x

Connect with us

x

Intrattenimento

Live non è la D’Urso, diretta 29 marzo 2020, la preghiera della D’Urso

Una nuova puntata del talk di Barbara D'Urso, tra interviste esclusive e notizie schock

Pubblicato

il

Live non è la D'Urso anticipazioni 1 marzo 2020
Una nuova puntata del talk di Barbara D'Urso, tra interviste esclusive e notizie schock
Condividi su

Questa sera, 29 marzo 2020, alle ore 21.20 su Canale 5 andrà in onda una nuova puntata di Live non è la D’Urso. Nel programma di Barbara D’Urso  non mancherà l’ormai consueto punto della situazione sull’emergenza Coronavirus, con ospiti vip e rappresentanti delle Istituzioni.

Live non è la D’Urso, 29 marzo 2020, diretta della puntata

Inizia la puntata. Barbara D’Urso introduce il primo ospite della serata: Stefano Patuanelli. Il Ministro dello Sviluppo economico, in collegamento, è interrogato dalla conduttrice sulla possibilità di prolungare il periodo di quarantena oltre il 3 aprile.

“Ci siamo dati un metodo per come avremmo preso le decisioni difficili ed importanti: ascoltare i medici, i virologi, il comitato tecnico-scientifico, che ci può dire come si sta evolvendo la situazione. Bisognerà vedere l’evoluzione del virus come prosegue per prendere le decisioni. Sarebbe poco serie dirlo” – dice il Ministro.

live non è la d'urso 29 marzo

Patuanelli parla poi dell’emergenza economica e delle nuove disposizioni comunicate nella serata di ieri dal governo: 400 milioni sono stati dati ai sindaci affinchè potessero aiutare i cittadini in difficoltà.

“Non possiamo pensare che basteranno, ma è un inizio” – dichiara il Ministro.

Live non è la D’Urso, l’intervento di Matteo Salvini

E’ poi il momento di Matteo Salvini, che in collegamento da casa sua parla dell’urgenza di trovare mascherine, guanti, camici, saturimetri e respiratori per il personale sanitario. Il Senatore e la D’Urso pregano insieme e recitano un Eterno Riposo per le vittime del Coronavirus.

Salvini ringrazia poi l’Albania per il sostegno ricevuto e sottolinea l’abbandono da parte delle altre nazioni europee. “In Europa c’è qualcuno che ha la memoria corta” – continua la D’Urso.

live non è la d'urso 29 marzo

“Per risolvere il problema della cassa integrazione abbiamo preparato un Decreto legge di 19 articoli da proporre al Governo. Sai quale è il problema? Se si segue il percorso normale ci vogliono 1-2 mesi e secondo te i lavoratori che sono a casa e che si sentono dire una cosa del genere si inca**ano o no? Ci vuole velocità. Abbiamo inoltre chiesto un fondo per gli affitti e per i mutui. Ci deve essere una sospensione automatica. Noi al Governo stiamo chiedendo di tagliare tutti i passaggi burocratici. In questo momento bisogna garantire salute e . Non vorrei mai che ai morti per virus si sommassero morti per fame o per rivolte. Per quanto riguarda la salute dovrebbero parlare i medici, il mio dovere è quello di mettere il personale sanitario nelle condizioni migliori per svolgere il loro compito” – dice Salvini.

“Per quanto riguarda la scuola ci sono bambini di serie a e serie b, non tutte le famiglie hanno computer, tablet e telefonini per seguire le lezioni. Occorre mettere le famiglie in condizione di eseguire queste azioni. Le persone disabili hanno bisogno di avere sostegno e permessi di uscita controllata” – continua il Senatore.

Salvini spiega di aver chiesto al Governo una sorta di “pace fiscale” e di aver proposto di togliere l’Iva sulle bollette della luce e dell’acqua perchè gli Italiani costretti a casa possano non essere aggravati da maggiori consumi.

Live non è la D’Urso, l’intervento della Dott. Stasi

Interviene la Dott.ssa Stasi, Direttore Generale dell’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo. “Purtroppo anche io sono risultata positiva al Covid 19 e ora sto sperimentando una versione estrema di smartworking. Abbiamo bisogno di dispositivi, mascherine, abbiamo il dovere di proteggere i nostri operatori. Oggi abbiamo registrato 8500 casi solo in provincia di Bergamo. Questo per dare un’idea dello Tsunami che abbiamo vissuto. L’ospedale si è riorganizzato, abbiamo 450 posti dedicati ai pazienti COVID e 90 posti di terapia intensiva. Nonostante questo l’ospedale ha continuato ad eseguire anche trapianti ed a far nascere 300 bambini”.

Live non è la D’Urso, Covid 19 creato in laboratorio?

Si passa a parlare del servizio del Tg Leonardo – diventato virale in questi giorni – che mostrava un virus creato in un laboratorio cinese ritenuto simile se non uguale al COVID 19.

