Connect with us

Informazione

Non è l’Arena Ares Gate: Ecco tutte le dichiarazioni di Tarallo

Tarallo, intervistato da Giletti, racconta la sua verità sull'Ares Gate, il caso mediatico scoppiato nella Casa del GF Vip 5.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Non è l'Arena Ares gate 2020
Tarallo, intervistato da Giletti, racconta la sua verità sull'Ares Gate, il caso mediatico scoppiato nella Casa del GF Vip 5.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Domenica 4 ottobre Massimo Giletti ospita Alberto Tarallo, a Non è l’arena, per discutere dell’Ares Gate.

L’ex produttore televisivo ed ex proprietario della Ares Film (fallita all’inizio del 2020) interviene per la prima volta per affrontare il caso scoppiato all’interno della Casa del GF Vip 5. Infatti Massimiliano Morra ed Adua del Vesco avrebbero fatto riferimento ad una presunta setta. Si tratta di un sistema collaudato in cui Tarallo, soprannominato Lucifero, avrebbe plagiato molti protagonisti del mondo dello spettacolo. 

Ma Morra e Del Vesco hanno espresso anche delle perplessità sulla morte di Teodosio Losito. L’ex sceneggiatore nonché compagno di Tarallo, si è tolto la vita l’8 gennaio del 2019. Ma i due attori credono che sia stato istigato al suicidio. Alberto Tarallo tenta di difendersi pubblicamente dalle pesanti accuse a suo carico.

Non è l’Arena Ares Gate le dichiarazioni di Tarallo

Alberto Tarallo si accomoda accanto a Giletti. Prima di iniziare l’intervista esordisce così: “Sono una persona molto riservata e mi costa molto essere qui. Ho deciso di venire per difendere me ed il ricordo del mio ex compagno”.

La prima domanda di Giletti verte sul modo in cui ha appreso la notizia di essere stato soprannominato Lucifero. “L’ho saputo tramite una telefonata. All’inizio ho riso perché non volevo crederci. Ma quando ho compreso che la situazione si stava ingrandendo, ho provato sgomento ed ora schifo”.

Il conduttore ci tiene che Tarallo si presenti al pubblico. “Vengo da una famiglia cattolica piccolo borghese e sono rimasto orfano all’età di 12 anni. Quando ho fatto coming out mia madre aveva sempre saputo che ero omosessuale. Ma la notizia inizialmente non era stata accolta nei migliore dei modi. La mia vita è stata difficile. Ho subito cure di ormoni e bullismo.”

Non è l'Arena Ares gate tarallo

Tarallo aveva sempre desiderato lavorare nel mondo del cinema. E si trasferì a Roma, con pochissimo denaro in tasca. Nel corso del tempo è però riuscito a diventare produttore di successo. E ha lavorato con molti attori, tra i quali Gabriel Garko, Eva Grimaldi, Fabio Testi, Manuela Arcuri.

Giletti però incalza sull’appellativo di Lucifero: Si è chiesto perché l’hanno definita cosi?

“Adua Del Vesco, a me e Teodosio, scriveva molti messaggi di riconoscenza e di affetto. E tempo, rileggendo vecchie chat dal telefono di Teodosio, mi sono tornati in mente ricordi angosciosi. Secondo me il loro rancore di Adua e Massimiliano nasce dal fatto che dopo l’Ares Film non hanno più lavorato. Ma credo che abbiano giocato apposta sul rancore per attaccarmi. Non ho prove ma ho un buon avvocato che sta lavorando per comprendere da dove nasce questa macchinazione.” Afferma l’ospite di Giletti.

Non è l’Arena Le accuse di Morra e Del Vesco a Tarallo

Massimiliano Morra ed Adua del Vesco nella casa del GF Vip 5, hanno accusato il sistema di averli rinchiusi in gabbia d’oro nella quale non riuscivano a sentirsi liberi. Alberto Tarallo vive a Zagarolo, a pochi passi dall’abitazione di Garko. Quando i due gieffini lavoravano insieme per la Ares Film. abitavano in due dependance separate. E come tutti gli attori avevano dei ritmi lavorativi serrati.

A tal proposito Tarallo risponde: “Quando si lavora per un film o una fiction ci sono ritmi molto duri, in cui si alternano momenti di studio e di set. Ma nessuno li ha mai costretti. Inoltre non ho mai obbligato Adua di rinunciare di vedere il suo fidanzato perché neanche sapevo che avesse un partner.”

