Che Dio ci perdoni Rai 4: trama, cast, finale


In una Madrid in fibrillazione per l'arrivo di Papa Benedetto XVI un serial killer agisce indisturbato uccidendo donne anziane. Due investigatori indagano.


 Rai 4 trasmette, oggi, il film Che Dio ci perdoni. La pellicola spagnola è arrivata nelle sale cinematografiche nel 2016. La durata è di due ore e sette minuti. Il film thriller racconta le vicende di un omicida seriale che, nella Madrid in fermento per l’arrivo del Papa, uccide delle donne anziane dopo averle violentate. Sul caso indagano due investigatori.

Che Dio ci perdoni – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Rodrigo Sorogoyen che si è anche occupato della sceneggiatura assieme a Isabel Peña. I protagonisti sono Antonio de la Torre che interpreta Luis Velarde e Roberto Álamo che recita il ruolo di Javier Alfaro. Invece Javier Pereira è Andrés Bosque.

Le riprese si sono svolte in Spagna. In particolare a Madrid e a Santa Cruz de Tenerife. Ma anche a Torrelavega, un comune di circa 56.000 abitanti che si trova nella regione Cantabria, a nord della penisola iberica.

Le musiche sono di Olivier Arson. Il film è prodotto dalla Tornasol Films e dalla Atresmedia Cine, in collaborazione con la Mistery Producciones AIE e la Hernández y Fernández P.C. In Italia la pellicola è distribuita dalla Movies Inspired. Infine il titolo originale del film è Que Dios nos perdone.

Premi e riconoscimenti: il film ha ottenuto 6 candidature ai premi Goya 2017.Roberto Álamo ha vinto il premio come miglior attore protagonista.

Una curiosità: Le scene di interni come le abitazioni private e la stazione di polizia, sono state girate a Tenerife a causa dei vantaggi fiscali che esistono nelle Isole Canarie.

Che Dio ci perdoni– trama del film in onda su Rai 4

La vicenda raccontata nel film Che Dio ci perdoni si svolge nel 2011 a Madrid. La città è in fibrillazione per la visita di Papa Benedetto XVI. Infatti il Pontefice sta per recarsi nella capitale spagnola in occasione della Giornata mondiale della gioventù. E milioni di fedeli sono già giunti da ogni parte della penisola per prendere parte all’evento. Perciò, per garantire la pubblica sicurezza, il Governo ha deciso di incrementare la presenza delle forze dell’ordine.

In questo clima caotico, uno spietato serial killer ne approfitta per agire indisturbato. Le vittime sono donne anziane che uccide dopo averle violentate. Dopodiché si disfa dei corpi gettandoli in diversi punti della città.

Che dio ci perdoni led

Il finale del film

Le indagini vengono affidate a due detective della Polizia locale, con l’ordine di risolvere il caso in breve tempo. Il primo è Luis Velarde, brillante ed eccentrico, ma affetto da balbuzie. L’altro è Javier Alfaro, conosciuto per essere cinico, scontroso e irascibile . Nonostante le incomprensioni iniziali, i due ispettori decidono di unire le proprie forze. Infatti il loro unico obiettivo è di arrestare il colpevole prima dell’arrivo del Papa in città. E prima che la vicenda diventi di dominio pubblico.

Ma per risolvere il caso e arrestare lo spietato serial killer, i due detective devono fare i conti con i propri demoni.

Che dio ci perdoni attori

Il cast di Che Dio ci perdoni

Ecco il cast del film Che Dio ci perdoni ed i rispettivi personaggi interpretati:

  • Antonio de la Torre: Luis Velarde,
  • Roberto Álamo: Javier Alfaro,
  • Javier Pereira: Andrés Bosque,
  • Luis Zahera: Alonso,
  • José Luis García Pérez: Sancho,
  • Mónica López: Amparo,
  • María Ballesteros: Rosario,
  • Raul Pietro: Bermejo,
  • Invece Maria de Nati: Elena,
  • Rocio Munos Cobo: Juana,
  • Alfonso Bassave: Cospedes,
  • Inoltre Andrés Gertrudix: Padre Raul,
  • Teresa Lozano: Amalia,
  • Jesus Caba: Rubio,
  • Infine Raquel Perez: Forense.


0 Replies to “Che Dio ci perdoni Rai 4: trama, cast, finale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*