Connect with us

Informazione

Report 14 dicembre, inchieste sui licenziamenti a causa Covid

Il programma di Rai 3 con Sigfrido Ranucci indaga sul ruolo dei sindacati, in particolare della Cisl, nella difesa dei diritti dei licenziati a causa dell'emergenza Covid.

Pubblicato

il

Report 14 dicembre
Il programma di Rai 3 con Sigfrido Ranucci indaga sul ruolo dei sindacati, in particolare della Cisl, nella difesa dei diritti dei licenziati a causa dell'emergenza Covid.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 14 dicembre, va in onda una nuova puntata di Report condotto da Sigfrido Ranucci. L’appuntamento è alle 21.20 su Rai 3, con quattro nuove inchieste inedite.

La prima è intitolata “Cisl, gli insindacabili”, e approfondisce il ruolo dei sindacati, in particolare della Cisl, Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori; nel difendere i diritti dei lavoratori licenziati in seguito all’emergenza Covid. Sono oltre 160.000 i lavoratori che hanno richiesto un intervento della pubblica amministrazione; e che non hanno ancora ricevuto alcun ragguaglio sulla loro condizione. In una situazione tanto delicata, perché i vertici della Cisl si sono rifiutati di rilasciare un’intervista a Report?

Il secondo servizio si intitola “Acqua Amare”, ed è un’inchiesta shock sull’inquinamento dei nostri mari. Quali sono le misure previste dalle istituzioni per tutelare la salute delle acque marittime dai rifiuti prodotti delle imbarcazioni, e dagli scarichi di acque nere riversati in mare?

Biostopper” è il terzo servizio previsto per questa sera. Protagonista è l’ingegner Palazzetti, progettista di lungo corso del Centro ricerche Fiat. Che ha ideato un sistema che isolerebbe le persone sedute a un tavolo sfruttando un particolare ricircolo di correnti d’aria. Gli inviati di Report si confrontano con l’ing.Palazzetti per conoscere gli sviluppi del suo progetto.

Infine, l’ultimo servizio della puntata odierna: “Sicilia Si… Cura“; che oltre ad essere il titolo dell’inchiesta, è anche il nome del protocollo di sicurezza emesso l’estate scorsa dalla Regione Sicilia. Come funzionava? Dove sono finiti i dati raccolti dall’app da far scaricare obbligatoriamente ai turisti, per tracciare la diffusione del Covid nell’isola? Report ricorda che per il progetto, presentato dall’Irccs di Messina e approvato dall’assessorato alla Salute, la Regione ha stanziato ben 800 mila euro.

Potete seguire in diretta la puntata di Report del 14 dicembre anche sul sito in streaming RaiPlay.

Report 14 dicembre, il Biostopper

Il primo servizio è “Biostopper“, che racconta l’idea dell’ingegner Mario Palazzetti. Palazzetti ha realizzato un progetto per un macchinario che potrebbe essere impiegato per isolare le persone dalle emissioni di aerosol; emissioni che normalmente rilasciamo parlando, o respirando. Sfruttando vortici d’aria contrapposti, il macchinario di Palazzetti può fare da filtro sui tavoli dei ristoranti. Ma anche nelle aule, o sul treno, proteggendo da potenziali contagi da Covid.

Report ha proposto settimane fa il progetto al Politecnico di Torino, che ha messo un’equipe al lavoro nella realizzazione di diversi prototipi. L’obiettivo era rendere il Biostopper, così si chiama il macchinario, più performante. Oggi, dopo diversi prototipi, il Biostopper è perfettamente funzionante. Tanto che è stato brevettato. Mancano solo investitori interessati a produrre in massa il dispositivo.

Politecnico di Torino

Report 14 dicembre, Cisl, gli insindacabili

Nel corso dei mesi scorsi Annamaria Furlan, segretaria generale della CISL, ha più volte promesso un’intervista agli inviati di Report. Ma ad oggi, 14 dicembre 2020, tutte le richieste di Report sono state respinte. Inoltre, qualche ora fa la Cisl ha preparato diversi Tweet di attacco contro Report e la sua inchiesta. “Come nasce tanta ostilità? Probabilmente da quando si è dimesso il commissario Bentivogli, e io commentavo il suo abbandono su Twitter, dispiaciuto. Mi è arrivata la querela più veloce della storia” racconta Ranucci.