Non è l'Arena Ares gate coppia

Sulla presunta storia d’amore tra Massimiliano Morra ed Adua del Vesco, Tarallo aggiunge: “La storia tra Adua e Massimiliano è assolutamente finta. Era studiata a tavolino da me, Enrico Lucherini e Sandro Mayer. I due sono finti allora come lo sono oggi sul piccolo schermo.”

Inevitabile la domanda di Giletti sull‘esistenza della “setta”: ” Ma quale setta Giletti? non esiste. Organizzavamo solo delle cene insieme e qualche volta veniva anche Ursula Andress perché era una nostra vicina di casa. Questa secondo lei si può definire setta?  Inoltre l’unica volta che mi sono arrabbiato con i ragazzi è stato quando avevo dato loro il compito di leggere Il giovane Holden ed Il piccolo principe ma non l’hanno mai fatto”.

Manuela Arcuri difende Tarallo

Sul caso dell’ Ares Gate il mondo delle attrici si è diviso. Mentre Nancy Brilli e Giuliana De Sio hanno preso le distanze, Manuela Arcuri lo ha difeso. In un’intervista a Dagospia ha spiegato che gli attori non hanno riconoscenza di uomo molto generoso che li ha fatti lavorare e che ha regalato loro successo e fama.

Sul tema Tarallo preferisce non esporsi: “Io sono un galantuomo e loro delle signore di una certa età e per tale ragione non voglio infierire. Per quanto riguarda Adua credo che sia plagiata. Io ho anche cercato di aiutarla nel periodo dell’anoressia. Le avevo proposto di andare in una clinica che avremmo pagato noi, 900 euro al giorno”. 

Non è l’Arena Il caso di Teodosio Losito

Massimo Giletti si occupa poi del suicidio di Teodosio Losito.“Siamo stati insieme 20 anni e 5 mesi, riuscivamo a stare separati solo per 24 ore. E’ stato il mio grande amore, l’altra metà della mela” . Ricorda con commozione Tarallo. Morra e Del Vesco credono che l’uomo sia stato istigato al suicidio.

Non è l'Arena Ares gate teodosio

“Io che non vado mai in televisione sono venuto per questo. Quelli che parlano di sette e di messe nere. Ma devono capire che dietro c’è una persona. Un uomo che tutte le mattine deve trovare un motivo per alzarsi perché cova una grande sofferenza. Mi fanno schifo le persone che per due punti di share arrivano a tal punto. Inoltre non posso tollerare che Teodosio si stato istigato a togliersi la vita. Io so chi è stato a spargere questa voce ma non voglio dirlo pubblicamente”. Sostiene l’ex proprietario dell’Ares Film.

Nel maggio 2018 Losito aveva scritto una lettera in cui aveva espresso la volontà di togliersi la vita. Ma ha promesso a Tarallo che non avrebbe compiuto quel gesto estremo. Nel giorno della vigilia di Natale però aveva riferito verbalmente a Tarallo le sue ultime volontà. Voleva che le sue ceneri fossero sparse in Puglia.

Non è l'Arena lettera

Successivamente Alberto Tarallo legge la lunga lettera che Losito scrisse prima di morire (gennaio 2019). Dalla missiva emerge un forte malessere dello sceneggiatore. Era deluso dalle persone che lo hanno abbandonato in un momento difficile. Nelle prime righe afferma che la sua morte non è da addebitare a Tarallo. Ma è stata una sua libera scelta. 

Non è l’Arena Ares Gate la testimonianza di tre attori

Alberto Tarallo lascia lo studio di Non è l’Arena. Ed entrano tre attori che hanno lavorato con lui e che hanno vissuto a Zagarolo. Si tratta di Reda Lapaite, Andrea Marras e Raffaella Di Caprio. 

