Connect with us

Sport

Champions League finale Liverpool-Tottenham | su Rai 1 e i canali sportivi Sky

Champions League finale Liverpool-Tottenham | su Rai 1 e i canali sportivi Sky. Tutte le notizie per seguire la partita conclusiva della principale competizione europea per club.

Pubblicato

il

Champions League finale Liverpool-Tottenham | su Rai 1 e i canali sportivi Sky. Tutte le notizie per seguire la partita conclusiva della principale competizione europea per club.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo Chelsea e Arsenal per l’Europa League, a contendersi il titolo di campione d’Europa saranno anche in questo caso due formazioni inglesi, il Liverpool di Jurgen Klopp, che punta a conquistare per la sesta volta il trofeo, e il Tottenham di Mauricio Pochettino, alla prima storica finale in questa competizione.

Undici anni dopo quel Chelsea-Manchester United giocato a Mosca, che consegnò ai Red Devils di Sir Alex Ferguson e di Cristiano Ronaldo la terza Champions della propria storia, la finale del massimo trofeo continentale per squadre di club si gioca tra due squadre inglesi.

Si gioca al Wanda Metropolitano della capitale spagnola e il match potrà essere seguito in diretta su Rai 1 e su Sky Sport Uno, Sky Sport Football e Sky Sport 251, anche sul digitale terrestre e in 4K HDR per i clienti Sky Q.

Con calcio d’inizio alle 21, il Tottenham di Mauricio Pochettino e il Liverpool di Jurgen Klopp, giocano per vincere dopo essere state protagoniste, in semifinale, di due clamorose rimonte, ai danni di Ajax e Barcellona. Per gli Spurs si tratta della prima finale della propria storia, mentre i Reds saranno al loro nono appuntamento, il secondo consecutivo, con la coppa dalle grandi orecchie, conquistata già cinque volte

Champions League finale Liverpool-Tottenham | su Rai1

Liverpool-Tottenham sarà trasmessa in diretta su Rai1, a partire dalle 20.35, subito dopo il Tg1 e, gratuitamente, anche su Rai 4K in Ultra Alta Definizione: sarà un vero avvenimento per chi può sfruttare la piattaforma satellitare di Tivùsat su Hot Bird. Rai 4K è diffuso da satellite a 13° est grazie alla partnership con Eutelsat ed è visibile sulla piattaforma Tivùsat al tasto 210.
La telecronaca della partita sarà di Stefano Bizzotto e Antonio Di Gennaro, con gli interventi da bordocampo di Alessandro Antinelli e le interviste di Aurelio Capaldi: pre e post partita, invece, andaranno in onda dallo studio di Roma-Saxa Rubra, dove ci saranno Paola Ferrari, Alberto Rimedio e Paolo Rossi.

Champions League finale Liverpool-Tottenham | su Sky

Calcio d’inizio alle ore 21, con la telecronaca di Fabio Caressa e il commento di Beppe Bergomi; a bordocampo e per le interviste Alessandro Alciato, Giovanni Guardalà e Gianluca Di Marzio.

L’avvicinamento alla finale su Sky Sport inizierà già alle 20 con lo studio pre partita, condotto da Ilaria D’Amico, che tornerà, poi, per il post, con le immagini più significative della serata, la premiazione e le intervista ai protagonisti. Con lei, grandi ospiti a introdurre il match e a commentarlo a fine gara, sia in studio che a Madrid; a Milano, Alessandro Costacurta, Fabio Capello, Paolo Di Canio e Paolo Condò; al Wanda Metropolitano, Alessandro Del Piero, Andrea Pirlo e Esteban Cambiasso.

Champions League finale Liverpool-Tottenham | probabili formazioni

Ancora due i dubbi di formazione, uno per parte: Harry Kane non è ancora pienamente recuperato dopo la distorsione alla caviglia che lo ha tenuto fuori in entrambe le semifinali, mentre le solite noie muscolari di Roberto Firmino tengono in ansia Klopp.

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk, Robertson; Fabinho, Henderson, Wijnaldum; Salah, Firmino, Mané. All. Klopp

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Winks, Sissoko; Eriksen, Alli, Son; Kane. All. Pochettino


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sport

 Europei a casa The Jackal su RaiPlay per il commento delle partite da venerdì 11 giugno

Tutte le notizie sul programma attraverso il quale il gruppo napoletano commenta le partite della competizione.

