Connect with us

Soap e serie tv

Le fiction che vedremo: Gli orologi del diavolo con Giuseppe Fiorello

La serie è una coproduzione Italia-Spagna che tiene a battesimo l'attore nella lunga serialità televisiva.

Pubblicato

il

La serie è una coproduzione Italia-Spagna che tiene a battesimo l'attore nella lunga serialità televisiva.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Beppe Fiorello è ancora una volta protagonista di una fiction di notevole importanza. E questa volta l’attore ha la possibilità di esordire nella lunga serialità televisiva targata Rai.

Il titolo del nuovo prodotto è Gli orologi del diavolo. La serie è diretta dal regista Alessandro Angelini e le riprese iniziano a breve.

È la prima lunga serie di cui è protagonista l’attore. Infatti la sua lunga permanenza sulla Rai è stata sempre incentrata su prodotti di una o al massimo di due puntate. Questa dunque è una vera e propria sfida nella lunga serialità.

La fiction è ispirata al libro omonimo dell’imprenditore Gianfranco Franciosi che, con la collaborazione del giornalista Federico Ruffo, ha raccontato la sua lunga esperienza di infiltrato nei Narcos. Sono stati quattro lunghi anni pieni di pericoli e di difficoltà. L’impresa alla fine è stata portata a termine ma si è purtroppo conclusa nel peggiore dei modi: il protagonista è stato completamente abbandonato dallo Stato.

Gianfranco Franciosi, chiamato da tutti Gianni, racconta nel suo libro come le sue giornate trascorrevano tranquille fra la casa, il cantiere navale dove lavorava come meccanico e il ristorante di famiglia.

Un giorno riceve una strana visita: due persone che apparentemente sembrano clienti del ristorante lo avvicinano e gli offrono un anticipo di 50.000 euro in contanti per un gommone molto veloce e con una particolare attrezzatura, deve cioè avere un doppio fondo ed essere equipaggiato con radar e GPS.

Dinanzi a questa richiesta Gianni (Giuseppe Fiorello) si insospettisce, va dalla Polizia, racconta tutto e accetta di aiutare gli investigatori a capire qual è il segreto che si nasconde dietro quella richiesta.

Sembrava una missione semplice destinata a risolversi in fretta. Invece Gianni, suo malgrado, si ritrova in una situazione più grande di lui. E col passar dei mesi comprende di essere diventato un agente infiltrato tra i Narcos.

Inizia così una sorta di seconda vita. Nei quattro anni successivi infatti compie numerosissimi viaggi in Sudamerica per trasportare enormi quantità di cocaina. In quattro anni vive in una situazione di emergenza con la polizia locale che non conosce naturalmente la sua identità. Per i suoi servigi diventa fratello acquisito del boss spagnolo Aurelio.

I due stipulano un patto: per ogni affare che faranno insieme, Gianni riceverà una collezione di Rolex. Ma nel frattempo si accorge di aver perso tutto: il suo lavoro come meccanico navale, la fidanzata e la famiglia. Perde anche la libertà perché viene arrestato a Marsiglia e rimane in carcere per quasi un anno. Ha dovuto necessariamente scontare la sua condanna perché se avesse rivelato la sua copertura, sarebbe stato sicuramente condannato a morte.

Finalmente Gianni aiuta la Polizia a realizzare il più grande sequestro di droga mai avvenuto in Europa. A questo punto Gianni crede di potersi riprendere la sua vita. Ma purtroppo Aurelio è sfuggito all’arresto e vuole vendicarsi. L’incubo iniziato allora continua ancora oggi: Gianni è stato costretto a rinunciare alla sua identità e sparire nel nulla.

Il giornalista Federico Ruffo aveva già raccontato la storia di Gianni in una puntata di Presadiretta. La storia è l’esempio di un uomo probo e onesto che ha messo a rischio la sua vita per aiutare lo Stato ma viene poi abbandonato al suo destino.

Roberto Sessa, socio e amministratore delegato di Picomedia, società di produzione della serie tv Gli Orologi Del Diavolo, dichiara: “Si tratta di una grande coproduzione internazionale a cui stiamo lavorando da circa 2 anni, e che produttivamente coinvolge, oltre a Picomedia, Rai Fiction, Mediaset Espana, Mediterraneo e Rai Com.
La serie diretta da Alessandro Angelini, sarà interpretata anche da Alvaro Cervantes, Claudia Pandolfi e Nicole Grimaudo.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soap e serie tv

I casi della giovane Miss Fisher- Il ritmo della morte su Rai 2: trama, cast, finale

Peregrine Fisher deve indagare sull'omicidio di due cantanti avvenuto durante uno show televisivo. Nel caso è coinvolto anche il suo ex fidanzato.