Non è l'arena studio

Tutti e tre prendono le distanze sulle dure accuse fatte a Tarallo. In Tarallo e Teodosio hanno trovato una seconda famiglia. E nessuno di loro, al contrario di quanto insinua la Del Vesco, è stata costretto ad allontanarsi dai genitori, dai fratelli, dai fidanzati. Per quanto riguarda il coming out di Garko, preferiscono non entrare nella sua vita privata.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Linea Bianca 17 aprile: Ossini visita il Gran Paradiso, in Valle D’Aosta

Il conduttore prosegue il suo tour in Valle D'Aosta. Dopo Cervinia visita il Gran Paradiso ed incontra lo scrittore di montagna Gian Luca Gasca.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

Linea Bianca 17 aprile Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sabato 17 aprile Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi tornano con una nuova puntata di Linea Bianca. L’appuntamento è alle ore 14:00 su Rai 1. Dopo aver visitato prima Courmayeur e poi Cervinia sette giorni fa, proseguono il loro tour in Valle d’Aosta spostandosi sul Gran Paradiso.

Linea Bianca 17 aprile Gran Paradiso

Linea Bianca 17 aprile, Gran Paradiso

In apertura della puntata del 17 aprile Lino Zani, guida i telespettatori alla scoperta della vetta del Gran Paradiso, a quota 4.061 metri sul livello del mare. E’ situato nelle Alpi Graie, tra i comuni di Cogne e Valsavarenche. Ed è l’unico monte in territorio italiano a superare i 4.000 metri di altezza.

Massimiliano Ossini invece si sposta nelle vicinanze del Parco Nazionale del Gran Paradiso, inaugurato il 3 dicembre del 1922, che presenta una ricca varietà di flora e fauna. In questo luogo lo scorso 25 marzo è stato liberato Mario, un esemplare di Aquila Reale. E’ stato salvato dal centro di recupero animali selvatici e rimesso in libertà davanti alle telecamere di Linea Bianca. Il volatile si è ferito durante uno scontro con i propri simili e si è sottoposto ad una terapia di 43 giorni. I guardiaparco hanno dotato Mario di un trasmettitore Gps in modo da monitorare i suoi spostamenti.

Linea Bianca 17 aprile gian luca gasca

Linea Bianca, la sicurezza in montagna

Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi hanno scelto di occuparsi anche della sicurezza in montagna e non solo. Nella vallata di Valnontey intervistano lo scrittore e giornalista Gian Luca Gasca che presenta il progetto Linea 7000. E’ ideato per permettere ai visitatori di raggiungere i Parchi e le riserve naturali solo con i mezzi pubblici per salvaguardare l’ambiente.

Incontrano poi alcuni agenti della Guardia di Finanza che mostrano ai telespettatori un modo innovativo per ricercare un disperso in montagna. E’ possibile infatti salvare un numero maggiore di vite con l’ausilio di una nuova tecnologia in grado di intercettare i loro cellulari.

Massimiliano Ossini infine si sposta a Valeille-Lillaz per arrampicarsi sulle Cascate di ghiaccio, in uno scenario unico nel suo genere. E’ una delle mete preferite per gli appassionati di arrampicata sportiva di tutto il mondo.

Tradizioni culturali e gastronomiche

Oltre a visitare le bellezze della Valle D’Aosta la trasmissione si occupa anche delle tradizioni e dei piatti tipici. Ossini infatti si reca a Gimillan, in una caratteristica costruzione montana, per assistere alla preparazione della Seupetta di Cogne. Si tratta di un pasticcio composto da riso in brodo con fontina e pane fritto nel burro. E’ ottimo da consumare ancora caldo nelle classiche giornate invernali.

Successivamente si sposta ad Ozein per incontrare un allevatore di Terranova. Sono cani di taglia grande adatti alle famiglie con bambini per il loro carattere docile e protettivo. Hanno origini canadesi e sono spesso impiegati nel soccorso acquatico.

L’ultima tappa è Saint-Pierre, che è ricco di mandorli in fiore e di vitigni che sono stati riscoperti e valorizzati dagli abitanti del luogo.

 

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv sabato 17 aprile 2021, I programmi in onda

I programmi in onda sulle reti pubbliche e private, digitali e satellitari. Rai 1 propone il tv movie Sotto Copertura – La cattura di Zagaria con Claudio Gioè.
Giancarlo Leone

Pubblicato

il

Stasera in tv sabato 17 aprile 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv sabato 17 aprile 2021. Canale 5 propone una nuova puntata del serale di Amici 20. Rai Movie, invece, manda in onda film drammatico The Wife – Vivere nell’ombra.

