Connect with us

Intrattenimento

Ogni mattina 17 luglio, diretta del programma con Alessio Viola e Adriana Volpe

Torna Ogni mattina, programma condotto da Alessio Viola e Adriana Volpe. Il contenitore alterna informazione ed intrattenimento
Benedetta Morbelli

Pubblicato

il

Torna Ogni mattina, programma condotto da Alessio Viola e Adriana Volpe. Il contenitore alterna informazione ed intrattenimento
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi, 17 luglio, alle ore 10 su TV8 andrà in onda una nuova puntata di Ogni mattina, programma condotto da Alessio Viola e Adriana Volpe. Il contenitore alterna informazione ed intrattenimento, non facendo mancare anche qualche gossip. Ha attirato molta attenzione infatti la querelle tra la Volpe e Magalli, che hanno pubblicamente espresso il proprio astio e la propria mancanza di stima nei confronti dell’altro.

Ogni mattina 17 luglio, diretta del programma con Alessio Viola e Adriana Volpe

Inizia il programma. Adriana ed Alessio ironizza sulla data odierna: è venerdì 17 e per coloro che sono superstiziosi è giorno di sventure. Viola ricorda poi che oggi si festeggia Sant’Alessio e dunque è il suo onomastico. I conduttori ricapitolano poi i temi che saranno affrontati nel corso della puntata e salutano gli inviati.

In primo piano ancora una volta il Covid 19 e la questione mascherine. C’è confusione sulla necessità di continuare ad indossarle o meno. Il Professor Bassetti, da Genova, dichiara che non bisogna assecondare la “dittatura della mascherina”. Il distanziamento di almeno un metro è la miglior misura preventiva in nostro possesso. La mascherina dobbiamo usarla ma con sapienza, non serve ad esempio se andiamo a fare una passeggiata all’aperto – soprattutto ora, con il sopraggiungere del caldo.

ogni mattina 17 luglio Professor Bassetti

Ogni mattina 17 luglio, aggiornamenti sul Covid 19

Interviene in studio Renato Coen di Sky Tg24. Il giornalista è risultato positivo al Coronavirus ed Alessio racconta di aver dovuto affrontare un periodo di quarantena proprio perchè lo aveva frequentato nei giorni in cui poi è risultato affetto dal virus. Coen spiega di non essere stato colpito da una forma grave del Covid, ma di essere stato ricoverato per un periodo in ospedale e di aver avuto modo di osservare la situazione dall’interno. A suo parere i pazienti erano, per i medici, oggetto di cure, ma al contempo soggetti di interazione con cui confrontarsi sugli sviluppi del virus, per cercare di comprenderlo.

Adriana interroga Bassetti in merito alla recente notizia che i raggi ultravioletti ed il sole possano in qualche modo sconfiggere il virus.

“I raggi ultravioletti possono inattivare il virus e questo può essere utile per fare disinfestazioni in alcuni luoghi, ma non c’è una ricaduta terapeutica. Al sole può essere meno facile la trasmissione, ma non c’è grande rilevanza a livello di cura. Cerchiamo di avere cautela, bisogna avere ancora tanta tanta cautela” – afferma Bassetti.

ogni mattina 17 luglio Selvaggia Lucarelli

Interviene in collegamento Selvaggia Lucarelli, che racconta il proprio ebook – in collaborazione con la redazione di TPI – “Epidemia colposa?”. L’inchiesta indaga sui provvedimenti mancati nel corso dell’emergenza sanitaria e sugli errori commessi.

“Il modello odierno italiano, paragonato ad altri stati occidentali, funziona poichè vengono individuati velocemente i focolai” – ritiene Coen.

Ogni mattina 17 luglio, perchè non sono state chiuse città?

Un servizio ci mostra gli sviluppi del vaccino. Il Professor Crisanti ritiene che la battaglia contro il virus non sia ancora vinta e che affrettare uno sviluppo del vaccino – che in media richiede 4/5 anni – potrebbe essere dannoso. Bassetti concorda sul fatto che ci possano essere altre ondate di contagio, ma ritiene che non avranno la potenza dello “tsunami” che ci ha travolto negli scorsi mesi. “Il nostro Paese, per come si è organizzato, l’affronterà in maniera adeguata. Abbiamo affrontato la Pandemia così bene perchè abbiamo un sistema sanitario nazionale, in America il problema è che alcuni non hanno la possiblità di accedere all’assistenza sanitaria ed il virus non può essere controllato. La sanità italiana è forte, teniamocela stretta” – dichiara.

