Connect with us

Intrattenimento

Live non è la D’Urso, 22 marzo 2020, diretta della puntata

Una nuova puntata del talk di Barbara D'Urso, tra interviste esclusive e notizie schock
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Coronavirus informazione Mediaset
Una nuova puntata del talk di Barbara D'Urso, tra interviste esclusive e notizie schock
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 22 marzo 2020, alle ore 21.20 su Canale 5 andrà in onda una nuova puntata di Live non è la D’Urso. Nel programma di Barbara D’Urso  non mancherà l’ormai consueto punto della situazione sull’emergenza Coronavirus, con ospiti vip e rappresentanti delle Istituzioni.

Live non è la D’Urso, 22 marzo 2020, diretta della puntata

Inizia la puntata. La D’Urso saluta Mario Giordano ed Alda D’Eusanio, i primi ospiti della serata. Interviene in collegamento Roberto Speranza, Ministro della Salute.

Speranza spiega le nuove norme del decreto emanato nella serata di ieri dal Governo. “Chi deve lavorare per forza continui a farlo, ma il resto del Paese stando a casa aiuterà chi lavora, soprattutto i medici ed il personale sanitario, le forze dell’ordine, i commessi, i farmacisti, coloro che guidano i camion. Tutto ciò che non è indispensabile proviamo a fermarlo, perchè questi sono i giorni decisivi. Il Paese per ripartire sul piano economico deve prima vincere la battaglia sanitaria. Faccio appello alle persone di rispettare convintamente le disposizioni. Abbiamo bisogno di un consenso sociale vero per vincere questa battaglia”.

Speranza continua rivelando di ritenere di essere arrivati ai giorni cruciali, i prossimi quindici giorni potrebbero mostrare i risultati dei provvedimenti. “I numeri cresceranno ancora in valore assoluto in maniera significativa” – continua. La D’Urso specifica che i numeri di questi giorni dipendono dal fatto che in molti – nelle scorse settimane – non hanno rispettato le norme di prevenzione e non sono rimasti in casa.

Il Ministro spiega che è possibile fare un’attività motoria in prossimità della propria abitazione, ma che questa è una forma di eccezionalità e non deve diventare la scusa per scendere in continuazione a fare una passeggiata.

“Chi non rispetta le regole mette in pericolo la vita degli altri” – conclude Speranza.

Live non è la D’Urso, 22 marzo 2020, Fontana in polemica con Governo

Attilio Fontana si dice ottimista. L’arrivo dell’equipe sanitaria da Cuba ha portato sollievo in Lombardia. Fontana entra però in polemica con il Governo perchè svela di non essere stato interpellato nell’attuazione del provvedimento di ieri sera. “Il consenso delle regioni sarà di tutte le regioni tranne che della Lombardia, perchè io non l’ho proprio visto il Decreto. Non capisco poi perchè non siano stati chiusi alberghi, studi professionali, uffici pubblici, cantieri edili”. “La mia ordinanza è più rigorosa di quella del Governo” – continua Fontana.

Viene mandato in onda un filmato che mostra la situazione dei supermercati ai tempi del Coronavirus. Vediamo che a Milano ci sono persone che fanno anche 4 ore di fila per fare la spesa. I commessi sono preoccupati e si dicono molto stanchi per i lunghissimi turni a cui sono sottoposti giornalmente.

Interviene in collegamento Giorgia Meloni, che afferma di essere in contrasto con i provvedimenti presi. Secondo lei i supermercati dovrebbero rimanere aperti più a lungo, limitare l’orario significa creare assembramenti invece di evitarli. A suo parere bisognerebbe inoltre creare delle fasce orarie dedicate al personale sanitario ed ai volontari che fanno la spesa per gli anziani.

Un servizio ci mostra la drammatica realtà di Bergamo, una delle città più colpite dall’epidemia.

Gli opinionisti in studio si interrogano sull’efficacia dei provvedimenti del Decreto governativo e polemizzano sulle modalità di comunicazione. “Perchè le conferenze stampa si svolgono sempre di notte?” – commenta la D’Eusanio.

Live non è la D’Urso, Giorgia Meloni: “I Parlamentari vogliono lavorare”

“Questa roba qui genera molta confusione e non fa che peggiorare la situazione. Abbiamo moltissime imprese che stasera non sanno se aprire domani mattina. Le regole non sono state quasi mai chiare. I problemi della vita reale interessano a qualcuno? Non vorrei che ci fosse una smania di apparire da parte del Governo e che qualcuno voglia costruire la sua carriera politica su questa situazione. Noi vogliamo lavorare. Non è giusto che ci siano medici, cassieri ed altri a lavoro ed i parlamentari siano a casa. C’è bisogno delle energie di tutti. I parlamentari vogliono lavorare” – dice la Meloni.