Il conduttore, poi, racconta le vicissitudini, raccontate fra gli altri da Nadia Toffa per le Iene, della dirigenza Cisl. Una dirigenza non sempre trasparente, stando a quanto emerge dalle inchieste della Toffa, e poi di Report.

Fra coloro che Report ha provato a intervistare, c’è Luigi Sbarra, segretario generale aggiunto della Cisl nazionale. Uno dei punti sui quali Report ha tentato di fare luce, è l’assunzione di Sbarra all’Anas; un impiego che sarebbe stato in conflitto di interessi con l’altro suo impiego di Segretario Generale della Regione Calabria.

Un’altra incongruenza riscontrata da Report e altre testate, fra cui le Iene, riguarda gli stipendi dei dirigenti Cisl; fra cui la stessa Annamaria Furlan. Che avrebbe ricevuto compensi superiori al limite lordo previdenziale previsto per i dirigenti dei sindacati. Per mascherare le eccedenze, pare che siano state conteggiate delle indennità di difficile inquadramento. I fatti risalgono al 2014. 

Sono trasmesse testimonianze di ex dirigenti e responsabili Cisl; curiosamente tagliati fuori dai loro ruoli dopo aver riscontrato e reso pubbliche le medesime incongruenze evidenziate dalla stampa nazionale.

Report 14 dicembre

Conflitti di interesse e indennità, il caso di Latina, le accuse di Annamaria Furlan

Altri dirigenti coinvolti dalle inchieste di Report sono Lina Lucci e Pietro Cerrito. Entrambi sotto processo anche per via di accuse provenienti dalla Cisl stessa, sarebbero responsabili, rispettivamente, di appropriazione indebita di un’indennità e di conflitto di interesse. 

Lina Lucci, infatti, avrebbe vissuto in un’abitazione fornitale dalla Cisl; percependo comunque un’indennità volta a pagare un affitto altrove. Cerrito, invece, avrebbe impiegato più volte fondi della Cisl per acquistare beni dall’azienda vinicola della moglie, e per mangiare al ristorante gestito dalla figlia. Intervistato da Report, Cerrito rifiuta di rispondere, e allontana a male parole gli inviati.

Lucci e Cerrito, però, non sarebbero gli unici coinvolti in situazioni dubbie. Le risposte dalla parte dei dirigenti Cisl non sempre sono state coerenti. I regolamenti e le nomine sembrerebbero essere adoperati con grande “flessibilità”; allo scopo di favorire determinati dirigenti su altri e coprire eventuali illeciti.

Infine, Annamaria Furlan, in seguito alle indagini di Report, ha accusato la trasmissione e Ranucci di attaccare la libertà sindacale e i principi fondamentali della democrazie. “Si figuri se Report non ha a cuore la democrazia. Crediamo che la Cisl dovrebbe liberarsi dei veleni, dei tentativi di tappare la bocca a chi la pensa diversamente e al servizio pubblico; che il sindacato debba elevarsi e diventare trasparente. Noi siamo tutelati dalla libertà di stampa” afferma Ranucci.

Acque Luride, lo smaltimento dei rifiuti nei porti in tempo di Covid

Si definiscono “acque luride” i rifiuti prodotti dalle grandi navi mercantili e da crociera. Secondo la legge, entro 12 miglia dalle coste le acque reflue devono essere sminuzzate, disinfettate e depurate prima di essere scaricati in mare. Oltre 12 miglia, invece, no. Oggi, in seguito alle criticità dovute all’emergenza Covid, sarebbero state effettuate richieste per scaricare i rifiuti direttamente in porto; senza passare quindi per le società adibite alla depurazione e allo smaltimento.

In alcuni porti, nonostante i rischi ambientali, le richieste sarebbero state accolte. Quel che è più grave, è che i permessi sarebbero stati accordati anche a gigantesche navi da crociera; che avevano a bordo persino dei malati Covid. Nel porto di Civitavecchia, ad esempio, durante il Lockdown sarebbero stati sversati per giorni diversi litri di liquami.