Pubblicato

il

Europei a casa The Jackal
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Europei a casa The Jackal è prodotto in esclusiva per la piattaforma digitale Rai. Con questo programma i The Jackal” tornano su RaiPlay. Il gruppo di videomaker napoletani sarà infatti protagonista di un appuntamento singolare in vista degli Europei di calcio.

Infatti Ciro, Fabio, Aurora, Fru, Claudia e Simone  racconteranno con ironia le partite di calcio in cui sono impegnate la Nazionale italiana e le altre 23 squadre.

 Europei a casa The Jackal su RaiPlay

Si inizia venerdì 11 giugno alle 21, quando l’Italia fa il suo debutto agli Europei contro la Turchia. Si prosegue mercoledì 16 giugno alle 21 (Italia-Svizzera) e domenica 20 giugno alle 18 per Italia-Galles.

Sono sette appuntamenti durante i quali i “The Jackal” seguiranno gli Azzurri guidati da Roberto Mancini e le altre partite di cartello nel prosieguo del torneo.

Il tutto con l’ironia e la leggerezza che contraddistinguono il gruppo comico napoletano che commenta ogni match come un classico appuntamento tra amici, insieme davanti alla tv per sostenere la loro squadra del cuore. Il programma è aperto a tutti, anche ai non tifosi.

C’è chi segue il calcio, chi non ne capisce nulla ma crede di essere un esperto, chi invece vuole solo stare in compagnia. Con un occhio alla partita ed uno ai social, i “The Jackal” accolgono attorno al loro divano, di volta in volta, amici ed ospiti VIP sempre nuovi, senza risparmiarsi ovviamente in commenti e reazioni davanti alle azioni di gioco più emozionanti.

Il commento di Elena Capparelli

Queste le parole di Elena Capparelli direttore di RaiPlay

“Per noi il ritorno dei The Jackal in esclusiva su RaiPlay è una vera festa. Regalare al nostro pubblico un racconto leggero e ironico su un evento così atteso come gli Europei di calcio, è un altro modo per fare il tifo per i nostri atleti e festeggiare tutti insieme questo lento riavvicinamento alla normalità”. 

Insomma una maniera per non far rimpiangere la Gialappa’s band.

Il programma andrà in diretta dal CPTV di Napoli.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Sport

Sogno azzurro dal 7 giugno su Rai 1

Tutte le anticipazioni sul programma che racconta la vita dei giocatori della nostra Nazionale in vista degli Europei di calcio

Pubblicato

il

Sogno azzurro Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sogno Azzurro è la docu-serie in quattro puntate che racconta il cammino fatto dalla Nazionale Italiana per arrivare all’Europeo la cui data di inizio è il prossimo 11 giugno. A fare da narratore c’è l’attore Stefano Accorsi. Sogno Azzurro è il primo progetto della Direzione Sviluppo Nuovi Format in collaborazione con Direzione Creativa. Dopo Notte azzurra ecco un altro evento più continuativo nel tempo.

Sogno azzurro dal 7 giugno su Rai 1

Dal 7 aI 10 giugno, alle ore 20.30 su Rai 1, per la prima volta i telespettatori entrano nella sfera privata degli Azzurri a Coverciano. Grazie a un accordo con la Figc, (Federazione italiana gioco calcio) per 10 mesi le telecamere hanno seguito i giocatori della Nazionale e tutto lo staff. Li hanno ripresi durante gli allenamenti, negli spogliatoi, nel corso delle riunioni tecniche e in momenti di relax.

Il racconto ha come protagonisti i calciatori, il Commissario tecnico Roberto Mancini, i suoi assistenti e le principali figure che ruotano intorno alla Nazionale. Presenti anche le voci dei giornalisti Rai che da anni seguono gli Azzurri. E quelle di calciatori e allenatori entrati nella storia del calcio italiano. Tra questi Gigi Buffon, Arrigo Sacchi, Marcello Lippi e Antonio Conte.

L’obiettivo principale delle quattro puntate è documentare la rinascita di una squadra che ha dovuto riconquistare l’amore del pubblico dopo la garnde delusione della mancata qualificazione ai Mondiali del 2018.

Le puntate

La prima puntata si sofferma sulla creazione del gruppo. Si documenta come Mancini abbia dato un nuovo spirito alla Nazionale, aiutato da uno staff formato prevalentemente da ex calciatori della Sampdoria, amici e compagni di una vita.

La seconda puntata è invece incentrata sui problemi, le paure e gli ostacoli che il gruppo ha affrontato ed è stato costretto a superare. Si parla di infortuni, assenze e complicazioni legate al Covid, che hanno coinvolto anche i calciatori e lo staff della Nazionale.