Interviene Zaia, Governatore della regione Veneto. “Abbiamo deciso di prendere provvedimenti ancora più stringenti. L’ordinanza è rispettatissima e direi che si va avanti in questa direzione. I Veneti sono persone civili, che rispettano le regole. Chi non le rispetta dà una dimostrazione di inciviltà totale. E’ inutile continuare a sfidare e a fare la roulette con il virus, tanto vince lui”.

La D’Urso manda in onda l’appello di un volontario del 118, che chiede ai ragazzi di stare a casa. “Pensiamo noi a voi, non vi preoccupate. Fatelo anche voi, aiutateci” – dice l’uomo.

Zaia svela che domani l’AIFA si pronuncerà in merito alla sperimentazione del farmaco Avidan per il COVID 19 ed il Veneto si dice pronto ad aderire al trial.

Live non è la D’Urso, i consigli di Raffaele Morelli

Interviene Raffaele Morelli, che dà qualche consiglio per vivere al meglio la quarantena. “Dobbiamo prendere esempio dai bambini ed usare la creatività. Sogna avventure, sogna viaggi, esci dal pensiero del virus. Il pensiero è stressante, aumenta il cortisolo, indebolisce le difese immunitarie e favorisce l’aumento di peso. Lavorare con le mani aiuta perchè se siamo concentrati sulle mani il cervello è tutto lì. Una coppia funziona quando ognuno ha il proprio spazio. Ci si incontra per fare l’amore. Guai a rinvangare il passato perchè dobbiamo tutelare quella parte del cervello che se entra in depressione è un problema. Dobbiamo accudire il nostro bambino interiore. Guai a dirsi hai sbagliato a fare così, no dimentica le cose che puoi aver sbagliato, prenditi cura di te. Stai con te come sei ed allora arriva la tranquillità”.

“Quando arriva l’ansia accoglila, non combatterla. Ogni tanto immagina di essere in una tana, dove metti i fiori ed i cibi che ti piacciono, e lì ti racchiudi. Mi rivolgo soprattutto alle donne. Non si sta in pigiama. Ci si alza, ci si trucca, si sceglie il vestito più bello. Fai una sfilata, balla davanti allo specchio. I Greci si curavano con la bellezza. Questa è una terapia che possiamo fare a casa tranquillamente” – continua Morelli.

La D’Urso concorda e racconta di esorcizzare la paura ballando e cantando.

Il Dott. Marco Resta, Referente terapia intensiva generale del Policlinico San Donato, interviene in collegamento. A Seguire si esprime anche Giuseppe Provenzano, Ministro per il sud e la coesione territoriale: “C’è un elemento di responsabilità individuale che è decisivo per combattere il virus. Per fortuna i contagi non sono dilagati, ma aumentano. Dobbiamo stare a casa. Abbiamo avuto la fortuna di avere qualche giorno in più per attrezzarci, attrezzare gli ospedali. Dobbiamo sfruttarli”. 

Viene mandata in onda una carrellata di stralci di discorsi di Sindaci Italiani, che richiamano i cittadini e li spronano a restare a casa.

Live non è la D’Urso, Assembergs: “Siamo a cifre spaventose di pazienti”

Il Dott. Assembergs, Direttore generale azienda socio-sanitaria territoriale di Bergamo Ovest, racconta come è la situazione oggi a Bergamo. “Dirigo due ospedali, la nostra situazione è uguale a quella degli altri, siamo con circa 250 pazienti Coronavirus. Siamo partiti da zero perchè settimane fa nessuno di noi pensava di riuscire a fare tanto. Da un mese i nostri medici stanno resistendo ad uno stress terribile ed allo shock del numero dei decessi. La scorsa settimana sono dovuto andare da tutti quelli che si occupano di questa crisi e ho dovuto dir loro che dovevano benedire i moribondi, perchè avevamo perso anche il cappellano. Hanno capito che gli era stato dato in dono un potere in più, un modo di dare consolazione ai pazienti ed ai loro parenti. Siamo a cifre spaventose di pazienti e non siamo ancora fuori dal tunnel”.

Live non è la D’Urso, la testimonianza di Catena Fiorello

Interviene in collegamento Catena Fiorello, che racconta di essere stata aggredita al supermercato. Dopo aver chiesto ad un uomo di mantenere le distanze di sicurezza, Catena è stata aggredita verbalmente e l’uomo le ha quasi messo le mani addosso. Nessuno tra i dipendenti ed i presenti nel supermercato è intervenuto.

La Parietti sottolinea che i dipendenti dei supermercati non sono neanche dotati delle dovute misure di prevenzione (mascherine e guanti).