I macchinari che operano la filtrazione dei liquami, indispensabili in ogni nave, sono testati e verificati solo ogni 5 anni. Altrimenti, perdono gradualmente di efficacia.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Appassionato di Cinema e Serie TV, di libri e di fumetti, di video e di videogiochi. Di avventure, si può dire riassumendo. Non ama molto dormire, ma a volte lo costringono. Del resto, gli servirebbero delle "vite extra" per seguire tutti i suoi hobby e interessi. Intanto, fa quel che può con quella che ha: scrive, disegna, registra video, ogni tanto mangia. A tal proposito, potrebbe sopravvivere mangiando solo pizza. Se serve, anche pizza estera, quando viaggia. Sì, anche quella con sopra l'ananas.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Melaverde 25 luglio tra le provincie di Cuneo e di Trento

Tutte le anticipazioni sulla tappa odierna del programma condotto da Ellen Hidding e Vincenzo Venuto su Canale 5.

Pubblicato

il

Melaverde 25 luglio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Melaverde torna domenica 25 luglio con la nuova puntata in onda alle 11.55 su Canale 5. I due conduttori on the road, Ellen Hidding e Vincenzo Venuto sono come sempre alla ricerca delle eccellenze del nostro Paese nei settori agricolo e agro alimentare. Ecco le anticipazioni della tappa odiena, dopo quella della scorsa settimana.

Melaverde 25 luglio in provincia di Cuneo

Questa settimana Melaverde raggiunge la provincia di Cuneo, per raccontare la frutticoltura. Che la “Granda”, così è chiamata la provincia del cuneese, avesse una tradizione legata alla frutta, lo abbiamo già raccontato parlando di kiwi, mele, pere e pesche.
Ma questa terra grazie alle sue condizioni climatiche favorevoli, accoglie anche impianti di ultima generazione dedicati a due frutti che non mancano mai sulle nostre tavole estive: Albicocche e Ciliegie.
Il programma inizia conoscendo la storia di queste coltivazioni che, da produzioni destinate al consumo domestico, si sono trasformate in tecnologici impianti dove cooperative organizzate di frutticoltori curano e seguono i frutti dal campo fino all’arrivo sulle nostre tavole.
Conosceremo una particolare varietà di albicocca: la Tonda di Costigliole che grazie ad un progetto di recupero sta tornando in questa terra. Poi Melaverde fa conoscere un’azienda che trasforma la frutta in prodotti destinati a gelaterie e pasticcerie di tutta Europa.
Non mancherà un passaggio in cucina fra tradizione e innovazione dove Albicocche e Ciliegie si esprimono al meglio con i dolci, ma possono avere un ruolo interessante anche in ricette salate. Avete mai pensato di abbinare l’albicocca al rosmarino?

Riserva di Biosfera nella Valle di Ledro

Melaverde si avventura, poi in una particolare valle trentina incastonata tra il lago di Garda e le Dolomiti: Una lingua di terra che grazie alla sua posizione geografica racchiude innumerevoli ambienti naturali che accolgono biodiversità straordinarie e specie uniche che vivono solo in questo territorio.

In questa puntata conosceremo la Valle di Ledro. In questa lingua di terra incontaminata la conservazione delle biodiversità convive con lo sviluppo sostenibile delle attività agricole dell’uomo che con la sua presenza da sempre ricopre un ruolo fondamentale.

Ed è proprio grazie a questo rapporto di reciproco scambio tra uomo e natura che nel 2015 la Valle di Ledro è diventata una riserva di biosfera Unesco. Inizieremo incontrando Stefano che con le sue api favorisce l’impollinazione seguendo le fioriture in tutta la Valle.

Conosceremo poi Giuliano che alleva capre e galline libere di pascolare e scorrazzare tra pascoli e sottobosco e scopriremo che cosa è una riserve di biosfera dove si sviluppano progetti utili per il monitoraggio e la salvaguardia di questi ambienti unici.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv domenica 25 luglio 2021, I programmi in onda

Su Raidue va in onda il programma Sport: il circolo degli anelli dedicato alle Olimpiadi di Tokyo. Italia 1 propone la replica di Colorado.

Pubblicato

il

Stasera in tv domenica 25 luglio 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv domenica 25 luglio 2021. Rai 1 trasmette il film Metti la nonna in freezer con Miriam Leone e Fabio De Luigi. Nove invece ripropone il reality Cambio Moglie con le famiglie Pilato e Battain.

