Connect with us

Intrattenimento

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio – La scalata di Maria De Gregorio

La quarta puntata del quiz di Gerry Scotti riparte dalla scalata della romana Maria Cristina De Gregorio, alla domanda numero otto

Pubblicato

il

La quarta puntata del quiz di Gerry Scotti riparte dalla scalata della romana Maria Cristina De Gregorio, alla domanda numero otto
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio. Questa sera, alle 21.40, Gerry Scotti condurrà la quarta puntata stagionale di Chi vuol essere milionario. L’edizione 2020 del quiz di Canale 5 riparte dalla scalata verso il milione della concorrente romana Maria De Gregorio.

 

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - La scalata di Maria De Gregorio

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio – La scalata di Maria De Gregorio

Di professione traduttrice, Maria De Gregorio ha risposto alla domanda numero sette allo scadere della terza puntata, quando Gerry Scotti le ha chiesto la frase più bella della storia del cinema, secondo l’American Film Institute.
Chi vuol essere milionario del 19 febbraio ripartirà, dunque, dalla domanda numero otto, del valore di 10mila euro. Ancora due gli aiuti a disposizione della De Gregorio: il cambio domanda dello “Switch” e l'”Aiuto dell’esperto in studio”.

La sua scalata è partita bene, ma qualche difficoltà di troppo ha già richiesto l’utilizzo di due aiuti ed ora avrà bisogno di un inizio di puntata di livello per poter puntare in alto.
Una gara simile l’aveva fatta Alessandro Limiroli, il primo concorrente di sette giorni fa. Preparato e con buone capacità di ragionamento, sembrava destinato ad arrivare ai traguardi che contano, prima che una serie di domande piuttosto complesse lo rallentassero. Ha lasciato lo sgabello con 20mila euro, dopo aver raggiunto la domanda numero dodici.

Chi vuol essere milionario avrebbe bisogno di una nuova scalata entusiasmante per rilanciarsi. La storica vittoria di Enrico Remigio ha appassionato i telespettatori, ma poi il quiz non è più riuscito a tenere alta l’attenzione. Gli ascolti hanno sofferto nella terza puntata e, in generale, stanno regalando meno di quanto si aspettassero i vertici di Mediaset. Questa sera la controprogrammazione è piuttosto favorevole e potrebbe segnare un punto a favore.

Gerry Scotti come di consueto apre la puntata dal backstage - Ricomincia la scalata di Maria Cristina De Gregorio

Gerry Scotti come di consueto apre la puntata dal backstage – Ricomincia la scalata di Maria Cristina De Gregorio

Dopo la vittoria di Enrico Remigio, Gerry Scotti aveva annunciato che avrebbe continuato ad aprire le puntate dal backstage, per scaramanzia. Come di consueto, dunque, apre anche la puntata di questa sera avvolto dalla penombra del dietro le quinte.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Maria Cristina De Gregorio arriva in studio e ricomincia la scalata

Presenta Maria Cristina De Gregorio e la accoglie in studio. Parlano in maniera amichevole dell’ultima domanda della passata puntata e poi ricomincia la scalata verso il milione. Per inciso, la concorrente ricorda che il padre Ascanio aveva partecipato a Passaparola e prima ancora era stato campione di Rischiatutto per una settimana.

L'ottava domanda di Maria Cristina De Gregorio

Arriva l’ottava domanda: “Il maschio di quale tra questi animali sopravvive sempre all’accoppiamento?”. Opzioni: “Del polpo”; “Dell’ape”; “Della libellula”; “Della tarantola”.
La De Gregorio prova a trovare una strada al suo ragionamento partendo da molto lontano, visto che non conosce la risposta. Tende ad escludere con una certa sicurezza le opzioni B e D, per via della “tarantola vedova nera” e per il fatto che il maschio dell’ape non ha un ruolo fondamentale nella catena delle api.

