Eden – un pianeta da salvare – la conferenza stampa con Licia Colò


La conferenza stampa di presentazione del programma condotto da Licia Colò su La7 a gennaio 2020.


Siamo nella suggestiva cornice dell’Hotel Principe di Savoia a Milano dove si tiene la conferenza stampa di Eden un pianeta da salvare in onda su La7.

La conduttrice ha già condotto sulla rete di Urbano Cairo una prima puntata del programma. Era il 9 ottobre scorso e l’argomento affrontato era il cambiamento climatico. Adesso, da gennaio 2020, la Colò riprende il suo posto nel palinsesto con nuove prime serate che puntano l’attenzione sempre sulla divulgazione finalizzata alla salvezza del nostro Paese.

Eden un pianeta da salvare La7 – la conferenza stampa

Ecco tutte le dichiarazioni fatte dagli intervenuti nella conferenza di presentazione delle nuove puntate.

ll direttore di rete Andrea Salerno introduce la presentazione sottolineando “come sia arrivato il momento che La7 ricominci a parlare di natura. Questo programma è un po’ un incrocio tra le cose più belle della natura e un report ambientalistico. Si visiteranno paesi lontani per vedere anche quali sono le ricadute da noi. Con Licia ci siamo sentiti a marzo e in poco tempo ci siamo accordati. Sono molto contento di questa prima stagione e mi sembra elevata la qualità”.

Dal promo emerge una frase pronunciata dalla Colò: “dobbiamo ricordare che il vero Eden lo abbiamo sotto i piedi”.

Salerno evidenzia un aspetto della conduttrice: “Licia, a mio parere, ha una passione vera, che arriva agli spettatori a casa. Ci auguriamo che molti dei consigli e dei tentativi che tratteremo in Eden trovino una qualche fortuna”.
Un pianeta da salvare La7 - conferenza stampa

Eden un pianeta da salvare – le dichiarazioni di Licia Colò

La parola passa a Licia Colò, padrona di casa di Eden – un pianeta da salvare: “sono molto felice di questa esperienza, per me è un’ennesima ripartenza e avventura, non molto diverso da ciò che faccio dal 1989. Stiamo, però, cercando di stare al passo coi tempi per cui saremo estremamente attuali. Abbiamo tanti collaboratori che abbiamo mandati da ogni parte del globo. In ogni puntata tratterò due paesi, con la collaborazione di esperti internazionali.
Licia Colò continua: “il mio sogno in questo programma è raccontare un pianeta che sia davvero un pianeta. Se vengono prese decisioni da alcuni Stati e quelli che emettono più CO2 nell’atmosfera non sono d’accordo, non si va da nessuna parte.

Ringrazio la7 perché hanno creduto sin da subito in questo progetto, hanno deciso di andare coraggiosamente in prima serata con un programma che si occupa di ambiente”.

Adesso vengono proiettati alcuni filmati dei viaggi nei Fiordi, nella foresta Amazzonica, nella Grotta Gigante di Trieste scoperta da Linner nel 1840.

Eden un pianeta da salvare La7 - Licia Colò alla conferenza stampa

La Colò spiega: “tentiamo di metterci tanti ingredienti: il racconto della bellezza, esperti di settore e riprese di alto livello tecnico. Le persone, quando mi vedono, mi dicono: nella vita ti sei sempre divertita, stando in vacanza. Sicuramente ho fatto sempre ciò che ho amato, ma non è divertente. Alla fine del programma abbiamo realizzato un diario di viaggio dove si vedono gli operatori carichi con quaranta chili ciascuno. Siamo stati anche nella grotta di ghiaccio più grande del mondo dove si erano dimenticati di noi per un momento. Rispetto alla Grotta Gigante mi piaceva l’idea di narrare come i primi scopritori sono arrivati lì. Quando siamo arrivati sul posto, i miei due operatori non volevano scendere, il dronista che è anche alpinista, si è proposto.

Anche io lì sul momento un po’ mi sono preoccupata. Con l’imbracatura mi hanno detto di staccarmi dalla balaustra, ma ho impiegato un po’ a farlo perché avevo timore.