Stasera in tv 17 aprile 2021 Programmi Rai

Su Raiuno, alle 21.25, il tv movie Sotto Copertura – La cattura di Zagaria, con Claudio Gioè e Alessandro Preziosi. Questo tv movie porta sul piccolo schermo l’impegno civile, i sacrifici e l’abnegazione con cui le forze dell’ordine e la magistratura combattono ogni giorno la criminalità organizzata nel nostro Paese. Nella miniserie viene raccontata una delle pagine più importanti della lotta contro il malaffare: la caccia all’imprendibile capo della camorra casertana, latitante da oltre vent’anni.

Nel ruolo di Michele Romano, il superpoliziotto capo della Squadra Mobile di Napoli, Claudio Gioè, che qualche mese prima aveva assicurato alla giustizia Antonio Iovine, altro grande latitante al vertice del clan. Alessandro Preziosi interpreta invece Michele Zagaria, il camorrista più ricercato d’Italia, killer feroce prima, spietato uomo d’affari dopo, che continua a gestire loschi traffici dal suo inaccessibile bunker, protetto da una rete di fedelissimi.

Stasera doveva andare in onda la seconda edizione del game show Top Dieci, condotto da Carlo Conti. Il programma ha subìto un ulteriore slittamento e inizierà invece che di sabato, venerdì prossimo 23 aprile, prendendo il posto del varietà condotto da Serena Rossi, Canzone segreta, conclusosi ieri sera.

Su Raitre, alle 21.45, Città segrete. Corrado Augias dedica la serata finale di questa edizione a Napoli. Il giornalista accompagna il telespettatore nei luoghi magici della città, attraverso quattro personaggi: Eduardo De Filippo, Diego Armando Maradona, Masaniello che nel 1647 guidò la rivolta contro gli spagnoli e Artemisia Gentileschi.

Su Rai 5, alle 21.15, serata di prosa con Il sangue e la neve. Con il film teatrale di Felice Coppa si conclude il ciclo su Ottavia Piccolo. Tratto dal testo di Stefano Massini, il film traccia il percorso professionale e umano di Anna Politovskaja. Le musiche sono eseguite da Floraleda Sacchi.

Programmazione Canale 5, La7, Real Time

Su Canale 5, alle 21.20, il talent Amici. La fase serale del talent show di Maria De Filippi arriva alla quinta puntata forte di ascolti sempre più sorprendenti per un programma in onda da 20 anni. Il nuovo meccanismo della gara, che rimette in primo piano gli insegnanti, è molto gradito dal pubblico. La finale è prevista il 15 maggio.

Su La7, alle 21.15, Eden – Antropocene – Terra, aria, acqua. “Antropocene” racconta la storia dell’uomo e in particolare la fase in cui, a partire dal 10.000 a.C., ha cominciato a disporre sistematicamente di acqua, fuoco e terra per dominare il Pianeta.

Su Real Time, alle 21.15, il docu-reality Vite al limite. Samantha ha un rapporto ossessivo con il cibo e ora, a causa del suo peso, la sua vita è in grave pericolo. A rendere la situazione ancora più drammatica è la sua insana abitudine di postare video che la riprendono mentre mangia.

Stasera in tv sabato 17 aprile 2021 the wife

I film di questa sera sabato 17 aprile

Su Rai Movie, alle 21.10, il film drammatico del 2017, di Bjorn Runge, The Wife – Vivere nell’ombra, con Glenn Close, Jonathan Pryce. Joan è stata per quarant’anni la moglie perfetta: all’ombra del marito, ne ha favorito la carriera e ignorato l’infedeltà. Ma ora la donna ha deciso di riprendere in mano la sua esistenza.

Su Rete 4, alle 21.20, il film commedia del 1955, di Carmine Gallone, Don Camillo e l’onorevole Peppone, con Fernandel, Gino Cervi. Il sindaco Peppone (Gino Cervi) decide di presentarsi come candidato alla Camera dei Deputati nelle liste del Fronte Popolare. Ma prima gli occorre la licenza elementare. All’esame viene aiutato da Don Camillo (Fernandel) che, in cambio, ottiene una cospicua contropartita.

Su Tv8, alle 21.30, il film commedia del 2013, di Luc Besson, Cose nostre – Malavita, con Robert De Niro. Giovanni Manzoni, il più famoso pentito degli Stati Uniti, si trasferisce in Francia grazie al programma di protezione testimoni. Presto però il suo passato torna a fargli visita.