Sceglie di ‘accendere’ la risposta C. È quella esatta e le regala 10mila euro. Le femmine della tarantola e del polpo, in effetti, mangiano il maschio dopo l’accoppiamento. Cosa che non fa la libellula.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Maria Cristina De Gregorio domanda numero nove

Via alla nona domanda: “Nella prima Olimpiade della storia si svolse una sola gara che consisteva in una prova di…”. Opzioni: “Lancio del disco”; “Corsa di velocità”; “Maratona”; “Lotta”.
La De Gregorio punta alla prova più elementare, pensando alla maratona e al lancio del disco come discipline aggiunte successivamente.

Risponde “Lotta” con sicurezza, ma si trasforma in una doccia fredda. La rispota esatta era “Corsa di velocità” e Maria Cristina De Gregorio deve lasciare il gioco con soli 3mila euro.

 

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Secondo concorrente il giovanissimo Marco Mancini

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio – Secondo concorrente il giovanissimo Marco Mancini

Il secondo concorrente della serata è il giovanissimo Marco Mancini da Campello sul Clitunno (Perugia). Ha solo diciotto anni e frequenta l’ultimo anno del Liceo Scientifico.

La prima domanda è agevole ma non immediata. Chiede quale siano le prime parole della canzone “Immigrato” di Checco Zalone, quella da cui sono nate le grosse polemiche alla vigilia del suo ultimo film.

Prima domanda Marco Mancini

Marco Mancini lo ha visto ed ha anche ascoltato la canzone, ma ha ricordi confusi. È costretto ad usare l’aiuto “Switch” già alla prima domanda. Avrebbe risposto “Italiano medio”, ma la risposta corretta è “Prima l’italiano!”.

La nuova prima domanda va a suo favore: chiede quale ‘reaction’ non è contemplata da Facebook e lui ha gioco facile a rispondere “Yawn”.

La seconda domanda è di nuovo non immediata, ma ugualmente piuttosto semplice. La risposta al quesito su quale celebre calciatore abbia la doppia cittadinanza è “Lionel Messi” e Marco Mancini risponde di slancio. Il campione argentino ha origini italiane.

La terza domanda è un piccolo problema matematico. La materia preferita di Marco Mancini è proprio la matematica e dopo qualche momento di riflessione risponde correttamente “Risparmio il 4%”.

La quarta domanda tira in ballo la mitologia greca e chiede chi fosse Aracne. Il giovane concorrente risponde con una certa scioltezza “Una tessitrice”, la risposta corretta.

La quinta domanda è un nuovo ostacolo: “Qual è il significato originale della patola ‘Robot’?”.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Marco Mancini utilizza il Chiedi a Gerry

Marco Mancini non sa la risposta ed è costretto a chiedere un nuovo aiuto, il “Chiedi a Gerry”. Il conduttore, fortunatamente, conosce la risposta giusta, “Lavoro forzato”.

 

Marco Mancini raggiunge il primo traguardo e risponde alla sesta domanda

Marco Mancini raggiunge il primo traguardo e risponde alla sesta domanda

Marco Mancini raggiunge, dunque, il primo traguardo da 3mila euro, corrispondente alla domanda numero cinque.
Poi, risponde alla sesta domanda, che chiede quale coppia di stati condivida il confine terrestre più lungo. Il concorrente è preparato in geografia e ragiona molto bene. Le risposte, però, sono tutte plausibili perché ciascuna della coppie tirate in ballo condivide confini molto lunghi.

Un’attenta analisi lo porta a rispondere correttamente “Canada e Stati Uniti”.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Settima domanda Marco Mancini

Insidiosa e particolare anche la settima domanda: “In quale di questi progetti ha investito la fondazione benefica di Bill e Melinda Gates?”. Opzioni: “Water senz’acqua”; “Aerei senza sedili”; “Doccia con la polvere”; Cibo senza scadenza”. Dopo averci pensato, risponde “Water senz’acqua” e si rivela l’opzione corretta. 7mila euro per Marco Mancini.