“Questo tema dell’arginare i focolai con tempestività è sicuramente la soluzione. Il problema è: avremo il coraggio di arginare i focolai qualora non siano paesini come Codogno? Avremo il coraggio di chiudere poli logistici e produttivi importanti? In Cina è stata chiusa una città di 10 milioni di abitanti. In Italia il coraggio di chiudere una città non l’abbiamo avuta. Abbiamo chiuso Codogno, ma non Piacenza ad esempio. Avremo il coraggio di chiudere zone che contano per la nostra economia? C’è stato un rimpallo di responsabilità. Lo potevano fare tutti, ma nessuno si è preso la responsabilità” – continua la Lucarelli.

ogni mattina 17 luglio

Vito Romaniello, giornalista de La Press, racconta di aver contratto il Covid 19 sul treno che prende tutti i giorni per andare a lavoro. Successivamente Romaniello è stato molto male, il polmone sinistro era gravemente compromesso. E’ stato dunque ricoverato in terapia intensiva ed è stato messo in coma farmacologico per 12 giorni. Dopo una dura battaglia, è riuscito ad uscirne ed oggi sta finalmente bene.

Ogni mattina 17 luglio, che succede in Italia

Monica Napoli ci racconta un drammatico episodio di cronaca avvenuto a Milano. Una donna di 45 anni è stata aggredita, in pieno giorno, mentre passeggiava al parco con il proprio cane. Il terribile episodio si va a sommare agli oltre 200 i casi di violenza sessuale denunciati dopo il lockdown.

Si parla dell’emergenza meteo a Palermo e dell’alluvione che ha colpito la città. Al momento non risultano persone scomparse e la città sta tornando alla normalità.

In Liguria il traffico è congestionato, i lavori in corso hanno rallentato moltissimo la mobilità e la mancanza di infrastrutture autostradali determina una situazione di blocco.

In collegamento dalla Sicilia si ricorda che oggi ricorre il primo anniversario dalla scomparsa di Camilleri.

Ogni mattina 17 luglio, violenza sui minori

Cambio argomento. Si parla di minori vittima di violenza. C’è una vera e propria rete di violenza su bambini e ragazzi. A Siena è in corso un’inchiesta che vede più di 28 indagati. Una madre, dopo aver scoperto un video di violenza sul cellulare della figlia, è andata a denunciare l’accaduto.

Attualmente, nel mondo, sono 10 milioni i bambini vittima di tratta dei minori. Questi però sono solo i dati emersi e questo fa immaginare che i numeri reali siano enormi.

Spesso le violenze sono filmate e fanno il giro del dark web. “Il video smaterializza l’altro. Se avessi assistito davvero ad una tortura o ad una violenza la mia reazione sarebbe diversa, ma attraverso il filmato non percepisco la realtà dell’accaduto” – spiega il Dottor Ballerini.

Francesca Barra, in collegamento, sottolinea l’importanza di capire il coinvolgimento in una violenza inaudita, non bisogna sottovalutare l'”errore”, dietro a questi atti c’è un vissuto molto più grave di quanto si possa immaginare.

Il rischio è che i ragazzi abbiano troppo facilmente accesso a contenuti che non sanno capire e gestire.

Ogni mattina 17 luglio, la storia di Ludovica

Daniele Piervincenzi intervista Ludovica, una ragazza che viveva in una casa-famiglia. I due si confrontano sulla difficoltà di passare da questo luogo di “protezione” ed “accoglienza” all’indipendenza che comporta la maggiore età. “Io sono entrata in casa-famiglia lo scorso anno, a 17 anni e mezzo, dopo la perdita di mia mamma. E’ stato difficile abituarsi a condividere spazi, abitudini e nuove regole. A 17 anni ho già un bagaglio grande. Ora che sono maggiorenne ho trovato un appartamento con altre ragazze e sto studiando scienze farmaceutiche all’università. Sto facendo il tirocinio in una farmacia. Sono cresciuta in un ambiente di farmacisti, lo erano sia mia mamma che mia nonna. Mi piacerebbe tanto continuare” – racconta la ragazza.

ogni mattina 17 luglio la Storia di Ludovica

Ogni mattina, Stefano Mazzucchelli e la sua bici

Adriana ed Alessio raccontano la storia di Stefano Mazzucchelli, che ha affrontato un viaggio in bici da Londra a Lonate (Italia) come omaggio al padre scomparso. “Un grande viaggio per un grande papà” – è stato il suo mantra. Stefano ha percorso 1200 km ed ha attraversato 5 paesi in soli 7 giorni. Il padre dell’uomo ha perso la vita a causa del Covid.

