviare le proprie registrazioni al sito ufficiale www.paperissima.mediaset.it

Vi ricordiamo che Paperissima Sprint è un programma di Antonio Ricci, scritto con Lorenzo Beccati e con Alessandro Meazza, Fabio Nocchi e Carlo Sacchetti. Inoltre, la regia è affidata a Mauro Marinello.

A Paperissima Sprint, infine, si sono susseguiti come conduttori stagione dopo stagione numerosi volti noti della televisione italiana. Fra cui il celebre Mike Bongiorno, Michelle Hunziker, Serena Grandi, Miriana Trevisan; Naike Rivelli, Antonella Mosetti, Eva Henger, Edelfa Chiara Masciotta; e ancora Juliana Moreira, Giorgia Palmas, Vittorio Brumotti; e poi Valeria Graci, Alessia Reato, Maddalena Corvaglia. Infine Roberta Lanfranchi, Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva.

La storia del varietà Mediaset: i conduttori nel 2021

Lo sportivo Vittorio Brumotti è giunto alla nona conduzione televisiva di Paperissima Sprint. Inoltre, è entrato per ben dieci volte nel Guinness dei Primati grazie a notevoli imprese sportive, sempre a dorso della sua bici. Il primo premio ricevuto da Brumotti gli è valso una posizione nel Guinness World Record, per aver risalito l’impervio percorso Burj Khalifa, a Dubai, in bicicletta. Impiegò esattamente 2 ore e 20 minuti.

Invece, le ex-veline Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva detengono attualmente il record assoluto di partecipazione alle puntate di Striscia la notizia. Infatti, hanno partecipato a ben 886 puntate, da settembre del 2017, in quattro edizioni del programma. Inoltre, sono le prime veline ad aver ricevuto degli avatar 3D personalizzati. Le due storiche veline hanno anche lavorato come inviate di Striscia. In particolare, hanno consegnato tre Tapiri d’oro social. Il primo a Wanda Nara, il secondo a Barbara D’Urso e il terzo a Pierdavide Carone con i Dear Jack.

Infine, il Gabibbo non ha probabilmente bisogno di presentazioni. La mascotte di Striscia è infatti una presenza fissa su Paperissima Sprint dalla sua prima edizione nel 1990. Il suo esordio, in particolare, risale al 1º ottobre 1990, a Striscia la notizia. Aveva il ruolo di inviato sul campo, ed era incaricato di raccogliere informazioni su accadimenti ingiusti con protagonisti cittadini; ma anche politici e personaggi televisivi. All’epoca, Paperissima Sprint era in onda su Italia 1, sotto forma di edizione speciale di Paperissima.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Stasera in tv 14 giugno 2021 – Tutti i programmi in onda

Stasera in tv 14 giugno 2021. Report va in onda su Rai 3 con nuove inchieste. Rai 1 trasmette la partita di EURO 2020 Spagna - Svezia.

Pubblicato

il

Stasera in tv 14 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 14 giugno 2021. Su Rai 1 è in onda il match di EURO2020: Spagna – Svezia. Rai 3 propone invece le nuove indagini di Report. Di seguito tutta la programmazione prevista sui canali in chiaro, e alcune proposte dalle reti satellitari Sky Cinema.

Stasera in tv 14 giugno 2021

Stasera in tv 14 giugno 2021 – Programmazione Rai

Rai 1 trasmette alle 20.30 la partita di Euro 2020 Spagna – Svezia. La diretta è a cura di Rai Sport Siviglia. La partita fa parte della Fase A, Girone E. Dario Di Gennaro e Andrea Agostinelli curano la telecronaca del match.

Rai 2, invece, propone a partire dalle 21:20 prima una puntata di Hawaii Five 0, l’episodio 9 della stagione 10 intitolato Ringraziamento con delitto. Poi, alle 22:05, è in onda una nuova puntata in prima visione Rai di N.C.I.S. New Orleans; si tratta dell’episodio 10 della stagione 6, intitolato Occhio per occhio.

 Su Rai 3 è in onda Report, con nuovi servizi e indagini dalle 21.20. Focus sui fondali del Mar Jonio, nei pressi di Reggio Calabria, dove alcuni sommozzatori avrebbero individuato un piroscafo, probabilmente affondato dalla ‘ndrangheta per nascondere i segreti della strage di Capaci. E poi: un nuovo servizio su Amazon e la gestione dei lavoratori. Infine, un approfondimento sulla reale sicurezza delle app di messaggistica istantanea.

Stasera in tv 14 giugno 2021 – Programmazione Mediaset

Rete 4 manda in onda una nuova puntata di Quarta Repubblica, alle 21.26. Nicola Porro affronta dibattiti di stringente attualità con ospiti in studio o in collegamento. Previsto un focus sui vaccini e sulle riaperture, e diversi approfondimenti sui casi di cronaca più rilevanti del momento.

Su Canale 5, sono proposte dalle 21.21 le puntate 12, 13 e 14 della prima stagione in prima visione tv di Mr. Wong – Lezioni d’amore. La giovane e bellissima Ezgi ritiene di essere molto sfortunata in amore. Tanto che, ultimamente, ha perso le speranze di poter incontrare l’uomo dei suoi desideri. Poi, però, conosce Özgür, il suo avvenente vicino di casa. Lui è però un vero donnaiolo, incapace di avere una storia d’amore duratura.

Italia 1 trasmette Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie, alle 21.22. Fa parte della trilogia ispirata al cult di fantascienza Il pianeta delle scimmie. Racconta, nello specifico, gli avvenimenti che precedono la pellicola del 1968, raccontando come avvenne la caduta del genere umano in favore di scimmie iper-intelligenti e aggressive.

