Ci vediamo al cavallo diretta 22 dicembre: gli sketch più famosi di Convenscion


Enrico Bertolino riunisce tutti i protagonisti di Convenscion per una serata speciale in onda in alla Vigilia delle festività natalizie.


Martedì 22 dicembre, alle 22:50 su Rai 2, è andato in onda Ci vediamo al cavallo.

Enrico Bertolino ha deciso di riunire in uno speciale tutti i protagonisti di Convenscion. E’ il programma da lui condotto dal 1999 al 2002, insieme a Natasha Stefanenko. E che ha reso celebri molti comici. Sul palco infatti si alternavano svariati personaggi come Francesca Reggiani, Neri Marcorè, Ubaldo Pantani, Ale e Franz e tanti altri.

Per l’occasione Bertolino ha deciso di incatenarsi al noto quadrupede in bronzo di Viale Mazzini, realizzato da Francesco Messina. E solo durante la puntata scopriremo il motivo del suo gesto.

A Ci vediamo al cavallo telespettatori possono rivedere gli sketch più celebri della trasmissione. Da Sergio Friscia che imita il Commissario Montalbano, a Max Tortora che interpreta Alberto Sordi e Luciano Rispoli.  Ma oltre alla messa in onda di filmati nostalgici, i comici di allora si cimentano anche in nuovi monologhi. Inoltre il cast di Convenscion si arricchisce anche di due new entry: Barbara Foria e Arianna Porcelli Safonov. 

Ci vediamo al cavallo 22 dicembre friscia

Ci vediamo al cavallo 22 dicembre, diretta, Rai 2

La diretta del 22 dicembre di Ci vediamo a cavallo inizia con Enrico Bertolino che, dormendo nel suo letto, sogna tutti i protagonisti di Convenscion. L’indomani raggiunge la sede Rai di Viale Mazzini per incatenarsi al cavallo. L’intento è di spronare la Rete ha reinserire nei palinsesti programmi in cui vige la sana comicità.

Successivamente Bertolino si collega con il Commissario Montalbano, interpretato da Sergio Friscia, per trovare qualcuno che lo sostenga nel progetto. Al Commissario invia un lungo filmato che deve trasmettere in tv. Si tratta di un mix di alcuni sketch di Convenscion.

Ci vediamo al cavallo 22 dicembre tortora

Si inizia da Max Tortora che imita l’indimenticabile Alberto Sordi, di cui quest’anno ricorre anche il centenario della nascita. Seguono poi Ale e Franz. Una voce fuori campo suggerisce ad Alessandro Besentini come poter superare il colloquio di lavoro con Francesco Villa.

Invece in un altro Rvm Enrico Bertolino e Max Tortora interpretano due chirurghi. Devono salvare la vita ad un paziente ma quest’ultimo viene distratto da una donna affascinante.

Rosalia Porcaro invece interpretava il personaggio di Veronica l’operaia, che lavorava in una fabbrica di borse. E che tentava di difendere i diritti dei lavoratrici.

ci vediamo califano

Ci vediamo al cavallo Foria, Reggiani, Safonov 

Al rientro dalla pubblicità si susseguono altri sketch. Max Tortora imita stavolta Franco Califano mentre sta per staccare un assegno alla ragazza con la quale ha trascorso una notte di passione. Dopodiché si vanta delle donne che avrebbe conquistato, tra le quali Amanda Lear.

ci vediamo foria

Barbara Foria invece interpreta un’immunologa che è diventata famosa grazie al Covid. Prima del virus lavorava come chirurgo estetico. Ma dopo lo scoppio della pandemia ha scelto di cambiare specializzazione per essere sempre presente in televisione nei dibattiti sul virus. La Foria spiega a Montalbano di essere affezionata a Convenscion e di conservare nel proprio pc alcuni filmati tratti dal programmi.

Tra questi c’è anche lo stesso Friscia. Ne Le avventure di Montalbano lavorava con alcuni personaggi della serie tv La Squadra per risolvere dei casi. Appaiono infatti in video Pietro Guerra (Massimo Bonetti) e Antonio Ramaglia (Mario Porfito).

ci vediamo versace

Invece Francesca Reggiani all’epoca imitava Donatella Versace; mentre si allena nella propria abitazione. E illustra ai telespettatori come sarà la sua prossima collezione di moda. Ha deciso di utilizzare nuovi materiali per i suoi abiti, come le parti intime degli orsetti.

Ci vediamo al cavallo 22 dicembre vallet

A Ci vediamo a cavallo interviene in collegamento Natasha Stefanenko che lamenta di non essere stata contattata per la reunion. All’epoca di Convenscion, oltre a condurre, insegnava alle vallette tv come diventare mogli di calciatori.

La soubrette lancia il video Arianna Porcelli Safonov. Interpreta la Presidente dell’associazione femminista “Fronte liberazione di esseri superiori e dunque donne”. Spera che al più presto tutte le parole maschili vengano declinate al femminile.

Dopodiché rivediamo la parodia di Zorro. Tullio Solenghi recitava il ruolo “Zovvo”, un giustiziere mascherato omosessuale. Gli altri protagonisti erano, tra gli altri, Sergio Friscia ed Eva Henger. Lo Stesso Tullio Solenghi imita poi anche il giornalista Giampiero Mughini.

Ci vediamo al cavallo 22 dicembre ubaldo

Ci vediamo al cavallo 22 dicembre gli altri sketch di Convenscion

Nella diretta del 22 dicembre di Ci vediamo a cavallo, appare anche Ubaldo Pantani mentre si aggira senza veli tra il pubblico di Convenscion.

All’epoca Enrico Bertolino interpretava il leader del Partito nientista italiano. Durante un’intervista cerca di convincere gli elettori a votarlo in base al proprio programma politico. Appaiono in video nuovamente Max Tortora e Tullio Solenghi. Il primo imita Michele Santoro che su Rai 2 conduceva la trasmissione Annozero. Mentre Solenghi interpreta il cardinal Vesponi, parodia di Bruno Vespa.

Torna anche Arianna Porcelli Safonov. Attraverso il suo monologo spiega ai telespettatori che ormai in televisione non c’è più spazio per i comici. Segue poi la parodia del quiz game Chi vuol essere milionario? nel quale Gessica Gusi partecipava come concorrente. E l’imitazione di Salvo Sottile da parte di Sergio Friscia.

Infine Sabrina Impacciatore fingeva di essere una concorrente del Grande Fratello che ha esordito nel 2000.



0 Replies to “Ci vediamo al cavallo diretta 22 dicembre: gli sketch più famosi di Convenscion”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*