La Settimana Tv 16-23 marzo – Il Meglio e il Peggio della programmazione


La Settimana Tv 16-23 marzo - Il Meglio e il Peggio della programmazione. Barbara d'Urso al traguardo, Paola Ferrari su di giri e Cristina Parodi senza benzina


Una settimana tv caratterizzata dal cullarsi sugli allori dei soliti noti delle fiction di Raiuno, ovvero Il Commissario Montalbano e Don Matteo. Come di consueto grandi ascolti (oltre 6 milioni e 26%) e super gradimento da parte del pubblico over della rete ammiraglia che plaude ai suoi eroi preferiti, tanto bravi quanto lenti.

Trainata dai 6 milioni di Striscia la Notizia, L’Isola dei famosi ha vinto la serata tv di martedì con una media di oltre 4 milioni e mezzo di spettatori e il 25% circa di share. Va forte soprattutto in seconda serata, quando crea più di un problema al Porta a Porta di Bruno Vespa. Il tutto nella settimana in cui Barbara D’Urso ha annunciato che condurrà pure il Grande Fratello. Oramai a Carmelita consegneranno pure le chiavi di Cologno, che diventerà la sua dimora. Nel pomeriggio festivo a Domenica Live ben 3 milioni e 300mila spettatori hanno visto l’intervista a Loredana Lecciso con il 19% di share.

Per quanto riguarda le prime va detto che il The Voice italiano ha fatto un ascolto in media con le attese (la doppia cifra) ma non ha entusiasmato più di tanto. Più o meno si tratta della solita “menata”, vista e rivista in tutti i talent, con i giudizi più o meno discutibili. A movimentare la scena ci pensano, di tanto in tanto, Al Bano e J-Ax, due istrioni di talento.
Piace Ambra Angiolini quando pettina i sentimenti e gli amori travagliati assieme al suo partner di Cyrano su Raitre, quel Massimo Gramellini che al buongiorno ha aggiunto la buonasera in tv al venerdì. Esordi positivi per Salvo Sottile con Prima dell’Alba su Rai3 e tutto sommato anche per Rita dalla Chiesa con Ieri oggi italiani su Rete4. Settimana ok per Paola Ferrari che trascina all’11% S’è fatta notte con Maurizio Costanzo su Raiuno e la domenica su Raidue si porta a casa la coppa come trasmissione sportiva più seguita: Novantesimo minuto batte pure la Domenica Sportiva. Boom lunedì sera in prima serata per Pio e Amedeo con EmiGratis al 10% su Italia 1.

Continuano a crescere gli ascolti dei talk di La7. Il diMartedì di Giovanni Floris ha superato l’8% di share e viaggia intorno ai 2 milioni di spettatori. Bene anche Corrado Formigli, che con PiazzaPulita è al 7%, e Massimo Giletti alla domenica con il 6,5% di Non è l’Arena. In ripresa da qualche settimana anche #cartabianca che ha superato il 5% in prima serata, mentre la striscia quotidiana va sempre bene (intorno al 9%). Quinta Colonna invece si difende ma non decolla, nonostante Paolo Del Debbio ce la metta tutta. Bene Storie Maledette all’8%.

Carlo Conti ha constatato con mano che i David di Donatello non sono né SanremoTale e quale Show. La serata è stata vinta in volata ma con il minimo sindacale, il 14% di share. Perde colpi la fiction il Cacciatore di Raidue, scesa al 7,5%. Sempre peggio Domenica In devastata dalla d’Urso e la fiction Furore di Canale 5. Fabio Fazio fa il minimo garantito, anche perché domenica sera è stato indebolito da due posticipi in diretta di serie A con Napoli e Lazio in campo. Il MasterChef delle celebrità appassiona molto di meno di quello tradizionale (solo il 2% su SkyUno) mentre la prima del Costanzo Show fa buoni ascolti (15% circa) e al giovedì sera dà vita a un testa a testa con Porta a Porta, con Vespa che dalla sua ha il traino di Don Matteo.



0 Replies to “La Settimana Tv 16-23 marzo – Il Meglio e il Peggio della programmazione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*