“Ad un certo punto ho visto talmente tante persone che ho pensato fosse un incubo, mi sembrava di aver sognato. Cominciano a passare runner, signore vestite per la passeggiata, mi metto al telefono per chiamare i vigili urbani ma niente. Mi sono messa a piangere e ho detto ‘Non ne usciamo’. A Lecce, dove vive il mio compagno, hanno capito perfettamente la gravità della situazione, non esce nessuno. Stasera qui due runner correvano insieme sotto casa mia e gli ho detto ‘Str***i’ e loro mi hanno risposto dicendomi di tutto. Ormai la mia è una battaglia personale, perchè sono talmente stupidi. Mia mamma ha 84 anni ed è sola, Rosario andava tutti i giorni. Ora con le nuove misure ci va solo certi giorni. Avremmo tutte le ragioni per andarci sempre, ma se devi fare una cosa seria non puoi. Con la scusa della spesa la gente esce. Oggi sono riuscita a parlare finalmente con una vigilessa e mi ha fatto tenerezza dicendomi ‘Siamo messi così in tutta Roma’” – continua Catena.

Live non è la D’Urso, flashmob e canzoni per non pensare

In diretta da Napoli, Rosario Miraggio fa cantare i balconi. Subito dopo Manuela Arcuri ed il suo piccolo Mattia raccontano la loro quarantena.

“E’ bellissimo perchè mi sto godendo mio figlio a 360°, ma è anche impegnativo. Siamo mamme dalla mattina alla sera, dobbiamo pensare a tutto: a farli giocare e a farli studiare. E poi ci stiamo impegnando a fare qualunque cosa” – dice Manuela.

Mattia invita i bambini a stare a casa “perchè c’è il Coronavirus”.

Interviene in collegamento Cristina D’Avena, che dedica proprio al bimbo la sigla di “Doraemon” e quella dei “Puffi”.

“Devo dire una cosa molto importante: qualche giorno fa Mediaset ha comunicato ufficialmente che Live avrebbe raddoppiato le sue puntate settimanali. Man mano che passano i giorni qui si fa sempre complicato perchè siamo in pochi, meno del 30%, siamo pochi i tecnici. Non siamo ancora in condizione di andare in onda con una nuova puntata martedì. Lo saremo a breve speriamo” – annuncia la D’Urso.

Si collega anche Riccardo Fogli, che si è messo in auto-quarantena in Maremma dopo una serie di concerti in Russia. Anche Fogli canta alcuni dei suoi brani più celebri.

Si continua poi con Cristina D’Avena in “Occhi di gatto” e “Il valzer del moscerino”.

Live non è la D’Urso, Valeria Marini e Fabio Testi fuori dalla Casa

Valeria Marini, in collegamento, racconta l’impatto straniante che ha avuto una volta uscita dalla Casa. “E’ stato uno shock uscire e trovare questa situazione. Sono stata però contenta di poter dare il mio contributo con raccolte fondi ed altro. Anche se in pochi giorni ho cercato di darmi da fare”.

Viene mandato in onda un filmato che riassume gli attacchi di Antonella Elia nei confronti della Marini. “Non mi interessa parlare di questo argomento. In questo momento ci sono cose più importanti” – commenta Valeria.

La D’Urso ricorda alla showgirl che è stata lei ad inviare il video alla redazione. La Marini si giustifica dicendo che era da mandare in onda qualora avessero affrontato l’argomento Gf vip. Valeria discute poi con Elenoire Casalegno, che prende le parti di Antonella Elia. “Valeria è molto brava, non usa parolacce o insulti, usa altri modi” – dice la Casalegno. “Scusa Elenoire, non è il momento” – risponde la Marini.

Interviene in collegamento Serena Grandi. “Queste ragazze che litigano continuamente non vedono che percorso abbiamo fatto io e Corinne? Dopo le litigate si sta insieme” – dice.

La Grandi commenta il gossip che l’ha vista protagonista. In un’intervista l’attrice ha affermato di essere stata prima da Chiambretti e poi dalla D’Urso e di essere dunque a rischio perchè il presentatore è positivo al COVID 19.

La D’Urso manda in onda un videomessaggio di Malgioglio che racconta la sua quarantena.

Si collega il figlio di Fabio Testi e poco dopo interviene anche il padre (che ha avuto diverse difficoltà a capire come connettersi).

“Da dentro la Casa l’angoscia cresceva perchè non potevamo comunicare, ma non potevamo immaginare questa situazione. Uscire da lì e vedere questa pandemia è stato uno shock. Dentro la casa era comunque una sensazione tremenda, sembrava un incubo nell’incubo. Sapere che c’è una situazione difficile, ma non percepire quanto e non poter fare nulla è stato brutto” – continua la Marini.

Live non è la D’Urso, Paolo Brosio e le messe religiose

Paolo Brosio si è addormentato in collegamento. Si risveglia però per parlare delle chiese e delle messe a distanza.

Striscia la notizia ha scoperto che c’è un parroco che ha detto messa nonostante i divieti. “Sai come la penso. Penso che l’eucarestia, a numero chiuso con poche persone che hanno mascherine e distanza di sicurezza, sia giusta” – sostiene Brosio.

“Speravo volessi dare un messaggio diverso. Dio è con noi anche se non prendiamo l’ostia” – ribatte Barbara.