Nella terza puntata viene messo in luce il delicato rapporto tra i giocatori della Nazionale, la stampa e i tifosi. Il pensiero va indietro nel tempo, in particolare alle vittorie mondiali nell’82 e nel 2006, per arrivare fino a oggi, l’epoca dei social e dell’interazione senza filtri.

La quarta e ultima puntata si concentra sul decisivo momento della vigilia, raccontando tramite la viva voce dei calciatori della Nazionale, e dei componenti dello staff tecnico, i modi per affrontare la tensione che precede le partite fondamentali, tra allenamenti, emozione e piccoli atti scaramantici.

Il racconto coniuga, dunque, vita pubblica e privata della Nazionale di Mancini uniti ad alcuni momenti storici delle Nazionali del passato. Un modo per conoscere i ragazzi che stanno dietro i campioni. In maniera che dal prossimo 11 giugno, data di inizio dei Campionati europei, ognuno potrà dire di conoscerli un po’ meglio, anche fuori dai campi da gioco.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Sport

La Partita su Rai 2 evento benefico con Fabrizio Rocca

Pubblicato

il

La Partita Rai 2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ha per titolo La Partita la nuova manifestazione di calcio, spettacolo e solidarietà proposta mercoledì 2 Giugno, in prima serata, alle ore 21.20 su Rai 2. Si festeggia, per la Nazionale di calcio Attori, il 50° Anniversario dalla sua fondazione.  Il team sfida in campo una squadra di grandi tifosi partenopei. E omaggia Diego Armando Maradona. L’obiettivo è una raccolta fondi solidale a favore di Save the Children.

Passata a Canale 5 La partita del cuore, la Rai non ha voluto perdere l’occasione di celebrare lo stesso lo sport e l’intrattenimento con un evento che si preannuncia una lunga maratona. Con le medesime caratteristiche della manifestazione traslocata a Mediaset. Solo che è Rai 2 a trasmetterla.

La Partita su Rai 2 evento benefico con Fabrizio Rocca

La conduzione è affidata a Fabrizio Rocca, affiancato da due commentatrici a bordo campo: Veronica Maya e Sofia Bruscoli. Madrine della competizione solidale sono Anna Falchi e Manuela Arcuri.

Hanno dato la propria adesione ed interverranno, attori, cantanti, calciatori di ieri e di oggi. Tutti in campo, anche solo per un tempo limitato. Ma per dare il proprio contributo e convincere il pubblico a donare per una giusta causa.

Il mondo del calcio è rappresentato da: Federico Balzaretti, Federico Barba, Gokhan Inler, Gigi Di Biagio.

Presenti anche Fabio Quagliarella, Enock Barwuah, Alessio Cerci, Gennaro Iezzo, Giandomenico Mesto, Federico Peluso, Guglielmo Stendardo.

Per il mondo dello spettacolo ci sono: Matteo Garrone, Enzo Decaro, Antonio Giuliani, Biagio Izzo, Francesco Paolantoni, Giorgio Pasotti, Gigi e Ross.

Ma anche: Raimondo Todaro, Giuseppe Zeno, Maurizio Battista, Kaspar Capparoni, Paolo Conticini, Franco Oppini, Federico Moccia. 

Spazio anche alla musica sotto differenti sfaccettature. Infatti gli ospiti della serata sono Gigi D’Alessio e Giovanni Allevi.

La telecronaca è affidata a Giacomo Capuano, la direzione artistica e le coreografie saranno sono firmate dal ballerino Stefano Oradei.

Numero solidale e progetto benefico

La Partita è legata ad un progetto solidale. Si può offrire tramite sms o chiamata da rete fissa al 45533.

In questo modo si da il via ad una raccolta fondi finalizzata a garantire a tantissimi bimbi nel mondo cibo e cure. E spesso anche la semplice sopravvivenza.

Infatti, a seguito della pandemia, circa 10 milioni di bambini, in tutto il mondo, potrebbero non fare mai più ritorno a scuola. E per una gran parte di loro ciò significa anche essere privati dell’unico pasto completo al giorno. Inoltre c’è sempre il rischio, purtroppo altissimo, di abusi e sfruttamento. Ciò vale soprattutto pere le categorie dei più fragili e indifesi.

L’evento infine ha come sottotitolo “Una notte per Diego”. Ed è organizzato anche per ricordare Maradona. Al giocatore recentemente scomparso a soli 60 anni, verrà tributato un omaggio dai presenti, prima del calcio di inizio della partita.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it