Pubblicato

il

I casi della giovane Miss Fisher il ritmo della morte Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi Rai 2 trasmette il secondo tv movie de I casi della giovane Miss Fisher, che ha per titolo Il ritmo della morte. Fa parte della prima stagione della serie australiana di genere giallo che è ambientata negli Anni Sessanta.

E’ stato trasmesso per la prima volta in Australia il 28 febbraio 2019 sul canale Seven Network. La durata è un’ora e 25 minuti.

I casi della giovane Miss Fisher il ritmo della morte attori

I casi della giovane Miss Fisher– Il ritmo della morte: regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Kevin Carlin. Protagonisti principali sono Geraldine Hakewill che interpreta Peregrine Fisher e Joel Jackson nel ruolo del Detective James Steed. Catherine McClements e Louisa Mignone, invece, interpretano rispettivamente Birdie Birnside e  Violetta Fellini.

Le riprese si sono svolte in Australia, in particolare a Melbourne, capitale dello Stato del Victoria.

Le musiche sono di Brett Aplin, Dmitri Golovko e Burkhard von Dallwitz mentre Maria Pattison ha curato i costumi.

I tv movie della serie sono ideati da Fiona Eagger e Deborah Cox. Quest’ultima si è anche occupata della sceneggiatura assieme a Jo Martino.

I casi della giovane Miss Fisher è prodotto da Every Cloud Productions. Il titolo, infine, originale è Ms Fisher’s Modern Murder Mysteries- Dead Beat.

I casi della giovane Miss Fisher il ritmo della morte dove è girato

I casi della giovane Miss Fisher – il ritmo della morte: trama del tv movie in onda su Rai 2

Nella trama de Il ritmo della morte Peregrine Fisher deve indagare sul decesso di due cantanti, Duane e Gidget, avvenuto durante uno show televisivo.

I protagonisti erano a bordo di una tavola da surf immersa in una piscina che era stata allestita in studio per girare uno sketch. Dopo essere caduti accidentalmente in acqua Duane e Gidget sono morti folgorati a causa del malfunzionamento di un cavo elettrico legato proprio alla tavola da surf.

Il principale sospettato è Eric, ex fidanzato di Peregrine, perché prima della messa in onda era stato lui a controllare l’impianto elettrico. Ma il giovane rivela a Peregrine di non aver riscontrato alcuna anomalia. Non vi era infatti alcun filo difettoso o danneggiato.

Gli inquirenti però scoprono che Eric aveva venduto la propria auto a Daune. Ma la compravendita non era andata a buon fine in quanto la vettura risultava rubata.

Nonostante tutte le accuse a suo carico, Peregrine è convinta che Eric sia innocente.

Il finale del Tv movie

Oltre ad Eric, vengono accusati anche Billy Carson, il conduttore dello show, e Edwina Maddox, titolare dell’emittente televisiva. Ma i due vengono quasi immediatamente esclusi per mancanza di prove.

Per risolvere il caso Violetta decide di collaborare alle indagini fingendo di essere un’aspirante soubrette che desidera entrare nel mondo dello spettacolo. Si iscrive così ad un provino indetto dalla stessa emittente per poter indagare dall’interno.

Nel finale Violetta e Peregrine riescono a scoprire chi è l’assassino di Duane e Gidget. Il movente è legato ad alcune questioni ereditarie.

