Amici 13: i nostri giudizi sul primo serale


Le valutazioni delle performance canore della prima puntata serale di "Amici"


Per la prima prova i blu rispondono all’esibizione corale di ballo dei bianchi schierando Giada, che canta “If I Were A Boy” di Beyoncé: noioso l’arrangiamento rallentato rispetto alla versione originale. La ragazza però dimostra buona intonazione e grinta che sarebbe emersa maggiormente se si fosse mantenuta l’impronta ritmica con cui abbiamo conosciuto questa hit. 

 

Nella seconda prova Miguel Bosé schiera se stesso e canta con Renato Zero “Magari”. Due pezzi di storia della musica regalano un momento di grande intensità e trasporto emotivo. I bianchi rispondono con il duetto tra Fiorella Mannoia e il loro direttore artistico che viene così svelato. Si tratta di Moreno e il pezzo è “Sempre sarai”, nuovo singolo del rapper uscito da “Amici” lo scorso anno. Una coppia alquanto strana davanti a cui è difficile non porsi qualche domanda. Il brano è radiofonico e sicuramente da stasera schizzerà in vetta alla classifica di iTunes, ma non rappresenta più una novità dal momento che la Mannoia negli ultimi anni ha realizzato davvero troppi duetti con i giovani usciti dai talent. Semmai consolida l’usanza di mischiare il rap con la melodia italiana, dando come risultato un ibrido che non giova, qualitativamente parlando, a nessuno dei due generi.

 

Terza prova: Deborah (bianchi) esegue “Oggi sono io” di Alex Britti. Non sempre a tempo, soprattutto nella strofa, e la sensazione è quella di un’esecuzione volta a sfoderare il “vocione” senza aver compiuto una ricerca interpretativa originale.

 

Viene richiesta da Moreno la prova comparata di canto a squadre su “Somebody To Love” dei Queen. Diverse le imprecisioni in entrambi gli schieramenti, ma i blu hanno dimostrato maggior carattere.

 

È poi la volta dei Dear Jack che si cimentano con “Margherita” di Cocciante. Troppa aderenza al modello originale dal punto di vista vocale, e le parole del testo sono risultate spesso incomprensibili. Così si chiude la prima manche, vinta dalla squadra bianca.

 

Dopo una comparata di ballo, il secondo round della competizione riprende con il duetto di Deborah con l’ospite Anastacia sulle note di “I’m Outta Love”. Esibizione divertente e piena di energia; la star dopo aver sconfitto per la seconda volta il cancro è un’esplosione di vitalità sul palco e naturalmente offusca la giovane concorrente. A quest’ultima però va riconosciuta una buona esecuzione del pezzo anche se a tratti ha cercato di imitare Anastacia. I blu ribattono con un doppio duetto: i Modà con Alessio per “Tappeto di fragole” e con Giada per “La sua bellezza” (risultato soddisfacente per entrambi i concorrenti).

 

Nick (blu) viene schierato da Bosé per la terza prova e si misura con “When A Man Loves A Woman” in una versione piano e voce partita bene ma il cui livello non si è mantenuto costante fino alla fine.

 

I Carboidrati (bianchi) si esibiscono su “Alla fiera dell’est” di Angelo Branduardi: originali, spiritosi e a loro modo spettacolari da vedere. Per la squadra avversaria scendono in campo Denny e Giada con “Give Me Everything” di Pitbull. La ragazza questa volta non dà il meglio di sè, né con l’intonazione né con l’inglese. Denny inserisce dei versi di sua creazione ma nel complesso la performance assume un carattere da festa di piazza e kitsch. La seconda manche viene vinta dai blu e l’eliminata della squadra bianca è la cantante Miriam.

 

L’appuntamento è per sabato prossimo su Canale5 per la seconda puntata del serale di “Amici”. Tra gli ospiti è attesa la superstar del pop Kylie Minogue.



0 Replies to “Amici 13: i nostri giudizi sul primo serale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*