“Non è vero, era un virus completamente diverso. E’ un servizio vecchio e non è contestualizzato ad oggi. C’era stato un grosso dibattito anche ai tempi dell’Aviaria. Si ricostruiscono i virus per capire come combatterli, Il Coronavirus viene dai pipistrelli” – commenta Gianluigi Rezza.

“C’è gente che specula in maniera infame diffondendo viralmente notizie false e questo crea ulteriore disagio e panico nelle persone. Sono sciacalli e parassiti” – afferma Gianluigi Nuzzi.

“Vogliamo negare che a Wuhan c’è uno dei più laboratori di virologia? Sai perchè ti dico che non è dietrologia? Perchè gli scienziati sanno che bisogna risalire alla natura del virus per sapere il decorso naturale” – controbatte la Mussolini.

“La preoccupazione per questo virus c’è a prescindere che sia stato creato o meno in laboratorio e non è vero, perchè ci sarebbe traccia. Di Coronavirus ce ne sono tantissimi. Il problema sono i mercati di animali vivi. Se vogliamo accusare i Cinesi di qualcosa dobbiamo accusarli di avere tenuto aperti questi mercati” – chiosa Rezza.

live non è la d'urso 29 marzo

Live non è la D’Urso, la polemica del Prof. Zangrillo

Interviene il Prof. Zangrillo del San Raffaele di Milano. Il Professore si infuria: “Siamo passati dall’essere un paese di allenatori di calcio ad essere un paese di esperti di medicina, virologia e di epidemiologia. Cosa chiediamo noi medici ed infermieri che lavoriamo in terapia intensiva? Di essere lasciati in pace. Stiamo facendo un lavoro molto serio e difficile, di cui andiamo fieri. Ci dà fastidio la banalizzazione e l’estremizzazione. In questo momento si continua a morire di cancro, di infarto, continuano a morire i bambini. Quello che ha fatto il mio ospedale è organizzare passo passo la realtà della terapia intensiva passando da 4 letti a 60 più quelli che dedichiamo alle altre patologie.

Tutti coloro che banalizzano dicono enormi fesserie. Nel 99% dei casi chi parla sui social ed in televisione non ha messo piede in un ospedale nell’ultimo mese e quindi infastidisce chi ci lavora perchè crea disagio in chi ha cari in terapia intensiva. Sono felice che siano arrivati i medici dall’Albania, ma noi siamo l’Italia e non abbiamo il problema dei respiratori, non abbiamo mai dovuto compiere delle scelte tra pazienti. Se qualcuno le ha fatte ha sbagliato. E’ un problema di una grande sanità organizzata, la nostra è una sanità che ha saputo organizzarsi. Solo con un lavoro brillante di coesione e compartecipazione si può riuscire”.

Live non è la D’Urso, il Ministro Bellanova e l’emergenza alimentare

Il Ministro Bellanova interviene per parlare dell’emergenza alimentare. La Bellanova sottolinea che stando a casa si crea un esercito di persone che sfiorano la povertà e che non hanno risorse per provvedere ai propri pasti. “Abbiamo stanziato 400 milioni, ma questa è la prima fase. Dipenderà anche da quanto durerà l’emergenza. I comuni avranno in dote queste risorse. Tutte le persone devono essere prese in carico. C’è bisogno di sensibilità, perchè dichiarare di avere fame è difficile. C’è bisogno di volontariato e di chi distribuisca i pasti”. 

Interviene anche il Governatore del Piemonte, Alberto Cirio. Il Governatore è risultato positivo al Covid 19, ma adesso è guarito.

Live non è la D’Urso, 29 marzo 2020, tamponi a vip e calciatori 

Si parla di tamponi a vip e calciatori senza sintomi. Valeria Marini, che nella Casa del Grande Fratello Vip aveva dichiarato di essersi sottoposta al test, ma ora smentisce: “Ho fatto un tampone faringeo perchè sono soggetta a mal di gola. Non sapevo che il tampone del Coronavirus fosse diverso da quello. Avevo degli abbassamenti di voce ed ho fatto delle analisi complete”.

E’ in collegamento anche Michela Persico, fidanzata del calciatore della Juve Rugani. La donna è incinta e si è sottoposta al test del Covid 19 risultando positiva. “Avrei voluto dare la notizia in modo diverso ed in tempi migliori. La notizia è uscita, è esplosa, quindi prima che ne parlino gli altri ne parlo io. Daniele aveva i classici sintomi del Coronavirus e la società ha ritenuto opportuno sottoporci al test. Questa polemica mi dispiace, in questo momento tutti noi Italiani dovremmo restare uniti”.

live non è la d'urso 29 marzo

“Per me è il primo figlio e non sono esperta, in più è capitato in questo momento delicato. Il giorno in cui ho saputo di Daniele ho trascorso 10 minuti infernali, la situazione la sapevo ma quando ti colpisce nel privato ti svegli in un incubo ed è uno shock. Lì per lì i dottori non riuscivano a darmi delle risposte e quindi non sapevo a chi appellarmi per tranquillizzarmi. Ho iniziato a telefonare a mamma e papà” – continua la Persico.