Ci tenevamo a far vedere anche ciò che c’è dietro, anche per sorridere. Nei cinque minuti finali di trasmissione (ma non a mo’ di Paperissima) verrà trasmessa questa sorta di backstage. Se riuscissimo a portare qualche buon proposito in chi ci segue, sarebbe un gran risultato.

Attualmente si parla tanto della plastica. Quando sento che si litiga sulla tassa sulla plastica, fa una gran tristezza, perché dovrebbe servire a incentivare l’inferiore utilizzo della plastica. In una società ideale non dovrebbero essere necessari interventi di questo genere.

Abbiamo Roma invasa dall’immondizia. Siamo stati anche all’isola di Samso, dove ci sono emissioni zero, ma fanno un grande riciclo di rifiuti, sembrava di essere in Mad Max dove emergeva un mondo devastato”.

Eden un pianeta da salvare – le domande dei giornalisti

Domande a Licia Colò su Greta Thumberg

Cosa pensa del movimento di Greta Thunberg?  L’hanno definito Greta ante-litteram
Io non sono neanche un’unghia di Greta per ciò che ho fatto. Ho fatto sempre ciò in cui ho creduto, con L’arca di Noè nel 1989 dicevamo: consideriamo il mondo diviso tra quello degli uomini e quello degli animali. Oggi questo non viene più detto solo da me, ma è una considerazione a livello globale.
A me non interessa se Greta sia simpatica o antipatica, ma ha avuto il grandissimo merito di smuovere tantissimo. Non c’è bisogno che la scienza ci dica questo, basta aprire gli occhi. Non credo sia un’onda destinata a sfumare perché quello che è successo a Venezia o a Ostia di recente ci dimostra che non potrà finire tutto così a breve.
Negazionismo o no, dobbiamo provare a fare qualcosa per migliorare la realtà.
Crede che le sardine siano equiparabili?
Non lo vedo paragonabile al movimento di Greta, penso che si siano ribellate perché sono stufe. Trovo che sia importante che la gente si stia unendo e provando a far sentire la sua voce.
Un programma simile potrebbe intercettare solo chi è sensibile all’argomento?
Io non mi vedo schierata, sto facendo un lavoro da tanti anni, semplicemente raccontando delle realtà che magari non hanno la possibilità di vederle.
Chi getta la plastica ancora dal finestrino, forse non vedrà il programma di sua volontà, ma magari capiterà per caso facendo zapping.
Georgetown Adamson era un cacciatore, poi a un tratto si è trovato di fronte a una situazione drammatica (ha fatto uccidere la mamma dei cuccioli) e lì ha cambiato idea divenendo il difensore dei leoni.
Non penso di salvare il mondo, io e i collaboratori ci proviamo in tutti i modi a sviluppare la sensibilità nei confronti di certi argomenti.
Se dovesse intervistare Greta, qual è la prima cosa che le chiederebbe?
È molto integralista, io non sono vegana, uso l’aereo. Le domanderei quali sarebbero le tre cose che chiederebbe a ogni abitante del pianeta.

I consigli di Licia Colò 

Un consiglio da parte sua che possiamo veicolare?
Coi ragazzini valgono più i comportamenti, se i supereroi o gli idoli dei giovanissimi trattassero le questioni green arriverebbero di più. Ma questa ovviamente è una mia idea.
Quali sono le tre cose per lei assolutamente da fare?
Sono sempre stata contraria agli imballaggi. Premierei tutti quelli che fanno imballaggi minimi ed essenziali così da mettere in condizione le persone a fare con semplicità la raccolta differenziata.
Domanderei a tutti di mangiare pochissima carne o pesce perché abbiamo trasformato una cosa che erano considerati un lusso, in qualcosa che è scontata. Farei pagare gli animali molto di più per comprenderne il valore. Bisogna dare valore al cibo.
Parlando dell’Italia: servizi pubblici efficienti. Non si può dire alla gente di non prendere la macchina se poi non funzionano.
La conferenza stampa si conclude qui. L’appuntamento è per mercoledì 8 gennaio in prima serata su la7.


0 Replies to “Eden – un pianeta da salvare – la conferenza stampa con Licia Colò”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*