I casi della giovane Miss Fisher il ritmo della morte finale

I casi della giovane Miss Fisher– il ritmo della morte: il cast completo

Di seguito il cast del film I casi della giovane Miss Fisher– Il ritmo della morte e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori:

  • Geraldine Hakewill: Peregrine Fisher
  • Joel Jackson: Detective James Steed
  • Catherine McClements: Birdie Birnside
  • Louisa Mignone: Violetta Fellini
  • Toby Truslove: Samuel Birnside
  • Greg Stone: Ispettore Percy Sparrow
  • Katie Robertson: Fleur Connor
  • Fletcher Humphrys: Melvin Delaine
  • Matt McFarlane: Frank Quinn
  • Emily Milledge: Iris
  • Charlie Mycroft: Eddie Johnson
  • Tom New: Daryl Daley
  • Jake O’Brien: Milo Nabone
  • Jack Rowan: Rex Carr
  • Tom Royce-Hampton: Kenneth Moore
  • Alex Cooke: Ian Carruthers
  • Heidi Arena: Marjorie Mereweather
  • Sally Bourne: Mavis Sparrow

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

New Amsterdam 3 anticipazioni e trama della quarta puntata

Tutti gli eventi che accadono nella quarta puntata della serie, in onda su Canale 5 il martedì in prime time

Pubblicato

il

New Amsterdam 3 quarta puntata
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

New Amsterdam 3 torna questa sera su Canale 5 con la quarta puntata. Gli episodi che vanno in onda sono tre ed hanno rispettivamente come titoli Scelte radicali, Calo di pressione e Quando crolla tutto. Ecco quanto accade dopo la puntata di sette giorni fa.

New Amsterdam 3 quarta puntata attori

New Amsterdam 3 quarta puntata

 La trama del primo episodio: Scelte radicali

Max deve convincere una paziente nativa americana ad accettare una flebo che potrebbe salvarle la vita, ma in cambio lei chiede di cambiare nome al New Amsterdam, simbolo dello sterminio dei suoi antenati a opera degli Olandesi.

La dottoressa Lució decide per una riorganizzazione dei reparti che prevede una forte penalizzazione per Oncologia, ma Helen non ci sta. Un paziente con problemi polmonari mette a dura prova le abilità diagnostiche di Lauren e Floyd, che grazie a lui scoprono l’esistenza del poliamore.

New Amsterdam 3 quarta puntata dove è girato

Calo di pressione, trama

New York è nella morsa del caldo e Max si rende conto che il New Amsterdam non fa abbastanza per contrastare il riscaldamento globale. Si lancia dunque in una compagna per combattere il cambiamento climatico adottando misure più sostenibili per l’ambiente ma insostenibili per il personale medico, costretto a dover lavorare senza guanti e a somministrare nei reparti pasti non graditi ai pazienti.

Questo provoca contrasti sia con Sharpe, già provata dai continui litigi con Mina, che con Bloom, nonostante la sua fin troppo rilassante settimana di ferie passata a casa con Leyla. Max però non demorde e riuscirà a far accettare a tutti le sue nuove politiche ambientali.

 Quando crolla tutto, trama

A causa di una perdita, crolla il soffitto del Pronto Soccorso, inondando medici e pazienti. Dopo la comparsa di alcuni sintomi viene appurato che si tratta di una sostanza chimica corrosiva. Mentre Max perlustra l’ospedale in cerca dell’origine dello sversamento, la Bloom fa evacuare il reparto e sottopone tutti a una doccia di decontaminazione.

Una paziente arrivata in Pronto Soccorso con delle cesoie da giardino nell’addome rischia la vita a causa dell’esposizione alla sostanza chimica e Reynolds non sa come aiutarla. Alla fine di una giornata terribile, Max riceve una notizia devastante da sua suocera.

New Amsterdam 3 quarta puntata finale

New Amsterdam 3 – il cast completo

Di seguito il cast della serie New Amsterdam 3 e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Ryan Eggold– Dr. Max Goodwin
  • Janet Montgomery– Dr. Lauren Bloom
  • Freema Agyeman– Dr. Helen Sharpe
  • Jocko Sims– Dr. Floyd Reynolds
  • Tyler Labine– Dr. Iggy Frome
  • Anupam Kher– Dr. Vijay Kapoor
  • Daniel Dae Kim– Dr. Cassian Shin
  • Megan Byrne– Gladys
  • Christine Chang– Dr. Agnes Kao
  • Mike Doyle– Martin McIntyre
  • Peter Jay Fernandez– Nelson Peña
  • Maury Ginsberg– Dr. Leland Clark
  • Keren Lugo– Dr. Diana Flores
  • Alejandro Hernandez– Casey Acosta
  • Raphael Sbarge– Capitano Dane Starks
  • Shereen Ahmed– Shenaz Shetty

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Soap e serie tv

Alfredino: una storia italiana serie tv su Sky Cinema – trama, cast, storia vera

Anticipazioni sui due appuntamenti con la miniserie televisiva ispirata alla tragedia di Vermicino.