“Avevo pianificato tutto nei minimi dettagli, avevo un bagaglio minimo. Avevo anche un paio di ciabatte: la prima l’ho persa il giorno della partenza, la seconda l’ho abbandonata il giorno successivo” – racconta Stefano divertito.

ogni mattina 17 luglio

Stefano si commuove guardando le immagini del suo viaggio, dell’arrivo a Lonate, dell’accoglienza ricevuta. A chiudere il filmato una foto di suo padre. Racconta di essersi molto emozionato, non si aspettava di trovare tutte quelle persone al suo arrivo, sua moglie gli aveva organizzato una sorpresa. “Papà è stato con me, mi ha dato la forza” – conclude.

Anche Alessio ed Adriana si dicono commossi dall’esperienza vissuta da Mazzucchelli. “Ci hai emozionato” – rivela la Volpe.

ogni mattina 17 luglio

Ogni mattina, un’estate in montagna

Giulia Garbi spiega che gli Italiani quest’anno prediligono case vacanze nella penisola poichè la sentono più sicura e confortevole. “La parola chiave è verde. La montagna è vicina alla città, ci dà maggior sicurezza e permette di viaggiare con la propria auto. Borghi e montagna hanno il 50% di preferenze in più questa estate. Molti Italiani rimarranno nella propria regione” – rivela la Garbi.

Ivo Tarantino, di Altro Consumo, aggiunge che molti Italiani cercano una buona connessione internet perchè continuano a lavorare in smart working anche dalla casa vacanze.

Tarantino mette in guardia dalle truffe che possono avvenire online. Molto spesso il truffatore chiama dall’estero, mette fretta, sembra professionale, ha un conto straniero.

Ogni mattina, 17 luglio, dopo il break

Dopo la pausa tg, torna Ogni Mattina con il suo secondo segmento. Si parla del Motomondiale, che sarà protagonista nel weekend di TV8, e ci si sofferma su Andrea Iannone. Il pilota è in attesa di una sentenza in merito al caso di doping che l’ha visto coinvolto.

Iannone ha dichiarato di aver assunto sostanze illecite mangiando una bistecca mentre era all’estero ed ha ricevuto 18 mesi di sospensione, ora si attende di sapere quale sarà il suo destino.

In studio si parla dei gossip di cui è stato protagonista insieme alle sue fidanzate vip (Belen Rodriguez e Giulia De Lellis tra tutte).

Ogni mattina, Rotocalco: i gossip del momento

Prende il via il Rotocalco di Ogni Mattina. Si parla di Nina Moric, che sembra aver ritrovato la serenità al fianco di Vincenzo Chirico. Nina ora si dice felice ed innamorata.

ogni mattina 17 luglio Nina Moric nuovi amori

Si parla poi di Stefania Orlando ed Andrea Roncato ormai lontani a causa della gelosia della moglie di lui, Nicole. Ciacci racconta che sia la Orlando che Roncato dovrebbero entrare nella Casa del Grande Fratello e sospetta che il gossip possa essere un’operazione mediatica. Patrizia Rossetti descrive Roncato come un “playboy incredibile”.

Un altro Andrea, Damante, ha ritrovato la serenità con la ex Giulia De Lellis. La coppia sembra molto affiatata e c’è profumo di cicogna nell’aria. Andrea non esclude di diventare presto padre. Ciacci li trova noiosi: “Sono triti e ritriti, è tutto programmato, calcolato. E’ tutto sui social”.

ogni mattina 17 luglio Giulia De Lellis e Damante genitori

Si passa a parlare di Malgioglio, che ha postato un video sui social in cui è attaccato dalle oche. Dopo l’increscioso episodio Cristiano è stato però estremamente autoironico ed ha commentato: “Mi sono sempre piaciuti i pennuti”.

“Cristiano è un altro che sa bene come funzionano i social e come far parlare bene di sé. Non vai a sfrugugliare delle oche..” – commenta Ciacci.

Ogni mattina, i consigli del coach dei sentimenti

Il coach dei sentimenti, Luca Romito, consiglia una donna di 45 anni, che – seppur sposata – si è invaghita di un ragazzo di 28. “Deve scappare a gambe levate. Deve chiedersi se è invaghita o annoiata dal suo rapporto di coppia- Nella maggior parte questi casi non vanno a finire bene” – dice Romito.

