Vivi e lascia vivere 23 aprile – morte del marito e inizio della nuova vita


Su Rai1 l'esordio della nuova fiction con Elena Sofia Ricci. Le anticipazioni sui prime due episodi


La prima puntata di Vivi e lascia vivere va in onda giovedì 23 aprile, alle 21:25 su Rai1. La nuova serie in sei puntate con Elena Sofia Ricci, prodotta da Rai Fiction e Andrea Barbagallo per Bibi Film TV, propone i primi due episodi.

La regia è di Pappi Corsicato. Laura Ruggero, la protagonista, è una tenace cinquantenne napoletana che reagisce con particolare coraggio ad una tragedia personale trasformandola in un’opportunità di rinascita anche professionale.

Vivi e lascia vivere puntata 23 aprile - La trama della serie tv con Elena Sofia Ricci

Vivi e lascia vivere – trama della serie tv con Elena Sofia Ricci

La trama di Vivi e lascia vivere ruota attorno alle vicende di Laura Ruggero (Elena Sofia Ricci) e della sua famiglia. Cinquantacinque anni, napoletana, Laura lavora come cuoca in una mensa. È una donna forte ed intraprendente, ma dedica la sua vita ai sacrifici per far quadrare i conti e badare ai tre figli.

Giada (Silvia Mazzieri), la più grande, è una caparbia universitaria decisa ad affermarsi nella moda. Anche se non l’ha quasi mai visto, adora il padre ed è in conflitto con la madre, cui pure somiglia molto per personalità. Nina (Carlotta Antonelli), invece, è un’adolescente brillante, apparentemente irreprensibile anche se a casa è molto schiva. Per sentirsi viva fuori dalla famiglia, però, si rende protagonista di piccoli furti.

Il terzo figlio è Giovanni (Gianpiero De Concilio), giocatore di pallanuoto, anch’egli adolescente e con un carattere molto diverso da quello delle sorelle. Sensibile al limite della fragilità, fatica a capire la sua dimensione, ma può contare sul rapporto speciale con Laura.

Vivi e lascia vivere puntata 23 aprile - Laura, Nina e Giovanni

Renato Ruggero (Antonio Gerardi) è il marito di Laura da vent’anni, ma ha sempre vissuto in giro per il mondo come musicista sulle navi da crociera. Come viva abitualmente è un mistero, di certo è un libertino con problemi legati al gioco d’azzardo.

Laura ne è consapevole, eppure quando scopre che è morto il contraccolpo è notevole. Soprattutto perché contemporaneamente viene licenziata e il futuro diventa una minaccia. Grazie al suo temperamento, reagisce e decide di sfruttare l’occasione per cambiare vita e dedicarsi ad un progetto di street food con un’Ape Car. I figli sono scettici ed ostili, non credono possa farcela.

Le uniche a mettersi in gioco sotto la sua guida sfrontata sono alcune amiche con un passato simile al suo. Per Laura, però, le sorprese continuano con l’improvviso ritorno di Toni (Massimo Ghini), una vecchia fiamma giovanile.

Vivi e lascia vivere puntata 23 aprile - Trama episodio 1
Prima puntata – Trama episodio 1

Il primo episodio di Vivi e lascia vivere, in onda nella puntata di giovedì 23 aprile su Rai 1, si apre con il ritorno di Laura (Elena Sofia Ricci) da un viaggio di cui nessuno sa nulla. Poco dopo, chiama a sé i figli e spiega che è stata a Tenerife, dove il marito Renato è morto in un incendio. Tuttavia, tiene per sé alcuni segreti che serba da tempo. Pensa di confessarli in questa occasione, ma poi torna sui suoi passi. La notizia, ad ogni modo, destabilizza tutti.

Renato era un marito e un padre assente, aveva scaricato tutto il peso della crescita dei figli sulla moglie. Eppure la sua morte sconquassa l’equilibrio della famiglia, specialmente dal punto di vista economico. Laura ha un crollo iniziale cui resiste grazie all’amica Rosa (Bianca Nappi) e alla cognata Marilù (Iaia Forte).

