Connect with us

Soap e serie tv

Sei donne-Il mistero di Leila, conferenza stampa: dichiarazioni, trama, cast

All'incontro presenzia parte del cast, tra cui Maurizio Lastrico e Maya Sansa.

Pubblicato

il

Sei-Donne-Il-mistero-di-Leila-conferenza-stampa-dichiarazioni
All'incontro presenzia parte del cast, tra cui Maurizio Lastrico e Maya Sansa.
Condividi su

Giovedì 23 febbraio, dalle ore 12:00, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di Sei donne-Il mistero di Leila. La serie, prodotta da Rai Fiction e IBC Movie, è diretta Vincenzo Marra ed è composta da tre puntate da 100 minuti ciascuna. Il debutto su Rai 1 è in programma nella prima serata di martedì 28 febbraio.

Alla conferenza stampa partecipano Maria Pia Ammirati e Leonardo Ferrara, ovvero Direttrice e Capostruttura Rai Fiction. Attesa la produttrice Anastasia Michelagnoli, oltre al regista Vincenzo Marra e ai creatori e sceneggiatori Ivan Cotroneo e Monica Rametta. Intervengono, infine, gli attori del cast. Per questo ci sono Maurizio Lastrico, Maya Sansa, Ivana Lotito e Isabella Ferrari. Con loro anche Denise Tantucci e Alessio Vassallo.

Sei-Donne-Il-mistero-di-Leila-conferenza-stampa

Sei donne-Il mistero di Leila conferenza stampa, le prime dichiarazioni

Inizia la conferenza stampa di Sei donne-Il mistero di Leila. La prima a intervenire è la Direttrice Maria Pia Ammirati: “Sono tre serate che si concentrano su una storia appartenente al genere del giallo psicologico. Attraverso le sei donne si esplorano varie situazioni e storie che presentano al pubblico una moltitudine di verità. La base è la sofferenza della protagonista. Un punto interessante della fiction è la relazione tra adulti e adolescenti”. 

La produttrice Anastasia Michelagnoli aggiunge: “Il progetto è partito dalla sceneggiatura di qualità. Abbiamo fatto un’operazione un po’ diversa, affidando il prodotto a un regista cinematografico. La nostra ambizione è quella di portare il cinema all’interno della televisione. Abbiamo pensato alla creazione di sei donne diverse tra loro, ma che in comune hanno il fatto di possedere ampie fragilità. Ringrazio la Rai per aver reso possibile questo lavoro“.

Intervengono i creatori e sceneggiatori. Monica Rametta: “Tentiamo di raccontare personaggi femminili diversi rispetto al solito. Ci siamo divertiti a narrare una storia di rinascita corale. Abbiamo fatto un esperimento con l’obiettivo di raccontare vicende molto vere. In ogni puntata entriamo ed esploriamo il vissuto delle protagoniste“. Ivan Cotroneo: “Abbiamo voluto raccontare tematiche come il gender gap nel mondo del lavoro”.

Sei donne-Il mistero di Leila conferenza stampa Maria Pia Ammirati

Il regista e il cast

Nella conferenza stampa di Sei donne-Il mistero di Leila interviene il regista Vincenzo Marra, al suo esordio in tv: “Anastasia e il resto dei produttori mi hanno fatto sentire una grande fiducia. Quando ho letto la sceneggiatura mi è venuta l’intuizione di girare vicino al mare, rendendolo parte integrante dell’evoluzione umana dei personaggi. Per questo motivo abbiamo girato a Taranto, città alla quale sono molto legato e che penso meriti una maggiore considerazione in quanto è stupenda“. Leonardo Ferrara di Rai Fiction: “La serie è particolare e innovativa, direi quasi ipnotica”. 

La conferenza stampa di Sei donne-Il mistero di Leila è arricchita dalle affermazioni del cast. Maya Sansa (Anna Conti): “Sono felice di partecipare alla serie. La sceneggiatura mi ha completamente coinvolto. Ho interpretato Anna, un Pubblico Ministero che ha avuto un’infanzia difficile. Nel presente ha un matrimonio in crisi e deve ricercare un’adolescente che è sparita nel nulla e nella quale si riconosce”. Isabella Ferrari (Viola): “Mi sono identificata in tanti personaggi e questo è fantastico. Viola è una donna con una ferita importante, che la fa sentire inadeguata”.