Pubblicato

il

Aldredino una storia italiana Sky Cinema
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alfredino una storia italiana, la nuova produzione Sky Original sulla tragedia di Vermicino. La storia che quarant’anni fa commosse in diretta tv l’Italia. La produzione è di Sky e da Marco Belardi per Lotus Production (società di Leone Film Group). Alfredino: una storia italiana, in prima TV in due appuntamenti il 21 e 28 giugno su Sky Cinema e in streaming su NOW, racconta la storia del piccolo Alfredo Rampi, caduto in un pozzo artesiano nel giugno 1981.

Alfredino una storia italiana attori

Alfredino: una storia italiana – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Marco Pontecorvo  la sceneggiatura di Barbara Petronio – anche produttore creativo – e Francesco Balletta. Protagonisti principali Anna Foglietta e Francesco Acquaroli rispettivamente nei ruoli di Franca Rampi, madre di Alfredino, e del comandante dei Vigili del fuoco Elveno Pastorelli. Nel cast anche Massimo Dapporto nel ruolo del Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Le riprese si sono svolte in Italia, in particolare a Roma e zone limitrofe.

Alfredino una storia italiana dove è girato

Alfredino: una storia italiana – trama episodi

Vermicino, estate 1981: Franca e Ferdinando Rampi trascorrono qualche giorno di vacanza in campagna con i figli quando il primogenito (Alfredo, 6 anni) scompare. Poco dopo, la Polizia scopre che il bambino è caduto in un pozzo artesiano nei dintorni. Il budello è così stretto che i primi tentativi di salvataggio si rivelano infruttuosi anche per due giovani speleologi, Tullio Bernabei (Daniele La Leggia) e Maurizio Monteleone (Giacomo Ferrara), sopraggiunti sul posto.

Secondo episodio 

Il caso di Vermicino arriva nelle TV degli italiani con il TG delle 13: è l’inizio di una tempesta mediatica che travolgerà la zona dei soccorsi. Nel frattempo, il Comandante dei Vigili del fuoco di Roma, Elveno Pastorelli (Francesco Acquaroli), vuole scavare un pozzo parallelo a quello in cui si trova il bambino, mentre gli speleologi avanzano obiezioni sul terreno sottostante, troppo duro da perforare. Il tempo stringe, la strategia sbagliata comprometterebbe le possibilità di salvare Alfredo.

Terzo e quarto episodio

I Rampi, stremati, non riescono più a tranquillizzare Alfredo. In loro aiuto, accorre Nando Broglio (Vinicio Marchioni), vigile del fuoco e padre di famiglia che trova il modo giusto di parlare con il bambino. Intanto, i pompieri sembrano sul punto di raggiungere Alfredo per poi scoprire che il bambino è scivolato molto più giù del previsto. Ricomincia la processione di volontari da mandare nel pozzo, guidata dagli speleologi. Nel caos più totale, arriva il Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

I tentativi per salvare Alfredo non portano l’esito sperato. Dopo tre giorni di lotta, viene annunciata la morte del bambino in diretta TV. La tragedia cambia la vita di tutti i personaggi coinvolti. I Rampi, perseguitati dai media, si rifugiano in Abruzzo, ospiti di una colonia estiva gestita dall’azienda per cui lavora Ferdinando. Qui, conoscono due psicologi, Rita Di Iorio (Gelsomina Pascucci) e Daniele Biondo (Daniele Rienzo) che li aiuteranno a dare forma al Centro Alfredo Rampi.

Alfredino una storia italiana finale

Alfredino: una storia italiana – il cast completo

Di seguito il cast del film Alfredino: una storia italiana e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Francesco Acquaroli – Elveno Pastorelli
  • Luca Angeletti – Ferdinando Rampi
  • Donatella Bartoli – Moglie Pastorelli
  • Massimo Dapporto – Sandro Pertini
  • Riccardo De Filippis – Angelo Licheri
  • Giacomo Ferrara – Maurizio Monteleone
  • Anna Foglietta – Franca Rampi
  • Daniele La Leggia – Tullio Bernabei
  • Vinicio Marchioni – Nando Broglio
  • Beniamino Marcone – Marco Faggioli
  • Valentina Romani – Laura Bortolani
  • Marco Iannitello – Piantone

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it