Stasera in tv domenica 25 luglio 2021, Rai

Su Raidue, alle 21.05, Sport: il circolo degli anelli. Alessandra De Stefano fa il punto sulla seconda giornata delle Olimpiadi di Tokyo commentando con i suoi ospiti i risultati delle principali gare di oggi. Tra le altre, le finali della scherma, fioretto femminile e spada maschile, e il debutto della Nazionale maschile di basket contro la Germania.

Su Raitre, alle 21.20, serata di viaggi con Kilimangiaro Estate. Camila Raznovich ospita lo scrittore Paolo Cognetti e il regista Dario Acocella. Inoltre, Anne De Carbuccia, regista franco-americana che viaggia per i luoghi più remoti della terra per documentare animali e culture a rischio d’estinzione. In scaletta anche servizi realizzati in Costa Rica, Turchia e nello Yemen.

Programmi Mediaset, Nove

Su Italia 1, alle 21.20, il varietà Colorado. Rivediamo la quinta puntata dello show trasmesso nel 2019 e condotto da Belen Rodriguez e Paolo Ruffini, affiancati da Gianluca “Scintilla” Fubelli e i PanPers. Ospite della serata, Maurizio Battista, che propone un monologo sui rapporti familiari. Inoltre, il mago e mentalista Raffaello Corti.

Su Nove, alle 21.25, il reality Cambio moglie. La vita della famiglia Pilato è tutta all’insegna dello sport, mentre la passione dei Battain è… il divano del salotto. Ma quando le mogli Erika e Martina si scambieranno, avranno la possibilità di sperimentare vite completamente diverse.

Stasera in tv domenica 25 luglio 2021 metti la nonna in freezer

I film di questa sera domenica 25 luglio

Su Raiuno, alle 21.25, il film commedia del 2018, Metti la nonna in freezer con Miriam Leone. Claudia lavora come restauratrice ma non riesce a guadagnare molto denaro. Riesce però a vivere grazie al sostentamento economico della nonna. Quando quest’ultima muore, Claudia pensa di surgelare il cadavere per continuare a prelevare mensilmente la sua pensione.

Su La7, alle 21.30, il film western del 1995, di Sam Raimi, Pronti a morire, con Sharon Stone. Herod, un uomo malvagio che spadroneggia nel paese di Redemption, organizza un torneo tra i migliori pistoleri del West. Tra i concorrenti c’è Ellen, una ragazza coraggiosa che ha una vendetta da compiere.

Su Tv8, alle 21.30, il film commedia del 2002, di B. Sonnenfeld, Men in Black II, con Tommy Lee Jones, Will Smith. Un’astronave con a bordo l’aliena Sarleena atterra a New York con intenzioni ostili. Per fermarla, l’agente J richiama in servizio K, che ha lasciato da anni i Men in Black.

Su 20 Mediaset, invece, alle 21.00, il film di fantascienza del 2005, di Michael By, The Island, con Ewan McGregor, Scarlett Johansson. 2019. Dopo un disastro ecologico che ha devastato la Terra, Lincoln e Jordan scoprono di essere cloni di uomini ricchi ai quali forniranno gli organi in caso di bisogno.

Su Iris, alle 21.00, il film drammatico del 2013, di Baz Luhrmann, Il grande Gatsby, con Leonardo DiCaprio, Carey Mulligan. Long Island, 1922. Il giovane Nick Carraway conosce il misterioso milionario Jay Gatsby e lo aiuterà a incontrare sua cugina Daisy della quale il magnate è da sempre innamorato.

Stasera in tv domenica 25 luglio 2021 il negoziatore

Stasera in tv domenica 25 luglio 2021, Paramount, Sky

Su Paramount Network, alle 21.10, il film thriller del 1998, di F. Gary Gray, Il negoziatore, con Samuel L. Jackson. Sospettato di omicidio, l’agente Danny Roman, specializzato nel ruolo di mediatore, si barrica in ufficio prendendo degli ostaggi. Viene allora convocato un altro negoziatore, Chris Sabian.