La conferenza stampa di Sei donne-Il mistero di Leila prosegue con Ivana Lotito (Michela): “Sono un chirurgo ortopedico e zia di Leila, cioè della ragazzina svanita nel nulla. La PM indaga su tutte le persone vicine alla vittima, Michela compresa. Ciò permette di esplorare la psiche e le fragilità di ognuno”. Denise Tantucci (Alessia): “Sono contenta di far parte di una storia che ti cattura e ti entra dentro. Il mio personaggio è molto complesso: sono una preparatrice atletica che, inizialmente, mostra compostezza e durezza. In realtà nasconde tante debolezze e molto amore”.

Parterre di ospiti

Sei donne-Il mistero di Leila conferenza stampa, il resto del cast

Durante la conferenza stampa di Sei Donne-Il mistero di Leila interviene il resto del cast. Alessio Vassallo: “Inizialmente, il rapporto lavorativo tra il mio personaggio e la protagonista è molto complicato. Successivamente, travolti dal caso, instaurano una relazione umana basata sull’ascolto reciproco“. Maurizio Lastrico (Gregorio): “Presto il volto al patrigno di Leila. In questa fiction porto il mio lato umano”.

Iniziano le domande. La prima è per Maya Sansa, alla quale sono chieste le analogie tra lei e il suo personaggio: “In comune abbiamo la determinazione, la forza e la fragilità. Io sono emotiva ed empatica, proprio come Anna. Entrambe, poi, abbiamo un percorso di vita simile, avendo sempre provato a fare tutto da sole. Oggi la situazione delle donne è positiva, ma abbiamo ancora tante cose da fare. Cotroneo e Rametta, con la loro scrittura, hanno creato personaggi femminili non di rappresentanza. Siamo tutte persone, cittadine con dei lavori e dei sentimenti”.

A Pier Giorgio Bellocchio sono domandati dettagli sul suo personaggio: “Io sono il marito della protagonista. Quest’ultima è concentrata sul lavoro e anche per questo il nostro matrimonio è in crisi”. Vincenzo Marra, invece, racconta in che modo ha vissuto il suo esordio da regista per una produzione televisiva: “Nel complesso è come se avessimo girato un film che dura 300 minuti. Sono consapevole di avere un un metodo di lavoro che può sembrare duro. Sono contento del risultato, specie se consideriamo il fatto di aver girato durante un’estate torrida e con il Covid-19”.

Maya Sansa

Sei donne-Il mistero di Leila conferenza stampa, le ultime domande

La conferenza stampa di Sei donne-Il mistero di Leila si avvicina alla conclusione. Maya Sansa torna sulle differenze di genere: “Spesso ci illudiamo le cose sono cambiate, ma in alcuni contesti siamo molto indietro. Il problema, comunque, non è solo italiano. Io vivo a Parigi ed è vero che in Francia su alcuni aspetti sono un passo avanti rispetto a noi. Tuttavia anche loro hanno delle difficoltà“. Cristina Parku parla di Aysha, il suo personaggio: “È un’adolescente che aiuta la madre e il fratello autistico, quasi come se fosse lei il genitore. È una giovane alla quale è caduto il mondo addosso“. La conferenza stampa di Sei donne-Il mistero di Leila termina qui.

Leggi anche --->  Sei Donne-Il mistero di Leila 7 marzo su Rai 1: trama, cast, spoiler finale

Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soap e serie tv

Rocco Schiavone quinta stagione, la conferenza stampa: dichiarazioni cast e spoiler trama

All'incontro presenzia il protagonista Marco Giallini e il regista Simone Spada.

Pubblicato

il

Rocco Schiavone quinta stagione conferenza stampa
Condividi su

Venerdì 31 marzo, dalle ore 12:00, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della quinta stagione di Rocco Schiavone. La serie è in onda da mercoledì 5 marzo, in prima serata su Rai 2. La nuova edizione è composta da un totale di quattro puntate, in onda per altrettante settimane. All’incontro presenzia l’autore Antonio Manzini, oltre che lo sceneggiatore Maurizio Careddu. Con loro anche il protagonista Marco Giallini e il regista Simone Spada.