Arrivato a 7mila euro, per il giovane è ora di cominicare ad ipotizzare un traguardo personale. Lo fissa alla domanda successiva, da 10mila euro. Dice a Gerry Scotti che vorrebbe mettere da parte una somma sufficiente a permettergli di studiare all’università e viaggiare. In particolare, è molto attratto dal Giappone.

L’ottava domanda: “Non ha mai fatto da sfondo a un film di James Bond…”. Opzioni: “Il palio di Siena”; “La neve di Cortina”; “La laguna di Venezia”; “Il carnevale di Vareggio”.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Marco Mancini aiutato dall'amico Onorato

Marco Mancini va di nuovo in difficoltà, perché poco ferrato in fatto di film. Ha portato con sé proprio per questo l’amico Onorato, appassionato di cinema.
Grazie al suo aiuto, risponde correttamente “Il carnevale di Viareggio”. Raggiunto il traguardo personale di 10mila euro.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Marco Mancini vince 10mila euro

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio – Marco Mancini vince 10mila euro

Sicuro di portare a casa i 10mila euro cui aspirava, Marco Mancini risponde alla nona domanda.
Il quesito: “Il Premio Nobel per la Pace NON è mai stato asseganto a una di queste organizzazioni. Quale?”.
Il giovane coglie un dettaglio che riguarda Greenpeace, ovvero che l’attività della ONG talvolta ha creato dissidi per via delle sue iniziative sfrontate. Risponde senza indugiare proprio Greenpeace e il rischio paga: 15mila euro per lui.

La scalata di Marco Mancini a Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio continua con la decima domanda.

Il questio chiede come doveva chiamarsi Topolino, prima che la moglie di Walt Disney gli suggerisse “Mickey”. Marco Mancini chiede l’aiuto del 50:50 (l’ultimo) e poi risponde frettolosamente “Montgomery”. È la risposta sbagliata. La sua scalata finisce qui, ma vince comunque 10mila euro.

 

Terzo concorrente Stefano Caligione

Terzo concorrente Stefano Caligione

Il terzo concorrente di Chi vuol essere milionario è Stefano Caligione, nato a Napoli ma romano d’adozione. Lavora per un’azienda che si occupa di impianti a gas e vorrebbe girare il mondo in bicicletta.

Prima domanda: “In un’auto con cambio automatico, per iniziare la marcia in avanti la leva del cambio va portata nella posizione corrispondente alla…”.
“D di Domodossola” è la risposta giusta e Caligione la dà senza problemi, visto che guida anche un’auto con cambio automatico.

La seconda domanda è un problema matematico elementare. Parla di uomini calvi, il che crea una certa ilarità autoironica tra Gerry Scotti e il concorrente, entrambi calvi. La risposta “264” arriva di slancio.

 

La terza domanda è banale ma ugualmente insidiosa: “Sull’etichetta del vestito c’è il simbolo di un cerchio. Quindi bisogna lavarlo…”. Opzioni: “A secco”; “In lavatrice”; “A mano”; “Con candeggina”.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Stefano Caligione e l'amico Federico rispondono alla terza domanda

Stefano Caligione è molto confuso e non riesce a venirne a capo, allora chiede l’aiuto dell’esperto in studio, il suo amico Federico. Decidono di rispondere “A secco” ed è la risposta corretta.

La quarta domanda è agevole: “Da cosa prende origine la locuzione ‘Fanalino di coda’ per indicare l’ultimo in un contesto?”. Stefano Caligione risponde senza problemi “Dal treno”.

La quinta domanda: “Qual è il regalo di Natale più restituito, secondo una ricerca del sito Veritas Gifts?”. “Le scarpe” è la risposta che regala i 3mila euro del primo traguardo a Stefano Caligione.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Stefano Caligione sesta domanda utilizza il Chiedi a Gerry

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio – Stefano Caligione sesta domanda utilizza il Chiedi a Gerry

Per la sesta domanda, Stefano Caligione deve utilizzare il Chiedi a Gerry. Il quesito chiede quale giornalista italiano si occupò, nel 1981, della telecronaca del matrimonio di Carlo e Diana. Tanto basta per assicurarsi la risposta esatta, “Enrico Mentana”.