Su 20 Mediaset, alle 21.05, il film di fantascienza del 2003, di Lana e Lilly Wachowski, Matrix Revolutions, con Keanu Reeves, Carrie-Anne Moss. Imprigionato tra il mondo virtuale e quello reale, Neo fa una serie di scoperte. Liberato da Trinity, propone alle macchine un’alleanza. Queste però sferrano un attacco ai ribelli.

Iris, Paramount, La5, Cine34

Su Iris, alle 21.00, il film thriller del 1993, di Alan J. Pakula, Il rapporto Pelican, con Julia Roberts. Dopo l’omicidio di due giudici, Darby, studentessa di legge, formula una teoria che rischia di compromettere la Casa Bianca. Ben presto la ragazza finisce nel mirino.

Su Paramount Network, alle 21.10, il film drammatico del 2004, di Marc Forster, Neverland – Un sogno per la vita, con Johnny Depp. Il commediografo James Barrie sta attraversando un periodo di crisi. Ma l’incontro con Sylvia e i suoi figli cambia tutto. Con il loro aiuto, infatti, scriverà la celebre favola di Peter Pan.

Su La5, alle 21.10, il film drammatico del 2014, di Udo Witte, Inga Lindstrom – Ricomincio da te, con Peter Sattmann. Mina e suo figlio vengono invitati alcuni giorni a Oland da Hanno, fratello del nonno paterno del bambino. Lì Mina troverà il coraggio di dare una nuova direzione alla sua vita.

Su Cine34, alle 21.00, il film western del 1972, di Maurizio Lucidi, Si può fare…amigo, con Bud Spencer, Jack Palance. Coburn, cowboy burbero ma dal cuore d’oro, si prende cura dell’orfanello Chip, minacciato da una banda di criminali. Per difendere il piccolo, chiede aiuto al pistolero Sonny.

Stasera in tv sabato 17 aprile 2021 born to be blue

Stasera in tv 17 aprile 2021, i film in onda su Sky

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film biografico del 2015, di Robert Budreau, Born to be blue, con Ethan Hawke. La vera storia di Chet Baker, leggendario trombettista jazz, nella parte finale della sua carriera, cominciata dopo un periodo buio nel labirinto della tossicodipendenza.

Su Sky Cinema Family, alle 21.00, il film animazione del 2015, di Gabriel e Rodolfo Riva Palacio Alatriste, Pedro – Galletto coraggioso. Il gallo Pedro ha un sogno: combattere sul ring. L’occasione arriva quando la fattoria dove vive va in bancarotta: l’unico modo per salvarla è vincere un match.

Su Sky Cinema Suspense, alle 21.00, il film poliziesco del 1997, di James Mangold, Cop Land, con Sylvester Stallone. New Jersey. Lo sceriffo Freddy Eflin tenta di guadagnarsi la sospirata promozione in polizia smascherando gli affari illeciti di un gruppo di corrotti agenti newyorkesi.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv venerdì 16 aprile 2021, I programmi in onda

I programmi e i film in onda oggi sulle principali reti pubbliche, private, digitali e satellitari. Su Canale 5 debutta Felicissima sera, il nuovo programma con Pio e Amedeo.
Giancarlo Leone

Pubblicato

il

Stasera in tv venerdì 16 aprile 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv venerdì 16 aprile 2021. Su Raiuno propone un nuovo appuntamento dello show Canzone Segreta. Italia 1, invece, trasmette il film thriller Segnali dal futuro con Nicolas Cage.

Stasera in tv venerdì 16 aprile 2021 programmi Rai e Mediaset

Su Raiuno, alle 21.25, il varietà Canzone segreta. Ospiti illustri si alternano stasera nella quinta puntata dello show condotto da Serena Rossi. Volti noti del mondo della televisione, dello sport, del cinema e del giornalismo. Dalla sedia bianca, elemento identificativo del programma, i protagonisti si godono la sorpresa musicale organizzata per loro.

Su Rai 5, alle 21.15, Art Night. La puntata si apre con un affresco delle grandi collezioni d’arte italiane, come la Peggy Guggenheim Collection di Venezia o quella di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo a Torino. Si conclude con un documento sui principali collezionisti della Cina.