Rocco Schiavone quinta stagione conferenza stampa cast

Rocco Schiavone quinta stagione conferenza stampa, le prime dichiarazioni

Inizia la conferenza stampa della quinta stagione di Rocco Schiavone. Si parte con le parole di Marco Giallini: “Ritroviamo il protagonista guarito ma un po’ più stanco del solito. Ha le stesse intenzioni di sempre“. Il regista Simone Spada aggiunge: “Rocco è per me un personaggio imperfetto che rappresenta tutti noi“. L’autore Antonio Manzini: “Quando scrivo non penso a Marco Giallini, ma sono felice che sia lui a farlo“. Lo sceneggiatore Maurizio Careddu, poi, afferma: “Rocco è un personaggio già scritto perfettamente e questo mi ha facilitato”.

Nella conferenza stampa di Rocco Schiavone è già tempo delle domande dei giornalisti. La prima è per il protagonista Marco Giallini, al quale è chiesto in che modo vivono il successo i suoi figli: “Spero che non prendano la mia strada…  Uno vorrebbe lavorare nel mondo della fotografia, mentre per l’altro non lo so. Comunque studiano entrambi al Liceo Classico: meglio di così!“. Ad Antonio Manzini è domandata l’aderenza tra il personaggio di Rocco Schiavone e i veri investigatori: “Conoscevo un grande poliziotto che lavorava a Roma ma che era un disastro nella vita privata. Alla fine è morto per overdose”.

Nella conferenza stampa della quinta stagione di Rocco Schiavone si torna da Marco Giallini, a cui è chiesto quanto si rispecchia nel personaggio a cui dà il volto: “Questa me l’hai già chiesta l’anno scorso! Comunque c’è parecchio, caratterialmente mi ci ritrovo. Tutti noi, me compreso, abbiamo dei momenti in cui cediamo alla malinconia e all’indolenza. Il successo della serie è la grande qualità: è scritta, è diretta ed è recitata bene. Quando anni fa me l’hanno proposta ho subito accettato, soprattutto per la sceneggiatura”. All’attore, inoltre, è domandato se gli piacerebbe essere per un giorno Rocco Schiavone: “Sì, potrei dire tutto, anche se probabilmente andrei in carcere”. 

Rocco Schiavone quinta stagione conferenza stampa parterre di ospiti

Gli altri quesiti

Continuano le domande alla conferenza stampa della quinta stagione di Rocco Schiavone. L’attore svela ciò che, nella vita di tutti i giorni, gli crea il maggior turbamento: “Odio la gente che capisce poco, che ti guarda ma non ti vede“. Nella trama ha ampio spazio il rapporto tra l’Italia e la Francia. Per questo, una collega domanda a Giallini cosa pensa dei francesi: “Lì, in certe cose, sono più avanzati. Ad esempio hanno più tutela per il mondo dello spettacolo: lo diciamo ogni anno e forse è arrivato il momento di iniziare a fare come loro“.

Leggi anche --->  Buongiorno mamma 17 marzo su Canale 5: trama, cast, spoiler finale

Nella conferenza stampa della quinta stagione di Rocco Schiavone si parla di politica, in quanto la serie è spesso finita sotto attacco specie da partiti di destra. L’interprete protagonista: “Alla fine è giusto così, ognuno ha il lavoro suo. Il mio personaggio si fa le canne, è normale che la destra si arrabbi. Non giustifico, ma comprendo: certo è che se accendo la tv non vedo poi tanti messaggi positivi“. La conferenza stampa termina qui. Da segnalare che nessun esponente della Rai è intervenuto, nonostante in prima fila ci fosse la Dirigente Rai Fiction Maria Pia Ammirati.


Condividi su
Continua a leggere

Soap e serie tv

Un passo dal cielo 7 L’uomo degli orsi su Rai 1: trama, cast, spoiler finale

Nel corso della puntata Manuela Nappi conosce il misterioso Nathan e il temuto Paron.