La settima domanda di Chi vuol essere milionario 19 febbraio: “Chi ha ispirato il nome della tecnologia ‘Bluetooth’?”. Stefano Caligione imbastisce un ragionamento partendo dal significato letterale della parola – “Dente blu” – e risponde “Un Re vichingo”. Esatto.
Pare che un Re vichingo fosse soprannominato proprio ‘Bluetooth’, passato alla storia per l’ostinazione con cui voleva mediare con tutti.

Stefano Caligione spiega che con un’eventuale vincita tornerebbe a studiare, lui che è attratto da sempre dallo studio, dal silenzio delle biblioteche. E sceglierebbe Filosofia o Teologia.

L’ottava domanda: “Chi ha detto: ‘Perché in casa mia non sono appesi i miei dipinti? Perché non posso permettermeli!”. Opzioni. “Andy Warhol”; “Banksy”; “Pablo Picasso”; “Mondrian”.

Il concorrente decide di ‘accendere’ la risposta “Pablo Picasso”, perché gli sembra di ricordare la dichiarazione. In effetti, è così: risposta giusta e 10mila euro per Stefano Caligione.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio - Stefano Caligione nona domanda

La nona domanda è intrigante: “Prima della ‘mela morsicata’ chi c’era nel logo di Apple?”. Opzioni: “Nikola tesla”; “Alan Turing”; “Robin Hood”; “Isaac Newton”.
Stefano Caligione non conosce la risposta, ma è in grado di ragionare sui quattro personaggi citati e alla fine risponde “Isaac Newton”. La risposta corretta, una giocata di livello che lo porta a 15mila euro.

 

Stefano Caligione fissa il traguardo a 20mila euro e risponde alla decima domanda

Stefano Caligione fissa il traguardo a 20mila euro e risponde alla decima domanda

Stefano Caligione dice che 20mila euro iniziano ad essere una bella somma e fissa il traguardo personale alla decima domanda, quella successiva.

Il quesito riporta in primo piano un dei più grandi album del secondo Novecento: “Solo una di queste affermazioni sul quarantennale successo ‘Another brick in te Wall’ dei Pink Floyd è vera…”. Opzioni: “Non ha conquistato le classifche USA”; “Gilmour non era ancora nel gruppo”; “I bambini del coro non sono stati pagati”; “Termina con uno squillo di tromba”.

Stefano Caligione dimostra di conoscere molto bene i Pink Floyd e risponde correttamente ‘accendendo’ la risposta “I bambini del coro non sono stati pagati”.

Dopo un inizio stentato, il concorrente romano ha messo in campo una parte centrale della scalata davvero di livello ed ha ancora due aiuti.


Per lui, ora arriva l’undicesima domanda: “Secondo un recente studio dell’Università della California, l’età con il picco di ottimismo è intorno ai…”. Opzioni: “26 anni”; “32anni”; “55 anni”; “71 anni”.

Inizialmente, Caligione è sicuro di ricordare il momento in cui lesse di questo studio. Racconta proprio l’istante in cui confrontò i risultati con i suoi 26 anni. Poi, però, per essere sicuro chiede l’aiuto del 50:50 che gli scombina completamente i piani.

Eliminate le opzioni A e B, la scelta ricade sulla C ed è quella giusta: 30mila euro per Stefano Caligione.

 

Stefano Caligione alla dodicesima domanda

Stefano Caligione alla dodicesima domanda

A questo punto, i giochi si fanno decisamente interessanti per Stefano Caligione. Anche perché ha preso fiducia e sta dimostrando buone conoscenze e capacità di ragionamento.

Legge la dodicesima domanda: “Le più grandi uova ritrovate, appartengono a un animale estinto che abitava in Madagascar, l’Aepyonis, chiamato ‘uccello…”. Opzioni: “Balena”; “Bisonte”; “Elefante”; “Toro”.