Il coach aiuta poi una ragazza che ha paura della sua sensualità e che respinge i ragazzi. Le consiglia di non soffermarsi a pensare alla sua timidezza, ma di aprirsi pian piano alla conoscenza.

Ogni mattina, le pagelle di Ciacci

Il professor Ciacci dà voti alle vip in total Black:

5 per Alena Seredova con un look casual leggins e maxi maglia.

4 per Karina Cascella overdressed con monospalla e coscia scoperta

2 per Julia Roberts, che indossa un abito definito “terribile” ed un sandalo

7 per Angelina Jolie. Ciacci apprezza molto il suo outfit, “un abito couture, da Oscar, costa 60000 euro”, ma non altrettanto la posa dell’attrice nella fotografia (“sembra abbia una gamba finta”).

10 per Arisa ed il suo nuovo look punk. “Mi piace tutto quello che fa, accetto ogni suo capriccio. Si spoglia di tutti gli orpelli, è naturale” – spiega il Prof.

7 per Paola Iezzi con un look aggressive e sensuale

ogni mattina 17 luglio Iginio Massari

Ogni mattina, la Sbrisolona di Iginio Massari

Luca Calvani ci mostra il laboratorio di pasticceria di Iginio Massari. Lo chef ha scritto, insieme alla figlia, “Dolce Italia” – un libro dedicato ai dessert del nostro Paese.

“Tu per me rappresenti qualcosa di irraggiungibile, mi si apre il cuore. Grazie di questo collegamento” – dice estasiata la Volpe a Massari.

Iginio e la figlia Debora mostrano a Luca – ed ai telespettatori – come preparano la Sbrisolona.

Ecco gli ingredienti:

ogni mattina 17 luglio

Una volta mischiati gli ingredienti, l’impasto va passato attraverso un colino a maglia larga. In questo modo la pasta assume l’aspetto “sbriciolato” tipico della sua preparazione. A questo punto è preferibile posizionarlo in uno stampo circolare (senza schiacciarne la parte superiore) e va cotto al forno.

Mentre preparano la sbrisolona, Iginio e Debora si raccontano e mostrano di essere molto legati.

Ogni mattina, “Si cucina”: una ricetta mantovana

Arriva in studio Clara Zani, la chef ci insegna il cartoccio di salmone con porri uvetta e mandorle – una ricetta mantovana.

Ecco gli ingredienti:

Si taglia il porro a rondelle e si salta in padella con un filo d’olio. Si aggiunge l’uva passa, si olia la carta forno e ci si aggiunge un goccio di aceto di mele, si poggia il salmone dalla parte della pelle.

NB: Togliere la lisca dal salmone con l’aiuto di una pinzetta.

Ci si posiziona sopra il composto di porro ed uvetta. Si tagliano grossolanamente le mandorle e si aggiungono sopra al salmone. Si chiude la carta forno, a formare un cartoccio, e si mette a cuocere il tutto.

La Chef Clara ci racconta la sua storia: viene dal mondo dell’edilizia e da qualche anno ha aperto il suo ristorante da otto posti. Fa tutto da sola, è sia in cucina che in sala.

ogni mattina 17 luglio in Cucina

Si chiude così questa puntata di Ogni Mattina. Alessio Viola ed Adriana Volpe si congedano ricordandoci i film della giornata.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista pubblicista. Nata nell'epoca sbagliata. É donna del suo tempo, ma anche un po' degli anni'80 e dell'800 di Jane Austen. Ama leggere libri fino all'alba, scrivere, disegnare, creare. Guarda telefilm con una vaschetta di gelato al cioccolato d'estate e una tazza di tè bollente in inverno. La sua migliore amica è Shonda Rhimes.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

In barba a tutto 19 aprile, prima puntata per il nuovo talk di Luca Barbareschi

In barba a tutto, la prima puntata del nuovo talk show in seconda serata su Rai 3 stasera, 19 aprile. Tutti gli ospiti del padrone di casa Luca Barbareschi.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

In barba a tutto 19 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Luca Barbareschi conduce questa sera, 19 aprile in seconda serata su Rai 3, il talk live In barba a tutto. L’ultimo programma condotto in TV dall’attore e regista è stato Sbarre, trasmesso nel 2011 su Rai 2. In barba a tutto, inoltre, è anche la prima esperienza di Barbareschi come conduttore su Rai 3.