La programmazione di La7, TV8 e NOVE

La 7 propone la commedia Julie & Julia alle 21.15. Il film racconta la storia di due donne; Julia è un’affermata cuoca icona della televisione, mentre Julie è solo un’annoiata trentenne che vuole disperatamente cambiare vita. Così, anche se non ha alcun talento in cucina, Julie apre un blog dove si cimenta con le ricette presenti nel libro di Julia. Nel cast sono presenti molte star di Hollywood come Meryl Streep, Amy Adams e Stanley Tucci.

Invece, su TV8 prosegue la replica degli episodi della stagione 1 di Gomorra la serie. Sono oggi trasmessi gli episodi 7 ,intitolato Imma contro tutti, e 8, intitolato La scheda bianca, a partire dalle 21.30.

NOVE, dalle 21.25 manda in onda il film Il vento del perdono (titolo originale An Unfinished Life). Nel cast sono presenti, fra gli altri, Robert Redford, Jennifer Lopez e Morgan Freeman. Dopo la morte del suo primogenito, Einar Gilkynson cade in depressione. Il suo matrimonio fallisce, e il suo ranch è ormai quasi in rovina. L’unica persona con cui interagisce è il suo fedele amico Mitch. Un giorno, però, Einar conosce Jean, la moglie del suo defunto figlio. E incontra così la sua nipotina undicenne Griff; riuscirà la piccola a far breccia nel cuore di Einar?

Stasera in tv 14 giugno 2021 – I film in onda su Sky Cinema

Infine, vi proponiamo due film in onda sui canali satellitari di Sky Cinema.

Sky Cinema Canale Uno trasmette alle 21.15 il film del 2020 Wonder Woman 1984. La regista Patty Jenkins dirige Gal Gadot, Kristen Wiig e Chris Pine nel sequel con la supereroina DC Wonder Woman; che, stavolta, deve difendere la Terra da un ricco imprenditore, e da una donna che ha scelto la via del male, mal consigliata da una divinità maligna.

Infine, su Sky Cinema Canale 316 è in onda alle 21.15 il film d’esordio del comico Checco Zalone: Cado Dalle Nubi. Checco, interpretato da Zalone stesso, è un musicista esordiente dalla mentalità retrograda, che decide di allontanarsi dalla Puglia per tentare una carriera canora.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

News

Il vecchio e la bambina film, al via le riprese – trama, cast, anticipazioni

Partono le riprese del docufilm ispirato a Ernest Hemingway. L'obiettivo è di promuovere i territori del Veneto

Pubblicato

il

Maria Grazia Cucinotta Il vecchio e la bambina
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono iniziate lo scorso 8 giugno le riprese de Il vecchio e la bambina, il docufilm ambientato tra le splendide location del Veneto.

Il film vuole, infatti, ripercorrere tutti i luoghi del territorio dove Ernest Hemingway ha vissuto, dalla Grande Guerra in poi, in un viaggio in cui lo scrittore e la nipote sono i protagonisti.
Tra incontri speciali, luoghi e ricordi, Hemingway viene rievocato in tutta la sua grandezza.

Il vecchio e la bambina film Maria Grazia Cucinotta

Il vecchio e la bambina – l’iniziativa

Il vecchio e la bambina non ha solo l’obiettivo di omaggiare lo scrittore americano ripercorrendo alcuni dei suoi momenti più intimi.
Lo scopo del docufilm è anche di accrescere l’attrattiva turistica dei territori dei GAL veneti. Questi sono: Venezia orientale, Montagna e pedemontana Vicentina, Colli Euganei e bassa Padovana, Medio Polesine e Alta marca Trevigiana.
Il film nasce, infatti, grazie alla partnership tra Corrado Azzollini e HGV Italia, in occasione del progetto di cooperazione internazionale “Veneto rurale”.
I gruppi promuovono il progetto grazie al finanziamento della Misura 19 – Sviluppo Locale Leader del PSR 2014-2020 della Regione Veneto.

La Regione Veneto, la Fondazione Veneto Film Commission e la Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo, sostengono l’intero progetto per un valore di 450.000,00 euro.

Giorgio Fregonese, Presidente di VeGAL, gruppo capofila del progetto, dichiara che “la valorizzazione del patrimonio naturalistico storico-artistico ed enogastronomico dei nostri territori, è l’obiettivo principale del progetto condiviso fra i GAL e contribuisce alla strategia di promozione turistica della Regione Veneto.”
Abbiamo creduto e investito molto nella realizzazione di questo film documentario – continua – che racconterà i territori rurali dei GAL attraverso un viaggio evocativo nell’intento non solo di far conoscere luoghi e paesaggi che li contraddistinguono, ma anche di emozionare lo spettatore ed alimentare il desiderio di progettare viaggi futuri con destinazione le aree rurali venete“.

Sebastiano Rizzo Il vecchio e la bambina

Regia e produzione del docufilm ispirato a Hemingway

Alla regia de Il vecchio e la bambina c’è Sebastiano Rizzo, ex volto di fiction di successo come Distretto di Polizia, Squadra Antimafia e Don Matteo. Nel 2015 l’attore ha esordito nella regia cinematografica in Nomi e cognomi. 
Nel cast ci sono Totò Onnis, con cui il regista aveva già precedentemente collaborato in “Nomi e cognomi”, e Maria Grazia Cucinotta. L’attrice mostra il suo entusiasmo per il ruolo delicato che ricopre: “Nel film faccio la nonna. Spero di diventare nonna, intanto faccio le prove. Sono contenta di questo ruolo, in molte attrici avrebbero paura di perdere la loro freschezza, io no. Lotto contro tutti i tipi di pregiudizio femminile (e non solo).”
La produzione è di Corrado Azzollini per la Draka Production, di cui lui stesso è il produttore.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it