AmaSanremo 29 ottobre 2020, le prime esibizioni dei finalisti, vincono M.e.r.l.o.t. e Wrongonyou


Amadeus è il direttore artistico delle cinque serate di AmaSanremo. L'evento sceglierà i 6 giovani artisti Che approdano a Sanremo 2021. Questa sera vincono M.e.r.l.o.t. e Wrongonyou.


Il primo dei cinque appuntamenti previsti per AmaSanremo è in onda questa sera, 29 ottobre 2020, su Rai 1. L’evento, condotto da Amadeus, è trasmesso in diretta a partire dalle 22.45 anche su Rai Radio 2.

Per questa edizione di Sanremo Giovani si erano iscritti in 961, ma solo 60 cantanti avevano superato le prime selezioni. Oggi, sono solo 20 i giovani scelti per esibirsi nel corso delle 5 serate di AmaSanremo. Soltanto 6, infine, approderanno nella sezione Nuove Proposte del Festival, e potranno esibirsi sul palco dell’Ariston.

Nel corso di ogni puntata, della durata di un’ora circa, si esibiscono 4 artisti. Inoltre, ogni sera è ospite della storica Sala B di via Asiago un diverso cantante professionista che ha iniziato la sua carriera a Sanremo Giovani. Con Amadeus anche un “ospite amico” del mondo del Festival diverso per ogni puntata; chiamato per raccontare la propria esperienza e descrivere il suo Sanremo con semplicità.

Infine, il compito di valutare le esibizioni spetta a una giuria di addetti ai lavori e professionisti della musica; composta da Morgan, Piero Pelù, Luca Barbarossa e Beatrice Venezi. Ma sono da considerare anche il voto della Commissione Musicale di Sanremo e il Televoto degli spettatori da casa.

AmaSanremo 29 ottobre 2020, i 20 cantanti in gara

I 20 artisti di AmaSanremo e le rispettive canzoni originali presentate sono:

  • Alioth – “Titani”,
  • Avincola — “Goal!”
  • Thomas Cheval – “Acqua Minerale”
  • Chico – “Figli Di Milano”
  • Davide Shorty – “Regina”
  • Folcast – “Scopriti”
  • Galea – “I Nostri 20”
  • Gaudiano – “Polvere Da Sparo”
  • Gavio – “La Mia Generazione”
  • Ginevra – “Vortice”
  • Hu – “Occhi Niagara”
  • I desideri – “Lo Stesso Cielo”
  • Le larve – “Musicaeroplano”
  • M.e.r.l.o.t – “Sette Volte”
  • Murphy – “Equilibrio”
  • Nova – “Giovani Noi”
  • Scrima –“Se Ridi”
  • Sissi – “Per Farti Paura”
  • Wrongonyou – “Lezioni Di Volo”
  • Greta Zuccoli – “Ogni Cosa Sa Di Te”

Vi avvisiamo però che l’elenco non è in ordine di presentazione.

AmaSanremo 29 ottobre 2020, la diretta

“Siamo ospiti della Radio, è una cosa nuova” afferma Amadeus. “La padrona di casa è lei, Emma Stoccolma” continua il conduttore, presentando dapprima la conduttrice radiofonica, e poi  i giudici e il co-conduttore: Riccardo Rossi. 

I primi quattro artisti che si esibiranno stasera sono già pronti sul palco. Sono M.e.r.l.o.t., Ginevra, Wrongonyou e Gavio. Amadeus ricorda che i telespettatori possono votare il loro cantante preferito da casa. “I brani sono anche già editi su RaiPlay” prosegue Amadeus.

Le prime esibizioni

Il primo a esibirsi è Mario Schiavone, noto anche come M.e.r.l.o.t.. E’ molto emozionato. La sua canzone si intitola Sette Volte. La sua canzone riceve un 6 da Luca Barbarossa. “Mi tengo un po’ basso ancora, ma sei stato bravo” afferma. Il pezzo piace molto anche a Morgan, che gli dà un 9. Anche Beatrice Venezi apprezza, il suo voto è 8. “Hai uno dei nomi più belli di tutti, potresti fare un duetto con Negramaro” scherza Piero Pelù. Anche da parte sua molti complimenti, ma anche qualche critica agli aspetti compositivi: dà a Schiavone un 6. Il totale dei voti è 29.

Riccardo Rossi, intanto, scherza sulle origini di Sanremo Giovani. “Pippo (Baudo) aveva inventato la tv, il telecomando, il cubo di Rubik. Mentre tornava a casa una sera il cielo si squarcia e mostra la parola Giovani.” afferma.

Sale sul palco Ginevra, nome completo Ginevra Lubrano, la seconda giovane ad esibirsi. La sua canzone si intitola Vortice. Il tempo è poco, e ai giudici è richiesto di comprimere i loro giudizi. Ginevra riceve: un 9 da Barbarossa, un 10 da Morgan e da Beatrice Venezi. Infine, Pelù le dà un 7. Per un totale di 36 punti. 

Viene rivelata l’ospite di stasera: Arisa, che canta la sua nota hit “Sincerità“.

AmaSanremo 29 ottobre

Le ultime esibizioni

Arriva il turno di Marco Zitelli, in arte Wrongonyou, il terzo artista a esibirsi. La sua canzone è Lezioni di Volo. Luca Barbarossa apprezza particolarmente. “Ti seguo da quando scrivevi canzoni in inglese. Sei bravissimo” afferma. E dà al ragazzo 10. Voto condiviso anche da Morgan, Beatrice Venezia e Piero Pelù. Il totale è un perfect score, 40. 

Il tempo è tiranno e le esibizioni si susseguono rapidissime. Il quarto a esibirsi è Gianfrancesco Cataldo, in arte Gavio. La sua canzone si intitola “La mia generazione“. Piero Pelù da un 9 all’artista, ritenendo troppo retorico il suo ritornello. La Veneziani è dubbiosa, il testo le piace, la musica meno. Dà a Gavio un 7. Anche Morgan è poco convinto. Il suo voto è un 8. “Sono stato alto con i voti, voglio premiarvi” commenta. Infine, Barbarossa è colpito dal testo. Il suo voto è 6. Il totale delle valutazioni è 30. 

Amadeus ricorda che solo 2 dei cantanti di questa sera andranno direttamente a Sanremo, per disputare a Dicembre la finalissima e giocarsi il posto a Sanremo giovani. Poi, Arisa canta La Notte, altra sua nota hit.

Infine, i risultati del televoto, che combinati con le valutazioni delle giurie delineano la classifica definitiva di questa sera. La Classifica parziale è la seguente: quarto M.e.r.l.o.t., terzo Gavio, seconda Ginevra e primo Wrongonyou. La Classifica con il televoto, invece, ha al quarto posto Ginevra, al terzo Gavio, secondo Wrongonyou e primo M.e.r.l.o.t..

Infine, questa è la Classifica definitiva, che considera anche i voti della commissione musicale. Quarto Gavio, terza Ginevra, secondo Wrongonyou, primo M.e.r.l.o.t.



0 Replies to “AmaSanremo 29 ottobre 2020, le prime esibizioni dei finalisti, vincono M.e.r.l.o.t. e Wrongonyou”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*