Pubblicato

il

Un passo dal cielo Luomo degli orsi cast
Condividi su

Giovedì 30 marzo, dalle 21:30 su Rai 1, è prevista la messa in onda della prima puntata di Un passo dal cielo, intitolata L’uomo degli orsi. La fiction, giunta alla settima stagione, ha come protagonisti Giusy Buscemi ed Enrico Iannello. L’episodio è visibile anche in diretta streaming e on demand dal sito di Rai Play.

Un-passo-dal-cielo-Luomo-degli-orsi-spoiler-finale

Un passo dal cielo L’uomo degli orsi, regista e dove è girato

L’uomo degli orsi di Un passo dal cielo è una produzione originale di Rai Fiction e della Lux Vide. I registi della serie sono Laszlo Barbo ed Enrico Ianniello. Il primo ha lavorato a titoli come Quel che resta e Niente di serio. Il secondo, come già detto, è anche tra gli attori protagonisti della fiction, nella quale presta il volto a Vincenzo Nappi.

Le riprese de L’uomo degli orsi di Un passo dal cielo si sono svolte tra le meraviglie delle Dolomiti e del Cadore. Fra le zone toccate dalle riprese ci sono quelle di Auronzo, la Valparola, le Cinque Torri, il Passo Giau e il Lago di Misurina. La settima stagione è composta da otto episodi.

Leggi anche --->  Mare Fuori 8 marzo su Rai 2: trama, cast, spoiler finale

Un-passo-dal-cielo-Luomo-degli-orsi

Un passo dal cielo L’uomo degli orsi, la trama

Ne L’uomo degli orsi di Un passo dal cielo, la grande protagonista è Manuela Nappi. Quest’ultima, infatti, ha scelto di tornare a San Vito con l’obiettivo di scoprire la verità su Roberta. Manuela, però, porta con sé una grande novità: è diventata un’ispettrice di Polizia.

Intanto, nella puntata, affianca il fratello Vincenzo in una indagine, durante la quale conosce Nathan e Paron. Il primo è un uomo selvaggio con un passato misterioso, che vive da solo nel bel mezzo del bosco. Il secondo, invece, è un allevatore potente ed arrogante, temuto da tutti e che potrebbe rappresentare un pericolo per l’equilibrio ecologico della zona.

Spoiler finale

In L’uomo degli orsi la giovane Adele ha subito una aggressione. Manuela e Vincenzo cercano di fare chiarezza sulla dinamica dei fatti. Così facendo scoprono che, in realtà, la vittima avrebbe tentato di incastrare Paron. Nel frattempo, Carolina è assalita dai dubbi e riflette sulla possibilità di diventare di nuovo mamma.

Un passo dal cielo Luomo degli orsi trama

Un passo dal cielo L’uomo degli orsi, il cast

Di seguito il cast di attori e dei personaggi da loro interpretati in Un passo dal cielo.

  • Giusy Buscemi: Manuela Nappi;
  • Enrico Ianniello: Vincenzo Nappi;
  • Gianmarco Pozzoli: Huber;
  • Rocio Munoz Morales: Eva Fernandez;
  • Serena Iansiti: Caterina Volpe;
  • Giorgio Marchesi: Luciano Paron;
  • Giulia Vecchio: Adele;
  • Marco Rossetti: Nathan.

Condividi su
Continua a leggere

Soap e serie tv

Basco Rosso conferenza stampa, la diretta: dichiarazioni e spoiler trama

All'incontro presenziano il Direttore Rai Approfondimento Antonio Di Bella e il regista Claudio Camarca.

Pubblicato

il

Basco Rosso conferenza stampa
Condividi su

Martedì 28 marzo, dalle 12:00, si è svolta la conferenza stampa di Basco Rosso. La docu-serie esordisce su Rai 1 nella seconda serata del 3 aprile. La stagione è composta da un totale di 4 puntate. Con esse si intende raccontare le procedure di addestramento per entrare in uno dei più importanti reparti dell’Arma dei Carabinieri: gli Squadroni Eliportati Cacciatori.