“Hanno fatto degli errori clamorosi, il problema non sono quattro gatti che vanno a pregare” – continua Brosio.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista pubblicista. Nata nell'epoca sbagliata. É donna del suo tempo, ma anche un po' degli anni'80 e dell'800 di Jane Austen. Ama leggere libri fino all'alba, scrivere, disegnare, creare. Guarda telefilm con una vaschetta di gelato al cioccolato d'estate e una tazza di tè bollente in inverno. La sua migliore amica è Shonda Rhimes.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

Amore Criminale 2021: la storia di Manuela uccisa dal marito Fabrizio

Al via la nuova edizione di Amore Criminale. Storie vere di violenza e femminicidi dalle 21.20 su Rai 3, con Veronica Pivetti.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Amore Criminale storia Manuela
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Veronica Pivetti conduce la nuova edizione di Amore Criminale su Rai 3 e propone la storia di Manuela. L’appuntamento è per questa sera, 22 aprile 2021 alle 21.20. L’attrice, oltre che padrona di casa è anche la voce narrante della serie di docu-fiction basate su vere storie di violenza e femminicidio dal 2018.

Nella nuova edizione che inizia questa sera, sono raccontate per sei giovedì consecutivi altrettante vicende di donne vittime di violenze. Nella maggior parte dei casi, gli abusi sono avvenuti e avvengono all’interno delle mura domestiche. E i carnefici sono compagni, mariti, padri o parenti a volte insospettabili. Dal 2007, inoltre, quando andò in onda la primissima edizione del programma, la redazione di Amore Criminale accoglie le numerose richieste di aiuto inviate da donne in difficoltà e le smista presso i vari Centri Antiviolenza situati in ogni regione italiana.

La prima puntata racconta la tragica storia di Manuela, 35 anni da Brescia. Manuela è impiegata al Caf locale, dove conosce e si innamora di Fabrizio, 48 anni. Non sa che, fin dal loro primo incontro, l’uomo le mente sulla sua condizione familiare. Infatti, Fabrizio è sposato con due figli. Per tre anni i due trascinano una relazione clandestina, che termina tragicamente il 28 luglio 2018, con il ritrovamento del corpo esanime di Manuela. Dalle indagini, emerge il sadico piano di Fabrizio, condannato infine a 16 anni di reclusione con rito abbreviato. 

Amore Criminale storia Manuela, la diretta

“Torniamo in onda dopo un anno difficile. Tante donne durante la pandemia sono state costrette a convivere con i loro carnefici” esordisce la conduttrice Veronica Pivetti. Quindi, inizia immediatamente il racconto della vicenda di Manuela, uccisa nel 2018. Il suo corpo fu rinvenuto il 28 luglio 2018, là dove il suo assassino aveva tentato di nasconderlo.

La Pivetti inizia il racconto leggendo la deposizione dell’assassino, un uomo di nome Fabrizio Pasini, rilasciata al momento dell’arresto. Poi, la parola passa ad Anna Bailo, la sorella di Manuela. “Lui l’ha ingannata, e lei non riusciva più a sostenere quel rapporto malato” commenta.

Poi, è l’ex capo di Manuela a raccontare di lei. “Era una donna semplice, solare, sempre con il sorriso. Una professionista a lavoro sempre presente, che ad oggi non siamo riusciti a rimpiazzare.”.

Amore Criminale storia Manuela, l’assassino Fabrizio Pasini: chi era?

Chi era Fabrizio Pasini, l’assassino di Manuela Bailo? Al momento del loro primo incontro Manuela è fidanzata, ma decide di lasciare l’uomo per impegnarsi con Pasini. Tuttavia, non rivela a nessuno la fine della sua relazione, e rimane a vivere con l’ex fidanzato per tutta la durata del rapporto con Pasini.

Pasini è un uomo sposato con due figli. Manuela lo sa, ma spera sempre che lui un giorno possa abbandonare la famiglia per andare a vivere con lei. Lui la incoraggia in tal senso, ma fin dall’inizio non ha mai avuto intenzione di divorziare. Per lui, Manuela è solo un’amante.

Come di consueto per la trasmissione Amore Criminale, la storia di Fabrizio e Manuela è raccontata attraverso ricostruzioni girate con attori.

Per raccontare dettagli più specifici sula vicenda, intervengono gli avvocati delle due parti in causa all’epoca del rinvenimento del corpo di Manuela.

Amore Criminale storia Manuela, la scoperta del tradimento

A giugno del 2017, la moglie di Pasini scopre il tradimento dell’uomo, ma non conosce il nome dell’amante. Al che, Fabrizio è costretto a tornare a vivere a casa di sua madre. L’uomo, infatti, non ha nessuna intenzione di lasciare definitivamente sua moglie. Ma non vuole nemmeno interrompere la relazione con Manuela.

“Non accettate che chi vi ama vi racconti bugie. Il mondo è grande, non meritiamo di sentire nemmeno una singola menzogna” commenta la sorella di Manuela, visibilmente commossa. “Manuela era innamorata del suo assassino. Per questo si è giunti al tragico epilogo. Fa male, perchè una persona innamorata è anche indifesa” afferma poi Michele Radici, l’avvocato di parte civile.