Su Rete 4, alle 21.20, l’attualità con Quarto Grado. La trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi, affiancato da Alessandra Viero, si avvale ogni settimana del contributo di esperti e opinionisti. Tra loro c’è anche il criminologo e psichiatra Massimo Picozzi, esperto di elaborazione di profili criminali e docente di Psicologia Investigativa all’Università di Parma.

Su Canale 5, alle 21.20, il varietà Felicissima sera. Pio e Amedeo (Pio D’Antini e Amedeo Grieco) approdano con un programma tutto nuovo, già programmato per lo scorso anno, ma rinviato a causa della pandemia. Come annunciato durante il serale di Amici, tra gli ospiti della prima serata dovrebbe esserci Maria De Filippi.

Stasera in tv venerdì 16 aprile 2021 Propaganda Live

Programmazione La7, Nove, Real Time

Su La7, alle 21.15, l’attualità con Propaganda Live. Anche stasera Diego Bianchi racconta l’attualità con l’aiuto del suo ricco gruppo di “collaboratori”: dall’inseparabile vignettista Makkox ai giornalisti Marco Damilano e Paolo Celata, fino al chitarrista Roberto Angelini.

Su Nove, alle 21.25, il varietà Fratelli di Crozza. Maurizio Crozza torna con le sue parodie e i monologhi satirici incentrati sui fatti di attualità. Nel repertorio del comico genovese c’è il Presidente della Campania Vincenzo De Luca con la sua personale visione della supremazia della sua Regione.

Su Real Time, alle 21.25, il reality Cake Star – Pasticcerie in sfida. Dopo le votazioni dei tre concorrenti, Damiano Carrara e Katia Follesa decidono se assegnare un bonus di 5 stelle aggiuntive al dolce preferito e scelto dal “cliente di fiducia” di ciascuna pasticceria.

Stasera in tv venerdì 16 aprile 2021 Gomorra

I film di questa sera venerdì 16 aprile

Su Raitre, alle 21.20, il film drammatico del 2008, di Matteo Garrone, Gomorra – New edition, con Toni Servillo. Nelle province di Napoli e Caserta, flagellate dalla camorra, s’intrecciano varie storie. Franco (Toni Servillo), sedicente imprenditore, smaltisce illegalmente rifiuti tossici con l’aiuto di Roberto; Marco e Ciro pagano caro lo sgarro a un boss; Totò, che ha solo 13 anni, vuole entrare nel mondo del crimine.

Su Rai Movie, alle 21.10, il film d’avventura del 2015, di Ken Kwapis, A spasso nel bosco, con Robert Redford, Nick Nolte. Dopo una lunga assenza, lo scrittore Bill torna negli Stati Uniti per percorrere le 2200 miglia del sentiero degli Appalachi. Prima però deve trovarsi un compagno di viaggio.

Su Italia 1, alle 21.20, il thriller del 2009, di Alex Proyas, Segnali dal futuro, con Nicolas Cage, Rose Byrne. Stati Uniti. L’astrofisico John Koestler (Nicolas Cage) riceve dal figlio Caleb (Chandler Canterbury) un foglio scritto 50 anni prima da una bambina della sua scuola. Ci sono solo numeri, ma lo scienziato scopre che indicano giorno e vittime dei principali disastri avvenuti nella storia recente e di alcuni futuri.

Su TV8, alle 21.30, il film fantastico del 2014, di Peter Jackson, Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate, con Marin Freeman. Bard affronta il drago Smaug. Intanto gli orchi di Sauron attaccano la Montagna Solitaria: Bilbo e Gandalf spingono elfi, nani e uomini ad allearsi.

Stasera in tv 16 aprile 2021, I film in onda su Sky

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film drammatico del 2018, di Ridley Scott, Tutti i soldi del mondo, con Michelle Williams, Mark Wahlberg. Paul Getty III, nipote del magnate del petrolio, viene rapito a Roma da criminali calabresi. Il riscatto è di 17 milioni di dollari: la madre Gail si rivolge al suocero che si rifiuta di pagare.

Su Sky Cinema Action, infine, alle 21.00, il film d’azione del 1989, di Rowdy Herrington, Il duro del Road House, con Patrick Swayze. Dalton è il buttafuori del Double Deuce, un locale malfamato teatro di continue risse. Dopo l’uccisione di un amico, decide di passare al contrattacco e sfidare il boss della zona.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it