È indeciso se cambiare la domanda, ma ha una flebile intuizione che lo spinge verso il rischio di una risposta. Rompe gli indugi con una certa frettolosità e ‘accende’ la risposta D. Purtroppo per lui, ha sbagliato e torna a casa con 20mila euro.

Chi vuol essere milionario diretta 19 febbraio finisce qui.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

What They Had film Canale 5 – trama, cast, finale

La malattia di una madre di famiglia è l'occasione per fare i conti con rancori mai sopiti e problematiche tra parenti.

Pubblicato

il

What They Had film Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Canale 5 propone oggi il film dal titolo What They Had. Si tratta di una pellicola di genere drammatico datata 2018.

La produzione degli Stati Uniti d’America, la durata è di un’ora e 38 minuti.

What They Had film attori

What They Had film – regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Elizabeth Chomko. Personaggi principali sono Bridget Ertz e Nicky interpretati rispettivamente da Hilary Swank e Michael Shannon. Nel cast anche Robert Forster nel ruolo di Burt.

Le riprese si sono svolte negli Stati Uniti, in particolare a Chicago nello stato dell’Illinois. Alcuni set hanno avuto come location la città di Los Angeles. La produzione è della Unified Pictures in collaborazione con Bona Fide Productions e Look to the Sky Films.

Il titolo originale coincide con il medesimo scelto per la distribuzione a livello internazionale.

What They Had film dove è girato

What They Had – trama del film in onda su Canale 5

La trama ha come protagonista Bridget Ertz che torna nella sua città natale per aiutare suo fratello Nicky a convincere il padre a mettere la moglie Ruth in una casa di cura perché è malata di Alzheimer.

L’uomo non si fa convincere perché non vuole affrontare la fine della sua lunga storia d’amore. Ma l’aggravarsi della malattia della madre Ruth rende questa decisione improrogabile.

La donna infatti in seguito alla malattia da molti mesi continua a vagare per la città e i figli avvertiti dal padre corrono in suo aiuto per ritrovarla. È accaduto anche durante la notte di Natale quando Ruth si è trovata a vagare in una bufera di neve. Adesso in famiglia ci sono discussioni sul futuro della donna.

Nicky discute con il padre Norbert perché è riuscito ad assicurarsi un posto in una delle prime strutture di assistenza nella città di Chicago. Norbert invece insiste che solo lui può fornire le migliori cure alla moglie Ruth.

Spoiler finale

Nicky così chiede aiuto a Bridget. Ma il tempo trascorso lontano dai suoi genitori rende questa sfida molto difficile da affrontare. Tra l’altro Bridget è alle prese con i suoi problemi familiari, in particolare con la patologia di sua figlia che soffre di ansia ed ha dovuto così smettere di frequentare le lezioni al college.

Le discussioni sul futuro di Ruth saranno per tutti un’occasione per fare i conti con alcuni rancori mai sopiti all’interno della famiglia.

What They Had film finale

What They Had – il cast completo

Di seguito il cast del film What They Had e i rispettivi personaggi interpretati dagli attori

  • Hilary Swank: Bridget Ertz
  • Michael Shannon: Nicky
  • Robert Forster: Burt
  • Blythe Danner: Ruth
  • Josh Lucas: Eddie
  • Taissa Farmiga: Emma
  • Aimee Garcia: dott. Zoe
  • Jay Montepare: David
  • Jennifer Robideau: Rachel

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Conta su di me: trama, cast, finale del film in onda su Canale 5

Un trentenne viene obbligato dal padre a prendersi cura di un'adolescente che ha una malformazione al cuore. Tra i due nascerà un forte legame.