In barba a tutto è trasmesso in diretta per espressa volontà del conduttore. Nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma, infatti, Barbareschi ha più volte ribadito la necessità di andare in onda live, per dare agli spettatori la sensazione di trovarsi di fronte a uno spettacolo teatrale. 

Al momento sono previste otto puntate di In barba a tutto, trasmesse ogni lunedì in seconda serata, dalle 23.15, su Rai 3. Nello studio televisivo del talk, pensato come un piccolo loft dotato anche di un tavolo da biliardo, Barbareschi conduce interviste “politicamente scorrette”, in contrasto, come ha affermato lui stesso, con la filosofia dilagante in tv del politically correct a tutti i costi.

Ogni serata è contraddistinta da tre temi portanti intorno ai quali ruotano altrettante interviste. Gli ospiti confermati della prima puntata sono Luca Perri, 35 anni, astrofisico e i cantanti e artisti Morgan e Katia Ricciarelli. Con loro Barbareschi discute i tre temi: Scienza e romanticismo – Essere contro – Il mondo della lirica è maschilista? 

In barba a tutto 19 aprile, la diretta con l’astrofisico Luca Perri

“Hanno preparato due persone attaccate a una spina gigante, pronti a staccarla se dovessi dire qualcosa di inadeguato” inizia Barbareschi all’esordio di In barba a tutto questa sera, 19 aprile. Che subito inizia a proporre alcune delle sue provocazioni. “Il virus più pericoloso è quello della stupidità.” esclama.

Il primo ospite in studio con Barbareschi è Luca Perri, astrofisico. “Cosa cade dal cielo quando vediamo le stelle cadenti?” chiede il conduttore. “Alle volte sul pacifico potrebbero essere le deiezioni degli astronauti che si incendiano a contatto con l’atmosfera” racconta Perri. L’astrofisico racconta quello che succede agli astronauti alle prime esperienze a gravità zero. “Non è piacevole, intestino e stomaco sballonzolano nel corpo ad esempio.” risponde Perri. “Inoltre si diventa più alti, perché non c’è il peso a schiacciarci. La testa si gonfia, e il cuore si sfericizza. Si perde massa ossea e massa muscolare: andare nello spazio fa abbastanza male” prosegue Perri.

In seguito, Luca Perri e Barbareschi discutono del movimento terrapiattista. “E’ l’unico movimento complottista senza movente. Chi dovrebbe giovare della menzogna della terra tonda?” si chiede Perri. L’astrofisico, poi, racconta di quando ha tentato di vincere un Ignobel: un premio assegnato alle più assurde, ma reali e comprovabili, ricerche scientifiche del pianeta. “Ad esempio è stato dimostrato che il 95% dei cani defeca guardando a nord, perchè percepiscono il campo magnetico terrestre”.

In barba a tutto 19 aprile

In barba a tutto 19 aprile, l’intervista con Morgan

Morgan e Barbareschi si danno la mano per salutarsitanto poi ce le laviamo” afferma Barbareschi. “Com’è bello farsi la mano” esclama il conduttore. “Non potresti vestirti normale? Devi per forza essere vestito da genio?” chiede Barbareschi. “Io faccio spettacolo, questo è il mio abito.” risponde Morgan.

Poi parlano dei Maneskin, e delle ragioni per cui hanno censurato il loro brano in rispetto del regolamento dell’Eurovision. Cosa che non hanno fatto in occasione di Sanremo. “Non sto facendo l’apologia dei Maneskin, non so chi siano. Ma credo la loro scelta sia saggia, è autocensura. Riguardo i Maneskin, non sono in maschera. E’ maschera la parrucca di Amadeus, Achille Lauro. I Maneskin mi sembrano reali” dichiara Morgan. “Non si travestono, fanno spettacolo, show. E’ la commedia dell’arte. E’ un travestimento quando dietro c’è il vuoto.” continua il cantante. 

Il conduttore chiede a Morgan chi sia il più popolare, secondo lui, fra Aristotele, Platone e Gesù. “Popolare non è pop, e trasgressivo non si può dire di sè stessi” risponde Morgan. “Per me questo è il miracolo. Lazzaro era uno che non camminava perchè lo convincevano che non poteva. Arriva Gesù e gli dice che può camminare, allora lui l’ha fatto” continua. Poi risponde alla domanda. “Gesù era uno che ha rotto le scatole, ma era gentile. Probabilmente è lui il più rivoluzionario” dice Morgan.