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film drammatico del 2015, di Matt Brown, L’uomo che vide l’infinito, con Dev Patel. E’ la storia del matematico autodidatta Srinivasa Ramanujan. Grazie al professore inglese G.H. Hardy lasciò l’India per frequentare il rinomato Trinity College di Cambridge.

Su Sky Cinema Family, infine, alle 21.00, il film commedia del 2003, di Steve Carr, L’asilo dei papà, con Eddie Murphy, Jeff Garlin. Dopo aver perso il lavoro, i pubblicitari Charlie e Phil non riescono più a pagare la costosa retta della scuola privata dei figli. Decidono allora di aprire un loro asilo nido.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Linea Blu 24 luglio: Donatella Bianchi alla scoperta del Mediterraneo

La conduttrice racconta la storia e le bellezze paesaggistiche e marine del Mar Mediterraneo, culla della nostra civiltà.

Pubblicato

il

Linea Blu 24 luglio Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sabato 24 luglio Donatella Bianchi torna in video con una nuova puntata di Linea Blu. L’appuntamento è alle ore 14:00 su Rai 1. Dopo aver visitato l‘Asinara, la conduttrice perlustra il Mar Mediterraneo.

Linea Blu 24 luglio, Mar Mediterraneo

Nella puntata del 24 luglio Donatella Bianchi si occupa del Mar Mediterraneo, che in alcuni punti raggiunge i 5 metri di profondità. Nel corso dei secoli ha subito numerose trasformazioni a causa dello spostamento delle placche litosferiche, dei venti e delle correnti marine. Gli eventi hanno infatti modificato la propria morfologia dando origine a coste e paesaggi di grande suggestione.

Il Mare Nostrum inoltre è da sempre considerato la “culla” delle più importanti civiltà. Essendo un importante punto strategico per gli scambi commerciali  è stato conteso da numerose popolazioni. I Romani, i Greci e i Fenici hanno infatti spesso colonizzato i territori che si affacciano sulle sue coste. Per millenni il Mare è stato solcato non solo da navi mercantili, ma anche da imbarcazioni da pesca e per il trasporto di persone.

Oltre ad essere ricco di storia, il Mediterraneo è anche un ambiente ricco di biodiversità. Qui infatti vivono il 7.5% delle specie marine mondiali. La densità per area è circa dieci volte superiore alla media dell’intero pianeta.

Si possono ammirare, tra gli altri, non solo le grandi cernie ma anche la Lampuga, Merlano, Passera di Mare e la Triglia di Scoglio. Nei fondali invece crescono rigogliosi i coralli, le spugne marine, le Cimodocee e le Posidonie. Per quanto riguarda i volatili è spesso circondato da Gabbiani, Diomedee e Berte che cercano di pescare nelle sue acque.

Linea Blu 24 luglio Mediterraneo

Il bacino del Mediterraneo

Il bacino del Mediterraneo è un’area densamente popolata. Sono infatti oltre 500 milioni gli individui che vivono nelle nazioni che si affacciano su di esso, suddivise nei tre continenti, Europa, Africa e Asia. Tra queste Francia, Spagna, Egitto, Cipro, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Slovenia, Libia, Malta, Libano, Turchia, Tunisia e tante altre.

Le zone attorno al Mediterraneo richiamano ogni anno migliaia di turisti, amanti delle spiagge incontaminate, delle grotte marine e delle acque cristalline. E’ inoltre la meta favorita per gli appassionati delle attività subacquee. In molti hanno trovato nel Mediterraneo il proprio angolo di paradiso.

Linea Blu, Fabio Colivicchi, Mazara del Vallo

Donatella Bianchi però dedica spazio anche Olimpiadi di Tokyo, che si svolgono dal 23 luglio all’8 agosto. Ospita il giornalista Fabio Colivicchi che illustra ai telespettatori i velisti italiani che sono in gara. Sono Elena Berta, Bianca Caruso, Giacomo Ferrari, Giulio Calabrò, Silvia Zennaro, Ruggero Tita, Caterina Marianna Banti, Marta Maggetti e Mattia Camboni.

Questa settimana Fabio Gallo si trova a Mazara Del Vallo. Sale a bordo di un’imbarcazione per raccontare tutte le fasi della pesca e della lavorazione del tipico Gambero Rosso della zona.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it