La notte dell’omicidio: sabato 28 luglio 2018

Fabrizio intanto si è riappacificato con sua moglie, ma continua a vedere Manuela. Sempre più in difficoltà, l’uomo non riesce più a gestire la sua doppia vita. Le sue bugie iniziano a farsi più evidenti e Fabrizio commette diversi errori; dimentica alcuni impegni presi con gli amici, e una fatidica sera, si trova con Manuela nella casa della madre, in viaggio fuori città. Quella sera, Pasini finge di essersi fatto male cadendo, e si fa accompagnare da Manuela in ospedale.

Fabrizio racconta alla moglie, che si è presentata all’appuntamento preso con i loro amici, di stare aiutando un altro amico che lei non conosce, e che si trova in grave difficoltà. Sia lei che Manuela sono in balia delle menzogne di Fabrizio. Entrambe si preoccupano per lui, che imperterrito pensa solo al piano che sta maturando nella sua mente.

In piena notte, Fabrizio viene dimesso, e torna con Manuela a casa della madre di Pasini. “Il passaggio in ospedale non si spiega, se non come un tentativo di costruire un alibi prima di uccidere Manuela” afferma Radici, l’avvocato di parte civile. Tornati a casa della madre, scoppia una violenta lite tra Manuela e Francesco. Lui racconterà che la donna è scattata dopo aver scoperto di un nuovo tatuaggio che l’uomo si è fatto, e che riporta i nomi dei suoi figli. In realtà, probabilmente Manuela scopre quella sera che Fabrizio sta per partire in viaggio con la moglie, e non ha alcuna intenzione di lasciarla.

La litigata termina in tragedia: Fabrizio colpisce Manuela e la tramortisce. Quindi, le taglia la gola.

Amore Criminale storia Manuela

Dopo l’omicidio

Dopo aver ucciso Manuela, Fabrizio ne occulta il corpo usando un sacco della spazzatura. Quindi, nasconde il cadavere in una cascina, dentro un baule ben sigillato. Con assoluta freddezza e lucidità, raccontano le forze dell’ordine, Fabrizio cancella le tracce dell’omicidio. La ricostruzione della vicenda è stata resa possibile dal rinvenimento delle telecamere di sicurezza della casa dove Fabrizio ha ucciso Manuela. La casa di sua madre.

“Ha messo il corpo di mia sorella in un sacchetto della spazzatura. Lei era così minuta… ho visto quando l’anno tirata fuori dal sacchetto.” ricorda tra le lacrime la sorella di Manuela.

Alle 6 del mattino Fabrizio esce di casa solo, a torso nudo. Ha in tasca il cellulare di Manuela, che conserva un giorno intero fingendosi lei con chiunque le scriva; facendo credere che la donna sia ancora viva. Ma tutti i destinatari si accorgono che qualcosa non va. “Che strano messaggio, ho pensato, di solito qualche cuoricino in più lo mette sempre” racconta una collega e amica di Manuela. “Tutto quello che non tornava era colpa di Fabrizio, io l’ho subito sospettato” continua la sorella di Manuela.

Manuela sparisce per tre settimane, durante le quali Fabrizio finge con amici e parenti della donna di essere anch’egli preoccupato per la sua scomparsa. Iniziano le ricerche, e in un ultimo tentativo di nascondere le prove dell’omicidio Fabrizio porta il cadavere di Manuela in aperta campagna, e lo getta in una fossa di liquami. “Era piccolina, il corpo si era già decomposto. L’hanno riconosciuta per il tatuaggio di un cuore che aveva sul dito” conclude la sorella di Manuela. 

L’epilogo: l’arresto di Fabrizio Pasini

Nei giorni successivi Pasini torna più volte presso la fossa dove ha gettato Manuela. Infine, i genitori della donna decidono di sporgere denuncia di scomparsa. Insieme ad Arianna, sorella di Manuela, rilasciano diverse interviste e messaggi per i telegiornali nazionali.

Andrea Cittadini, giornalista del Giornale di Brescia, all’epoca riuscì a intervistare Pasini. “Gli garantii l’anonimato, e gli chiesi di raccontarmi quello che sapeva di Manuela. Mi disse che da un anno erano solo amici, e che la loro relazione era durata solo un anno e mezzo” racconta Cittadini alle telecamere di Amore Criminale. Pasini non sa di essere stato registrato, dal momento che ogni suo movimento era tenuto sotto controllo dalla polizia locale.

Il 20 agosto Pasini torna a casa dalla vacanza con la moglie. Trova ad attenderlo la polizia, che prontamente lo arresta. Pressato dai carabinieri, che gli manifestano le incongruenze nelle dichiarazioni rilasciate, alla fine Pasini confessa l’omicidio. E la mattina successiva conduce i carabinieri presso la torbiera dove ha gettato il corpo di Manuela. Tenta di mentire nuovamente, e dichiara che Manuela è morta cadendo dalle scale a causa di una spinta, per incidente.