Infine, Morgan e Barbareschi discutono sull’uso del sangue e della violenza nell’arte e nei messaggi di alcuni artisti moderni. “Nel 1800 usavano sangue e violenza nell’arte. Oggi l’arte deve essere edificante” risponde Morgan. Infine, Morgan canta accompagnato dall’orchestra di Barbareschi Life on Mars, di David Bowie.

La musica classica con Katia Ricciarelli

“Oggi nessuno sa più leggere la musica dagli spartiti. Per questo l’unica con cui potevo parlare di musica è Katia Ricciarelli. Perchè non sono nati nuovi Mozart, Rossini in questo periodo?” chiede Barbareschi. “Siamo troppo indietro, quando saremo morti li osanneranno forse” risponde la Ricciarelli.

“Se la Olimpia la dovesse fare un LGBT non potrebbe, non è assurdo il politically correct oggi?” continua Barbareschi. “Trovo che in realtà Mozart sia molto attuale ad esempio. E’ chiaro che alcuni testi sono particolari.” afferma la Ricciarelli. “Il melodramma è nato per smuovere ed emozionare, c’erano un sacco di violenza e omicidi nel melodramma italiano. E poi? Il Rigoletto oggi spaccia droga e beve continuamente. Il melodramma non si può fare troppo moderno, è naturale.” prosegue la Ricciarelli.

“Non farmi dire cose che non esistono: nel melodramma canti solo se hai la voce. Non c’è maschilismo nella musica oggi.” dichiara la Ricciarelli. “Allo stesso modo non si può cantare la musica normale con una voce lirica.”.

Il conduttore chiede alla Ricciarelli se avrebbe voglia di insegnare. “Io insegno ovunque vada. Spesso incontro giovani cantanti quando viaggio, organizzo dei corsi e mi piace molto insegnare a chi non può viaggiare per imparare. C’è bisogno di una guida in questo mondo tremendo” afferma la Ricciarelli.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

L’Eredità Monica si riconferma campionessa del game show, ma non vince

La nuova campionessa de L'Eredità, Monica da Roma, tenta di conquistare nuovamente il titolo e vincere il montepremi in palio. Si conferma campionessa, ma anche stasera non vince il montepremi in palio: 15.000 Euro.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

L'Eredità Monica
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 19 aprile 2021 alle 18.45, su Rai 1 Monica, professoressa di Roma, ha difeso il titolo di campionessa del game show L’Eredità per la quinta sera consecutiva. Tuttavia, non ha vinto il montepremi in palio.

Nel corso della puntata de L’Eredità di sabato 17 aprile, Monica era riuscita ad eliminare Francesco Simonetta, più volte campione del game show condotto da Flavio Insinna. Tuttavia, sia il 17 che  il 18 aprile, quando si è riconfermata campionessa, Monica non è riuscita a vincere il montepremi accumulato. Infatti, per due sere consecutive ha sbagliato la risposta del gioco conclusivo la Ghigliottina.

Può tentare nuovamente la scalata al montepremi questa sera, 19 aprile, sfidando nuovi concorrenti nei giochi in sequenza previsti dal format. Giochi che sono: L’una o l’altra, seguito da Le quattro date; e poi ancora i Paroloni, il Triello e, infine, la Ghigliottina.

Vi ricordiamo che potete seguire il game show L’Eredità anche sul sito dedicato RaiPlay.

Eredità Monica

L’Eredità, i concorrenti che sfidano Monica

Inizia la puntata. Monica la campionessa questa sera dice questa sera di voler “centrare l’obiettivo“. Una battuta, dato che la parola da indovinare nel gioco Ghigliottina dell’ultima puntata era proprio obiettivo. Poi sono presentati a giro i concorrenti, nel corso del gioco di apertura degli Abbinamenti, al quale la campionessa non partecipa. Si inizia da Claudia di Roma, laureata in lingue e Project Manager per una società organizzatrice di eventi. Poi c’è Roberto, anche lui Project Manager per un’azienda di telefonia. E’ lui il primo a sbagliare, ottenendo un’ammonizione.

Quindi c’è Benedetta, laureata in archeologia classica, romana e greca. Si prosegue con Ruggero, amante dei gatti tanto da ospitarne ben 7 in casa. E poi c’è Valeria, che confessa di essere più preoccupata dal gioco degli Abbinamenti che dagli altri del game show. Segue Matteo, laureato in ambito economia e marketing internazionale.