Live non è la D’Urso, testimonianze vip

Alba Parietti si difende dalle accuse che le vengono mosse ormai da settimane. La Parietti era andata a sciare nei primi giorni di emergenza sanitaria, ma sostiene di “non aver fatto nulla che non si potesse fare” perchè è tornata a casa non appena ha saputo dell’allarme.

Carlo Rienzi, Presidente del Codacons, interviene sulla questione dei tamponi a vip e calciatori: “Vorrei sapere come hanno fatto. Nel momento in cui lo hanno fatto, spero lo abbiano fatto secondo le regole. Veda la Magistratura se è così. Vorrei che tutti potessero farlo. Si deve usare un sistema paritario”.

Fabio Colloricchio e Violeta stavano lavorando come opinionisti nel programma spagnolo “Supervivientes”, ma si sono messi in autoquarantena perchè hanno i sintomi del Coronavirus. Non sanno però se sono positivi al virus perchè non hanno avuto la possibilità di effettuare il tampone.

Live non è la D’Urso, Fernanda Lessa fuori dalla casa del GF Vip

Fernanda Lessa entra in studio. E’ uscita dalla Casa del Grande Fratello Vip e racconta l’impatto shock con la situazione di emergenza sanitaria: “Avevamo un’idea quando eravamo nella Casa, ma non immaginavamo così”. 

Pietro Delle Piane difende la sua fidanzata Antonella Elia. “Dal video sembrava che fossi stata tu a provocarla e che tu le avessi dato una botta” – dice Pietro. Fernanda si difende: “Non so che video tu abbia visto. Poi sinceramente Barbara con questo signore non vorrei avere nulla a che fare. Ti auguro il meglio ma preferirei non parlarti”. Delle Piane continua parlando del marito della Lessa, che ha affermato che al posto della moglie avrebbe dato una testata ad Antonella, e lo definisce “omuncolo”. Entra in studio proprio il marito della Lessa, che non sembra però avere gran voglia di controbattere alle accuse di Delle Piane. “Prenditi il mio telefono e se vuoi parlarne ne parliamo noi da uomini” – dice Pietro provocatoriamente.

Interviene Valeria Marini, che si dissocia dalle polemiche. “Antonella ha mandato solo messaggi di violenza e aggressione. In una situazione di emergenza così grave nel nostro Paese è paradossale”.

“Abbiamo deciso con Live non è la D’Urso di fare informazione e l’abbiamo fatta fino alle 23.30. Ora stiamo raccontando quello che è accaduto per distrarre un po’ le persone. Che tu mi dica qui che non vuoi stare qui per non fare polemica è assurdo” – controbatte Barbara.

live non è la d'urso 29 marzo

Live non è la D’Urso,  Fabio Testi ha avuto una storia con Adriana Volpe?

Fernanda e Valeria salutano poi il loro ex coinquilino Fabio Testi ed i tre cantano e ridono gioiosamente.

Si parla degli amori di Fabio Testi, seduttore d’altri tempi. La D’Urso racconta di quando ne “La Dottoressa Giò” Testi interpretava suo marito. Si scopre poi che Adriana Volpe e Fabio Testi avrebbero avuto una relazione diversi anni fa. Testi non conferma però per delicatezza e rispetto nei confronti del marito e della figlia della Volpe.

La D’Urso lo provoca per farsi svelare se al momento è single. Anche qui Testi fa il vago, ma lascia intendere di non essere solo.

Live non è la D’Urso, Clizia Incorvaia affronta l’ex amante di Sarcina

Parla Grazia, la ex amante di Francesco Sarcina: “Per me Clizia è una calcolatrice perchè io sono stata con suo marito per 4 anni. Non sono stata l’amante, lui mi ha sempre trattata come fossi la sua donna. Se lei non se ne è mai accorta forse c’è qualcosa sotto”. 

live non è la d'urso 29 marzo

“Sai perchè ti ho perdonato? Perchè tu non sei una madre e non sai cosa significa lottare per mantenere una famiglia unita nonostante i problemi di coppia. Stai dando un messaggio sbagliatissimo, non ti puoi permettere di giudicare la mia vita. Sei una delle tante, ti manderò le chat. Il mio ex marito quando ti ha visto nel locale ha detto ‘Ma chi è quella ameba’. Barbara io non posso parlare con una persona così, io mi alzo e me ne vado. Grazia tu sei qui perchè io ti sto dando un po’ di lustro”. 

Grazia racconta di non aver capito di essere l’amante perchè Sarcina le diceva che il suo era “un matrimonio di gossip”. “Lui messaggiava addirittura con mia madre” – dice la ragazza.


Condividi su

Giornalista pubblicista. Nata nell'epoca sbagliata. É donna del suo tempo, ma anche un po' degli anni'80 e dell'800 di Jane Austen. Ama leggere libri fino all'alba, scrivere, disegnare, creare. Guarda telefilm con una vaschetta di gelato al cioccolato d'estate e una tazza di tè bollente in inverno. La sua migliore amica è Shonda Rhimes.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

ARCHIVIO

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it