L’autopsia smentisce questa versione dei fatti, e Fabrizio Pasini viene condannato con rito abbreviato a 16 anni di carcere. La condanna è stata in seguito confermata senza sconti di pena.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Matrimonio a prima vista Italia 6 diretta 21 aprile, le scelte finali

La diretta dell'ottava puntata di Matrimonio a prima vista Italia 6, trasmessa su Real Time in prima serata questa sera, 21 aprile 2021. Le coppie comunicano le loro decisioni finali.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Matrimonio a prima vista Italia 6 diretta 21 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Seguiamo in diretta l’ottava e ultima puntata del reality-esperimento Matrimonio a Prima vista Italia 6, che Real Time trasmette questa sera, martedì 21 aprile, in prima serata.

A partire dalle 21.20 le coppie partecipanti si avvicendano di fronte agli esperti Nada Loffredi, Fabrizio Quattrini e Mario Abis, per comunicare le loro decisioni finali. Quali coppie scoppieranno, e quali invece resteranno unite anche dopo la trasmissione?

Salvatore e Santa, ad esempio, dopo un inizio che sembrava promettente non sono più riusciti a comunicare. La loro decisione finale, quindi, parrebbe essere già scritta. Fabio e Clara, invece, sembrerebbero la coppia più affiatata, anche a fronte di momenti difficili superati grazie a un feeling evidente sin dal fatidico sì. Infine, anche i romani Francesco e Martina potrebbero decidere di proseguire la loro vita insieme. Anche se nel corso della settima puntata un aspro litigio potrebbe aver messo a rischio la decisione finale.

Vi ricordiamo che potete seguire Matrimonio a prima vista Italia anche in streaming tramite il sito dedicato discovery+.

Matrimonio a prima vista Italia 6 diretta 21 aprile

Francesco e Martina si confrontano riguardo la litigata della sera precedente. Entrambi ritengono di non aver ricevuto dall’altro il rispetto dovuto. “Se vuoi parlare di noi parli quando ci siamo tutti e due, insieme. Parliamo insieme e decidiamo cosa deve restare privato, tra noi, e cosa no” dice Martina. Francesco, però, ritiene che Martina abbia esagerato, e abbia iniziato una litigata per futili motivi. “Hai scaricato tutto su di me, mi hai ferito. Per quello ho reagito male” afferma Francesco. Ma anche il confronto mattutino diventa una litigata. Fortunatamente è una litigata breve, dato che subito si riappacificano comprendendo ciascuno le ragioni dell’altro.

Salvatore e Santa, invece, non sono proprio riusciti a trovare un accordo. “La salita che ho affrontato è diventata un muro verticale. Non sono riuscito a scalarla.” afferma Salvatore.

Nel frattempo, Fabio e Clara partecipano a una Escape Room. Il loro rapporto non è mai stato così solido. Si baciano spesso, e sembrano divertirsi davvero molto risolvendo gli enigmi proposti nelle stanze.

Anche Francesco e Martina si divertono guardando un calendario che hanno stampato usando alcune delle loro foto del viaggio di nozze. “Se ci lasciamo, io prendo le foto da gennaio a giugno, e lei da giugno a dicembre” scherza Francesco. “Adoro che lui scherzi sempre con me, io sono quella pesante della coppia. Avevo bisogno di leggerezza e spensieratezza” confessa Martina.

“Mi dispiace, perchè credo che avrei potuto dare di più, essere un buon marito.” dice Salvatore. Santa sta tornando a casa propria, allontanandosi da lui. E afferma alle telecamere del programma “L’essere moglie non mi si addice.”. L’esperto Quattrini commenta che “Non ci hanno mai nemmeno provato, per questo la sconfitta è più cocente”.

Le decisioni finali delle coppie: Fabio e Clara

I primi a pronunciare le proprie decisioni finali sono Fabio e Clara. “Ci siamo confrontati perchè la fine della trasmissione era vicina. Abbiamo piccole paure che dobbiamo affrontare. Vorrei alcune certezze, riguardo gli animali da compagnia di cui ho bisogno in casa, ad esempio.” commenta Clara di fronte gli esperti. “Il nostro punto di forza è saperci confrontare senza scannarci” continua Fabio. 

“Io voglio continuare. Sarei stupida a dire di no, ogni coppia ha aspetti negativi nè positivi. Per me quelli positivi sono di più.” afferma Clara. “La discussione che abbiamo avuto mi ha fatto pensare. Ma ora ho la conferma che posso contare sempre su di lei, che mi ascolta. Ovvio che voglio continuare. “ continua Fabio.

“Fabio mi piace perchè non si nasconde. Se deve piangere lo fa, se deve sorridere lo fa, è vero e sincero.” dice Clara. Al che, Fabio si commuove. “Lei mi ha capito, e pochi mi capiscono” dichiara.