Il giro è terminato, e Roberto deve sfidare Claudia, scelta dalla campionessa Monica in quanto nessun altro ha sbagliato la serie di risposte degli Abbinamenti. Alla fine è Roberto a spuntarla, proseguendo nel gioco.

L’eredità Monica, L’una o l’altra

Nel gioco L’una o l’altra i concorrenti devono ora indovinare quale tra due possibili risposte è quella corretta alla domanda fornita dal conduttore. La prima a sbagliare è Benedetta, seguita da Matteo. Anche la campionessa Monica fa subito il suo primo errore. Il giro continua, e anche Valeria accumula un errore. Il primo a cadere nel doppio errore è Matteo, che punta il dito contro Benedetta.

Inizia un nuovo confronto a tempo tra i due concorrenti, per stabilire chi dei due sarà eliminato. Alla fine Matteo viene eliminato, e Benedetta ottiene il suo montepremi da 10.000 Euro.

Le quattro date

Il gioco delle quattro date inizia. I concorrenti devono indicare in che anno si sono svolti determinati eventi scegliendo tra quattro possibilità: 1934, 1947, 1961 o 1989. La campionessa inanella due risposte corrette di seguito. Poi, Roberto è nuovamente il primo a commettere un doppio errore. Così, decide di sfidare in un testa a testa Benedetta, appena uscita vincitrice da un precedente confronto.

A venire eliminato dopo una sfida molto combattuta è Roberto.

Eredità Monica

I Paroloni

Inizia il gioco dei Paroloni. La prima parola di cui i giocatori devono individuare la definizione è Forbotto. Dopo due giri completi nessuno ha ancora indovinato la risposta esatta. Alla fine è la campionessa Monica a indovinare: un Forbotto è un colpo. La parola deriva dal verbo forbottare.

Quindi, la seconda parola con cui i giocatori sono messi a confronto è Tamburlano. Immediatamente, la concorrente Benedetta indovina che il Tamburlano è un asciuga-biancheria. Così, si devono sfidare Ruggero e Valeria, per decidere chi parteciperà al gioco semifinale del Triello. Anche in questo caso la sfida è serratissima, ma Ruggero capitola sul finale, e vanno al Triello la campionessa Monica, Benedetta e Valeria.

Il Triello: Monica si riconferma campionessa a L’Eredità

I montepremi all’inizio del Triello sono i seguenti: 10.000 per Monica, 40.000 per Benedetta e 20.000 per Valeria. Monica la campionessa è la prima a scegliere la materia: Italiano. Indovina la risposta, e sceglie la materia successiva: Letteratura. Dopo tre risposte indovinate di seguito, Monica si porta a 90.000 Euro.

Di rientro da una breve interruzione pubblicitaria, Monica sbaglia la risposta nella categoria Musica, e passa il turno a Valeria. La concorrente raggiunge così i 40.000 Euro, e sbaglia la risposta alla domanda in materia di Curiosità. Anche Benedetta sbaglia, e persino la campionessa Monica non indovina. Così, è di nuovo Valeria a indovinare, accumulando altri 30.000 Euro, per un totale di 60.000 Euro. Valeria prosegue la sua serie di risposte positive, arrivando a 70.000 Euro di montepremi. Sbaglia la risposta, e si passa a Benedetta. Quindi, dopo un altro errore, di nuovo a Monica.

Alla fine, è proprio la campionessa Monica a confermarsi vincitrice del Triello anche questa sera, con un montepremi da 120.000 Euro. Prima di procedere con la Ghigliottina, però, Monica deve indovinare le risposte ad altre due domande. Monica riesce nell’impresa, e resta la campionessa di L’Eredità anche questa sera.

Eredità Monica

La Ghigliottina

Inizia il gioco finale, si gioca per 120.000 Euro. La prima scelta è tra le parole Amica o Fatica. La parola scelta da Monica, Amica, è sbagliata. Segue la scelta fra Museo e Liceo, al che Monica seleziona Museo, indovinando. Quindi, le ultime parole della Ghigliottina di questa sera sono Vincere, Italiana e Pubblico Ufficiale. Monica sbaglia due delle quattro parole a disposizione, portandosi a 15.000 Euro di Montepremi.