Pubblicato

il

conta su di me film Canale 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi su Canale 5 va in onda il film Conta su di me. La pellicola tedesca, di genere commedia ma dalle atmosfere drammatiche, è arrivata nelle sale il 22 novembre 2018. La durata è un’ora e 46 minuti. E’ tratto dall’omonimo romanzo di Lars Amend e Daniel Meyer.

conta su di me film attori

Conta su di me: regia, protagonisti, dove è girato

La regia è di Marc Rothemund. Protagonisti principali del film sono Elyas M’Barek che interpreta Lenny Reinhard e Philip Noah Schwarz nel ruolo di David Müller. Nadine Wrietz e Uwe Preuss, invece, sono rispettivamente Betty Müller e il Dottor  Reinhard.

Le riprese si sono svolte interamente in Germania. Il film infatti è stato girato a Berlino, Bavaria e Monaco di Baviera.

Le musiche sono di Johnny Klimek. Maggie Peren e Andi Rogenhagen si sono occupati della sceneggiatura mentre Christof Wahl ha curato la fotografia. Il montaggio è di Simon Gstöttmayr.

Il film è prodotto da Constantin Film in collaborazione con Olga Film. E’ infine distribuito da M2 Pictures. Il titolo originale è Dieses bescheuerte Herz.

conta su di me film dove è girato

 Conta su di me: trama del film in onda su Canale 5

ll film racconta la storia del trentenne Lenny, figlio di un celebre cardiologo di Monaco.  Ha da tempo abbandonato gli studi di medicina ma riesce ad avere una vita lussuosa grazie al denaro del genitore.

Una notte però accade un evento inaspettato che costringe il padre a bloccargli la carta di credito. Lenny infatti dopo essere rientrato da una serata in discoteca, in cui ha consumato una quantità eccessiva di alcol, è sprofondato con la propria auto nella piscina della loro villa.

Lenny potrà però riottenere la carta di credito e tutti i privilegi solo se si prenderà cura di uno dei giovani pazienti del padre. Si tratta del quindicenne David che è affetto da una grave malformazione cardiaca. Ha già subito molteplici operazioni al cuore ma secondo il parere dei medici potrebbe restagli poco tempo da vivere.

Dopo l’iniziale ritrosia Lenny, decide di accettare la proposta del padre. Quando incontra David, con sua madre, scopre che il ragazzo deve portare sempre con sé uno zaino. Contiene una bombola d’ossigeno da utilizzare durante le sue crisi respiratorie.

Il finale del film 

Dopo essersi conosciuti Lenny chiede a David di stilare una lista dei suoi desideri da esaudire prima del suo sedicesimo compleanno.

Tra questi uno shopping sfrenato e un viaggio in limousine. Ma il più importante è di vedere di nuovo felice sua madre, che gli è stata sempre accanto. Lenny cerca in ogni modo di realizzare i suoi sogni ma un giorno David collassa improvvisamente e viene ricoverato d’urgenza. Deve subire un’ulteriore operazione al cuore.

Nel finale David, dopo l’intervento, festeggia il suo compleanno in famiglia mentre Lenny decide di riprendere gli studi di medicina che aveva abbandonato tempo prima.

conta su di me film finale

Conta su di me: Il cast completo del film

Ecco il cast del film Conta su di me ed i relativi personaggi interpretati:

  • Elyas M’Barek: Lenny Reinhar
  • Philip Noah Schwarz: David Müller
  • Nadine Wrietz (Amore a tacchi alti): Betty Müller
  • Uwe Preuss: Dr. Reinhard
  • Lisa Bitter: Dr. Julia Mann
  • Jürgen Tonkel: Herr Petry
  • Bruno Sauter: Kellner Bruno
  • Max Alberti: Ingegnere del suono
  • Lu Bischoff: Nick
  • Stephan Buschmann: ospite della festa
  • Sebastian Gerold: medico
  • Kim Girschner: passante
  • Jo Kern: Mutter Hannah & Sarah
  • Tesha Moon Krieg: Sarah
  • Lena Meckel: Barbara
  • Coco Möller: Maike

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Ti sento Rai Radio2, il programma di Pierluigi Diaco diventa radiofonico per l’estate

Ti sento Rai Radio2, il programma condotto dal giornalista Pierluigi Diaco diventa radiofonico per l'estate 2021, dal 28 giugno.