Santa e Salvatore

Santa e Salvatore sono evidentemente distanti fin da subito. “C’è qualcosa di me che lui non ha mai visto. Sento di essermi messa in mostra, ma lui da me voleva di più.” commenta Santa. La ragazza non ha nemmeno voglia di guardare Salvatore faccia a faccia. “Lei dice che io la attacco, ma non è così. Ma da quando hai messo su un muro, non ti sono andato più bene. Se io non abbasso la testa, non ti vado bene, sei abituata così” risponde Salvatore. “Non farmi passare per il mostro della situazione” continua. “Santa vuole essere trattata come una principessa, ma non per questo può maltrattare chiunque” conclude Salvatore.

“Ho vissuto questa esperienza, sono orgogliosa di me perchè sono rimasto me stessa. Non è un fallimento.” termina Santa. “Io ho capito che non mi devo spegnere. Qualunque cosa accada, chiunque hai di fronte non devi perdere lo spirito” commenta invece Salvatore.

Entrambi i partecipanti sono concordi: non c’è modo di andare avanti insieme. Santa, addirittura, si allontana in lacrime, accusando Salvatore di infangarla continuamente. “Finalmente è finita” commentano entrambi.

Francesco e Martina

L’ultima coppia, il cui responso è attesissimo, è quella composta da Francesco e Martina. “Ho scoperto lati di me che non sapevo di avere. Non sapevo di essere così paziente” dice Francesco. “Mia mamma stamattina ha scritto a Francesco se è sicuro di voler stare ancora con me” scherza poi Martina. “Francesco è una persona su cui posso contare. Mi basta poco per mettere in mostra la vera me stessa, vorrei dargli di più.” continua.

“Di Martina non mi piace che a volte non riesce a capire che non posso essere sempre la sua valvola di sfogo.” commenta Francesco. “Ma mi piace che mi lasci essere me stesso” termina.

Sorridendo, Francesco e Martina comunicano di aver deciso di restare insieme. Stanno anche per fare un nuovo viaggio in Sardegna, per confermare il loro rapporto.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Primo Appuntamento 5 Real Time: le coppie dell’ultima puntata di martedì 20 aprile 2021

Martedì 20 aprile 2021, va in onda su Real Time la quindicesima e ultima puntata di Primo Appuntamento 5. Ecco le coppie partecipanti e le loro storie.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

Primo Appuntamento 20 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 20 aprile 2021, Real Time propone la quindicesima e ultima puntata di Primo Appuntamento 5, il reality sugli incontri al buio condotto da Flavio Montrucchio.

Come di consueto, quattro coppie cenano in altrettanti appuntamenti al buio organizzati al ristorante Geco di Roma, nella speranza di trovare l’anima gemella. A partire da Silvia, 31 anni, che festeggia il suo compleanno nel locale durante l’appuntamento. Ha già partecipato al format in passato. Silvia cena con Fabio, 37 anni da Roma. Fabio è diventato virale sul web dopo la pubblicazione del video in cui, durante il lockdown del 2020, ha urlato “Ce la faremo!” dal balcone di casa sua.

E poi, ci sono Sara e Simone, rispettivamente 25 e 27 anni da Asti e Milano. Sara ama scrivere, ma è molto introversa. Anche Simone, di professione geologo, ha un carattere un po’ chiuso, e spera di poter incontrare una ragazza con la quale “possa sistemarmi” afferma. La terza coppia partecipante è composta da Francesco, 42 anni, e Chiara, 40 anni. Lui è un artista: ” “Suono, canto dipingo, scrivo anche canzoni e creo sculture. Posso suonare dappertutto, non c’è un luogo fisso. Mi definisco un ecclettico, multi tasking” afferma. Lei, invece, è una modella pin up, e il suo nome d’arte  è Crudelia.

Infine, Riccardo, 51 anni, cena con Rosalie, 42 anni.  “Le mie passioni sono la moto, i tatuaggi e gli amici. Ho 13 tatuaggi piuttosto impegnativi” racconta Rosalie. Riccardo, invece, apparentemente è un uomo molto posato.  “Gioco a tennis e a golf. Posso regalare grandi sorprese dal punto di vista della simpatia.” ammette candidamente.

Tutte le quindici puntate della quinta edizione sono già visibili agli abbonati al servizio Discovery+.

Primo Appuntamento 20 aprile, la diretta

La prima ad arrivare nel locale è Sara, venticinquenne timidissima. “Quando entro in un posto, cerco sempre di capire se qualcuno mi sta guardando o fissando” racconta. Per lei c’è Simone, geologo altrettanto agitato e timido. “Non dico che non farei il primo passo, ma vorrei che mi si facesse capire che devo farlo” confessa Simone. Piano piano, però, i due “timidoni” iniziano a rompere il ghiaccio e confidarsi.