Alla conferenza stampa di Basco Rosso presenzia il Direttore Rai Approfondimento Antonio Di Bella. Con lui Leonardo Godano e Claudio Camarca. Il primo è il produttore esecutivo del progetto, mentre il secondo è il regista. Interviene il Generale Ubaldo Del Monaco del Comando Generale Arma Carabinieri. Infine, c’è anche Emanuele Barbieri, Comandante 1°Rgt. Paracadutisti Tuscania.

Basco Rosso conferenza stampa cast

Basco Rosso conferenza stampa, le prime dichiarazioni

Inizia la conferenza stampa di Basco Rosso. Dopo un breve omaggio a Gianni Minà, prende la parola Antonio Di Bella, Direttore Rai Approfondimento: “Sono molto contento perché torno a fare il mio primo mestiere, cioè il cronista di nera. Ho da sempre la passione per l’azione degli uomini con la divisa. Avendo lavorato all’estero posso testimoniare che in tutto il mondo è diffusa la gratitudine ai Carabinieri. Non vogliamo fare un’esaltazione dei Rambo italiani: è centrale l’aspetto di crescita e di umanità. Possiamo finalmente mostrare un pezzo d’Italia che a lungo è rimasto nascosto”.

Il Generale Ubaldo Del Monaco, dopo una serie di ringraziamenti, aggiunge: “La Rai ha dato dimostrazione di fedeltà: già qualche anno fa abbiamo fatto un progetto con loro sempre sui Cacciatori. Io ho già visto il docu e quello che mi ha colpito è la passione e l’umanità. I ragazzi sono sottoposti a una lunga serie di sfide fisiche e mentali: per questo riescono ad arrivare alla fine solo chi è veramente motivato ed appassionato. Quello che raccontiamo è un reparto complesso, a cui non tutti possono partecipare. La vocazione è fondamentale: se non c’è grinta e senso di appartenenza non si riesce a superare il corso”.

Il Comandante Emanuele Barbieri, durante la conferenza stampa di Basco Rosso, afferma: “Il personale arriva al corso con un bagaglio di esperienza sul campo. Tuttavia, noi cerchiamo di grattare via la ruggine: spesso arrivano pensando di avere dei limiti che, in realtà, possono essere sbloccati poco a poco, fino ad arrivare a una piena consapevolezza di loro stessi“. Il produttore Groenlandia Leonardo Godano: “Per la mia squadra è stata un’esperienza incredibile. Avevamo anche noi degli orari di lavoro molto intensi

Leggi anche --->  Lolita Lobosco Caccia al mostro su Rai 1: trama, cast, spoiler finale

Basco Rosso conferenza stampa dichiarazioni

Le parole del produttore e del regista

Nella conferenza stampa di Basco Rosso interviene il regista Claudio Camarca: “Abbiamo passato 8 settimane importanti. Abbiamo cambiato spesso gli operatori della troupe perché non reggevano i ritmi. Per me era fondamentale stare con i protagonisti 24 ore su 24. Per raccontarli era necessario adeguarci ai valori e ai ritmi dei militari. Proponiamo un focus sui cittadini italiani con la divisa: sono già carabinieri che cercano di migliorare loro stessi.”

Iniziano le domande dei giornalisti. Al Direttore Di Bella è chiesto se il genere del docufilm sarà sempre più presente in Rai:Spero di sì. Credo che in un mondo molto parlato sia importante dare spazio alla cronaca sul campo. Basco Rosso è un assaggio di ciò che arriverà nella prossima stagione“. Ad Emanuele Barbieri sono chieste le regole di ingaggio adottate durante le riprese: “In fase di registrazione abbiamo fatto in modo che non ci fossero situazioni di criticità per gli operatori. Siamo tutti stati noi stessi, la presenza delle telecamere non ha condizionato”. Poi svela: “Al corso abbiamo perso per strada un allievo su 4”. Camarca aggiunge: “Abbiamo avuto delle accortezze verso luoghi e operazioni sensibili”. Finisce qui la conferenza stampa di Basco Rosso.


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement

ARCHIVIO

Marzo 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it