Pubblicato

il

Ti sento Rai Radio2
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dal 28 giugno 2021 Ti sento, il programma del giornalista Pierluigi Diaco, diventa radiofonico e va in onda dal lunedì al venerdì su Rai Radio2.

Ti sento Rai Radio2, il format

Ti sento ha avuto il suo esordio su Rai 2, condotto sempre da Pierluigi Diaco. Con una media di share del 4.6%, toccando punte del 6%, il programma è stato accolto favorevolmente dal pubblico.

Al centro del format c’è il suono, in tutte le sue possibili manifestazioni. “L’occhio è superficiale, l’orecchio è profondo”, affermava Robert Bresson, regista e sceneggiatore francese. Sviluppando questa citazione Diaco accoglie ospiti diversi ogni giorno, e percorre con loro un’esperienza “sonora” basata sulla musica, ma non solo.

L’obiettivo del conduttore è infatti far riaffiorare negli ospiti ricordi ed emozioni, per raccontare aneddoti e storie di vita, anche personali.

Su Radio2 dunque, a partire dal 28 giugno fino a fine luglio, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, Ti sento è in diretta dalle 20 alle 21 in versione radiofonica. Infatti, quale  mezzo è migliore della Radio per veicolare sensazioni attraverso il suono? afferma Diaco

Tuttavia, Ti sento su Rai Radio 2 rappresenta anche una anticipazione estiva, in vista della ripartenza autunnale del programma in chiaro su Rai 2. Per ora, però, Ti sento sarà in esclusiva audio su  Radio2 e in diretta streaming audio su RaiPlay Radio. Ma è anche disponibile sugli account social di Rai Radio2: Facebook, Instagram, Twitter e Telegram. Proprio sui social, il programma vanterà diversi contenuti extra e speciali.

Infine, Ti sento sarà fruibile anche in video streaming su RaiPlay.

Ti sento Rai Radio2

Il conduttore: Pierluigi Diaco

Pierluigi Diaco è un veterano di Radio2. Il giornalista ha iniziato la sua carriera proprio come speaker radiofonico, conducendo i programmi Chiamate Roma 3131, La Cantina, Maglioni Marroni con Niccoló Fabi e Il Pittore con Ivano Fossati.

Tuttavia, aveva cominciato ancor prima, negli studi di via Asiago; dove da giovanissimo ha intrapreso la sua carriera radiofonica.

Come giornalista, invece, Diaco esordisce infatti nel 1995, non ancora maggiorenne. In Radio su TMC conduce il programma TMC: giovani-vecchi. Nella stagione 1995-1996 conduce poi il programma Generazione X, che prima ancora di andare in onda genera una polemica riguardo titolo del programma. Generazione X, infatti, era un titolo usato nella stessa fascia oraria e nella stessa stagione televisiva per un differente programma in onda sulle reti Mediaset, condotto da Ambra Angiolini.

Diaco si trasferisce poi sulle reti Rai, per le quali conduce vari programmi; tra cui La cantina nel 1997 e Maglioni marroni nel 1999.

Inoltre, dal 2013 ogni lunedì dalle 19 alle 21 affianca in radio su RTL 102.5 il Radio Costanzo Show, con Maurizio Costanzo e Jolanda Granato. Dal gennaio 2014 Diaco conduce su RTL 102.5 Onorevole Dj – Signoria Vostra con il Conte Galè ed Emanuele Filiberto di Savoia.

Nel frattempo, dal 17 giugno 2019 conduce ogni pomeriggio su Rai 1 il talk Io e te.

Infine, il 10 marzo 2021, dopo 18 anni di carriera radiofonica, lascia RTL 102.5 per passare a Rai Radio 2; proprio per condurre, a partire dal 28 giugno, Ti sento.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it