Quindi, tocca a Francesco, artista a 360 gradi: musicista, pittore e scultore. “Cerco una persona che sappia ricevere tutto ciò che sono. Ho voglia di dare tanto, ma anche di ricevere.” afferma. Cena con Chiara, che ama definirsi una pin up. “Essere pin up è un modo di vivere. Devi avere forme burrose, morbide.” dice lei. “Passerò la serata a provocare e stuzzicare il mio appuntamento, per vedere se tiene il mio ritmo” continua. Dopo breve tempo i due iniziano a parlare dei loro sofferti trascorsi amorosi, e Chiara racconta a Francesco di quando le fu diagnosticata la fibromialgia, ma il suo ex non la supportò a sufficienza.

Arriva infine anche Fabio, autista di Roma divenuto famoso sul web dopo il video girato durante il lockdown nel quale gridava “Ce la faremo!” dal suo balcone. Fabio è entusiasta di partecipare all’appuntamento. Per lui arriva Silvia, una veterana della trasmissione. La prima esperienza non andò affatto bene, mentre la seconda non fu traumatica, ma nemmeno pienamente soddisfacente.

Primo Appuntamento 20 aprile, gli appuntamento proseguono

Sara e Simone si confrontano su alcuni traumi vissuti in passato. Sara racconta di quando a causa di un incidente rimase gravemente ustionata; e a causa dei segni rimasti sulle sue braccia è stata spesso discriminata. Anche Simone, a causa del suo cognome straniero, è stato vittima di bullismo ai tempi della scuola. Poi, però, Simone si trova in bagno a mandare un messaggio a un amico, in cui specifica che “non è il mio tipo credo… ma ci devo pensare” continua.

Arriva la fine della cena, e Simone afferma che “mi è piaciuto il suo carattere, e il fatto che abbia diviso il dolce con me. Ci sono stati un po’ di silenzi, ma per colpa mia”. A Silvia l’appuntamento non è rimasto indifferente. “Anche se è sembrato un po’… braccino. Tirchio” continua. Alla fine, decidono di vedersi nuovamente. “Continuiamo la nostra conversazione al colosseo?” propone lui. Silvia accetta.

La cena tra Fabio e Silvia a Primo Appuntamento questa sera, 20 aprile, intanto, sta per cominciare; ma prima, lei rivela che oggi è il giorno del suo compleanno; e ha deciso di festeggiarlo in modo unico a Primo Appuntamento. Una volta al tavolo, i due legano rapidamente.

E poi, ci sono Francesco e Chiara: l’animo artistico di lui e lo spirito focoso di lei sembrano essere in sintonia. Specialmente quando Francesco scolpisce una piccola rosa con la mollica di pane, e la regala a Chiara.

L’ultima coppia della serata

Manca ancora una coppia questa sera: quella composta da Riccardo e Rosalie. Il primo ad arrivare nel locale è Riccardo, avvocato dal carattere un po’ “rigido“, almeno in apparenza. Rosalie è una donna decisamente più attiva ed entusiasta. Amante della moto e dei tatuaggi, Rosalie è una donna frizzante e allegra, indipendente e forte. Durante tutta la cena, Rosalie cerca più volte di scuotere Riccardo con delle provocazioni. 

Arriva la conclusione dell’appuntamento: ma Riccardo non è stato abbastanza autoironico e sciolto per Rosalie. “Non ci sono stati spunti per slanciarsi” dice Rosalie. I due sono d’accordo: non vogliono rivedersi.

A Francesco e Chiara arriva infine il conto. Lei è rimasta colpita da Francesco, “però ci sono degli aspetti di lui che io considero fragilità. Non credo sia una persona di polso. Penso che potrei metterlo in difficoltà” afferma Chiara. “A me piacerebbe rivederti” confessa Francesco. Chiara, invece, fa la sostenuta, ma alla fine capitola di fronte a Francesco e alla sua chitarra. “Ma devo capire se posso trovare quel non so che in più” continua Chiara. Alla fine, quindi, decidono di rivedersi.

Nel frattempo, Fabio e Silvia chiacchierano al loro tavolo. Fabio, però, è un po’ logorroico, così Silvia gli chiede di descrivere l’amore secondo lui in una frase. “L’armonia tra due persone sotto uno stesso tetto” risponde Fabio.

Primo Appuntamento 20 aprile

Tutte le conclusioni 

Manca solo una conclusione questa sera: quella della cena tra Fabio e Silvia. Al loro tavolo arriva una torta di compleanno a sorpresa a fine pasto, ma forse Fabio è stato fin troppo energico per Silvia. Nonostante questo, alla fine Fabio non le dispiace. Fino alla fine Fabio ride e scherza con Silvia. E la decisione comune è che una cena non è bastata: vogliono rivedersi.

Rosalie e Riccardo non si sono più visti nè sentiti.

Fabio e Silvia, nonostante tutto, non si sono mai sentiti. Fabio non ha mai contattato Silvia.

Chiara e Francesco stanno organizzando il loro prossimo appuntamento.

Sara e Simone si sentono spesso, e presto si rivedranno di nuovo.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it