Ricapitoliamo le parole che suggeriscono la risposta corretta alla Ghigliottina per questa sera, 19 aprile 2021:

  • Fatica
  • Museo
  • Vincere
  • Italiana
  • Pubblico Ufficiale

Monica ha scritto la parola “Medaglia“. Vincere una medaglia, una medaglia italiana alle olimpiadi. Esiste il museo delle medaglie, spiega Monica. Il pubblico ufficiale, afferma, può attribuire una medaglia. Quanto a Fatica, “Qualcuno che ha faticato tanto da vincere una medaglia” scherza Monica. La parola, spiega subito Insinna, è sbagliata. Infatti, la parola della Ghigliottina di questa sera era RESISTENZA. Resistere alla fatica, il Museo della Resistenza, Vincere la resistenza di qualcuno. E poi la Resistenza Italiana durante la guerra, e resistenza al Pubblico Ufficiale, un reato. Voleva essere una dedica degli autori alla tua Resistenza, e alla Resistenza al dolore e alla malattia che stiamo dimostrando come Paese in quest’anno.”.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Domenica In 18 aprile: tra gli ospiti Sabrina Ferilli e i Ricchi e Poveri, tornano i Coma Cose

Tutti gli ospiti e le anticipazioni sulla trentaduesima puntata della trasmissione condotta da Mara Venier.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Domenica In ospiti 18 aprile Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica in torna in video il 18 aprile, con ospiti in studio ed in collegamento. L’appuntamento con la trentaduesima puntata è su Rai 1 alle ore 14:00. Il contenitore festivo è condotto da Mara Venier e trasmesso in diretta dagli Studi Fabrizio Frizzi di Roma.

Domenica in ospiti 18 aprile Sabrina Ferilli

Domenica In ospiti 18 aprile, Sabrina Ferilli, Rocio Munoz Morales

Nella puntata del 18 aprile Mara Venier accoglie in studio Sabrina Ferilli. Nel corso dell’intervista l’attrice si racconta tra carriera e vita privata, dagli esordi al successo. Oltre ad aver interpretato Svegliati amore mio, serie diretta da Simona Izzo e Ricky Tognazzi, è stata anche la giudice popolare dello show Tu si que vales.

Torna a Domenica In anche Rocio Munoz Morales. L’attrice spagnola presenta in anteprima il suo primo romanzo in uscita il 22 aprile. Ha per titolo Un posto tutto mio e racconta la storia di Camilla, una donna che vive a Madrid. Arriva in Italia per vendere la masseria ereditata dalla madre ed intraprende un viaggio tra ricordi e leggende popolari. La Morales ha inoltre terminato di girare il film Troppa Famiglia e sta preparando la fiction Giustizia per tutti accanto al compagno Raoul Bova.

Domenica In ospiti 18 aprile Ricchi e poveri

Domenica In, Ricchi e Poveri, Coma Cose

Nello spazio dedicato all’intrattenimento musicale Mara Venier ospita in studio i Ricchi e Poveri. Dopo una breve intervista su episodi legati alla carriera, interpretano dal vivo i loro brani più amati. Hanno recentemente partecipato allo show Il Cantante Mascherato nel ruolo del Baby Alieno. E lo scorso 23 febbraio Rai 1 ha dedicato loro uno speciale in prima serata per la reunion con Marina Occhiena, avvenuta nel 2020 sul palco dell’Ariston.

Nella puntata del 18 aprile tornano anche i Coma Cose. Il duo musicale presenta l’ultimo album intitolato Nostralgia che contiene il singolo Fiamme negli occhi. E’ il brano che hanno presentato al Festival di Sanremo e che ha ottenuto la certificazione Disco d’Oro.

E’ prevista anche la presenza di Vincenzo De Lucia che, come ogni settimana, propone l’imitazione di un personaggio femminile del mondo dello spettacolo.

Spazio all’informazione con la campagna vaccinale anti Covid

In apertura di puntata Mara Venier si occupa della campagna vaccinale Anti Covid. Intervengono il Prof. Francesco Vaia, presente in studio, ed il Prof Matteo Bassetti da remoto. Il Direttore Sanitario dell’Istituto Spallanzani e il Direttore della Clinica Malattie Infettive del San Martino di Genova illustrano ai telespettatori gli ultimi dati sui contagi. Ma si soffermano anche sull’andamento della somministrazione dei vaccini e sulle varianti del virus.

Al dibattito partecipano, in collegamento, anche il giornalista Alessandro Sallusti e Letizia Moratti, Vicepresidente della Regione Lombardia e Assessore al Welfare. E’ presente anche Donatella Rettore, che è in attesa del suo turno per il vaccino.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it