Imma Tataranni – sostituto procuratore: L’estate del dito – trama, cast, finale


Replica della serie con protagonista Vanessa Scalera. Set delle indagini del sostituto procuratore è Matera.


Questa sera va in onda la prima puntata, in replica, della serie Imma Tataranni – sostituto procuratore. Si tratta di una fiction ambientata a Matera in sei puntate in onda su Rai 1.

Imma Tataranni – sostituto procuratore: L’estate del dito – regia, protagonisti, dove è girato

La Tataranni, interpretata da Vanessa Scalera, ha quarantatré anni, è sostituto procuratore presso la Procura di Matera, ha un carattere ruvido e tenace. É sposata ed il marito Pietro (Massimiliano Gallo) è sempre stato suo complice. I due hanno un’ottima intesa fra le lenzuola e ruoli ben definiti: lui è accondiscendente, lei è determinata e granitica. Il suo unico punto debole è la figlia, una sedicenne che la mette in difficoltà perché ha nei suoi riguardi un atteggiamento di continua sfida. Sempre alla ricerca della giustizia e dell’onestà, Imma non ama l’ipocrisia e le mezze misure. Per questo ha molti nemici: non è simpatica alla maggior parte dei suoi colleghi. Ma il suo mestiere lo sa fare bene e per questo è molto stimata.

Nel cast ci sono anche: Carlo Buccirosso, procuratore capo di Matera, Alessandro Vitali, Alessio Lapice, Cesare Bocci, Giuseppe Zeno e Giampaolo Morelli. La regia è di Francesco Amato. La colonna sonora è di Andrea Farri.

Le riprese si sono svolte in Basilicata, in particolare a Matera, città dei Sassi, e Metaponto frazione del comune di Bernalda a pochi chilometri dalla stessa Matera.

Imma Tataranni location

Imma Tataranni – sostituto procuratore: L’estate del dito – trama

Nella prima puntata la Tataranni è in vacanza a Metaponto insieme alla sua famiglia. Sembra finalmente poter godere di un periodo di riposo. Ma accade in evento inaspettato e sconvolgente destinato a interrompere la sua sospirata vacanza: mentre sta nuotando avvista un dito di donna ricoperto di tatuaggi che galleggia nell’acqua.

Il dito diventa un chiodo fisso per la Tataranni. Ed ha ragione perchè alcuni giorni dopo vengono ritrovati un braccio e una gamba.  Taccardi, l’anatomopatologo, conferma che appartengono alla stessa persona.

Il sostituto procuratore pensa ad un omicidio e interrompe la vacanza. Torna in procura dove conosce per la prima volta il nuovo procuratore Vitali (Buccirosso). Imma lavora con l’appuntato Calogiuri (Alessio Lapice). Iniziano le indagini e sembra che il dito possa appartenere ad una casalinga feritasi durante un incidente domestico.

La donna, però, non ha tatuaggi. Grazie ad altre approfondire indagini, si scopre che il dito appartiene ad Aida, una ragazza marocchina che aveva frequentato Metaponto e il lido dove si trovava proprio Imma.

Finale del primo episodio

Una coincidenza? Sembra proprio di no. La Tataranni ha fretta di concludere il caso quando l’assassino le scrive una lettera in cui la sfida a trovare la verità. La donna capisce che non si tratta di un mitomane. E ne ha la conferma quando sparisce il gestore del lido. L’uomo aveva fatto in tempo a svelare a Imma di aver visto Aida insieme ad un attore che, però, fornisce un alibi di ferro.

L’ultimo colpo di scena prima della risoluzione del caso: vengono ritrovate tutte le ossa della vittima. Ne manca però una.

Imma Tataranni – sostituto procuratore – il cast completo

Di seguito il cast della serie tv Imma Tataranni – sostituto procuratore e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Vanessa Scalera: Immacolata “Imma” Tataranni
  • Massimiliano Gallo: Pietro De Ruggeri
  • Alessio Lapice: Ippazio Calogiuri
  • Carlo Buccirosso: Alessandro Vitali
  • Barbara Ronchi: Diana De Santis
  • Carlo De Ruggieri: dottor Taccardi
  • Alice Azzariti: Valentina De Ruggeri
  • Dora Romano: mamma di Pietro
  • Lucia Zotti: mamma di Imma
  • Antonio Gerardi: don Mariano
  • Ester Pantano: Jessica Matarazzo
  • Monica Dugo: Maria Moliterni
  • Cesare Bocci: Saverio Romaniello


0 Replies to “Imma Tataranni – sostituto procuratore: L’estate del dito – trama, cast, finale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*