Giada, Nina e Giovanni si ritrovano in crisi: si rimettono in discussione tutti, come singoli e come famiglia. Soprattutto Giada, che in quel padre avventuroso aveva individuato un modello di vita. L’atmosfera diventa conflittuale perché esaspera i piccoli contrasti e i problemi che già c’erano.

Di tempo per la commiserazione, però, ce n’è poco e la storia prende il largo sotto la spinta della risolutezza di Laura. Da moglie e madre ligia ai doveri, dopo lo smarrimento seguito alla morte di Renato, intuisce di avere l’occasione per potersi esprimere finalmente con tutta l’energia vitale e l’intraprendenza di cui dispone.

Giada cerca un lavoro (e incontra Luciano), mentre Nina e Giovanni fanno a loro modo tentativi analoghi per tratteggiarsi un percorso. La situazione diventa una sfida a trasformare in opportunità una storia apparentemente spietata.

Vivi e lascia vivere puntata 23 aprile - Trama episodio 2

Prima puntata – Trama episodio 2

Nel secondo episodio di Vivi e Lascia vivere in onda nella puntata del 23 aprile su Rai 1, il nuovo assetto della famiglia inizia a prendere forma. Laura pensa ai futuri progetti con una determinazione nuova. I figli – soprattutto Giada – nei primi momenti la interpretano come una dimostrazione di forza effimera, dalle prospettive velleitarie. L’impeto della sua intraprendenza, però, coinvolge pian piano molte amiche.

Prima ancora di misurarsi con i suoi obiettivi, per Laura arriva un’altra sorpresa. Incontra Toni (Massimo Ghini), una vecchia fiamma giovanile. Ora è un imprenditore benestante, affascinante e dai modi gentili, ma anche un uomo d’affari sempre in bilico con il mondo della criminalità organizzata.

Elena Sofia Ricci (Laura Ruggero) e Massimo Ghini (Toni)

Per lei, Toni diventa una fonte di energia per il progetto che ha in mente. Allo stesso tempo si sente vulnerabile dinanzi ad una possibile storia d’amore. Soprattutto perché Toni desidera impegnarsi seriamente con Laura. La notizia porta ulteriore scompiglio in famiglia. Il lavoro e le sue frequentazioni, inoltre, non sono tranquillizzanti. Queste considerazioni inducono Laura a svelare parte dei segreti finora nascosti.

Intanto, Giada riesce ad ottenere il lavoro che cercava, mentre le avventure furtive creano più di un problema a Nina. Per Giovanni, invece, è il momento di iniziare a fare i conti con le sue debolezze.

La regia e l'ambientazione

La regia e l’ambientazione

La regia di Vivi e lascia vivere è di Pappi Corsicato. Per il regista napoletano il primo lavoro televisivo, dopo aver realizzato molti documentari, videoclip e film.
Nel presentare questo lavoro per Rai Fiction e Bibi Film TV – definito entusiasmante – ci ha tenuto a soffermarsi su alcuni elementi cruciali.

Innanzitutto, il tema del cambiamento. L’importanza della resilienza e di sapersi adattare alle situazioni anche peggiori per trarne il meglio. La capacità di riuscire a trasformare in opportunità e rinascita gli eventi più traumatici e nefasti.

Una forza incarnata perfettamente da Laura Ruggero (Elena Sofia Ricci) che evoca la Filumena Marturano di Eduardo De Filippo. Un personaggio forte e intraprendente, capace di tener testa ad una vita tutt’altro che gentile in più di un momento.

A fare da sfondo, l’ambientazione in una Napoli dominata dalla collina di Posillipo a suo dire spesso vittima di uno sguardo stereotipato.

Vivi e lascia vivere - Cast completo attori e personaggi

Vivi e lascia vivere – Cast completo attori e personaggi

Ecco il cast completo di Vivi e lascia vivere, con gli attori e i personaggi interpretati:

  • Elena Sofia Ricci – Laura Ruggero
  • Massimo Ghini – Toni
  • Antonio Gerardi – Renato Ruggero
  • Silvia Mazzieri – Giada Ruggero
  • Carlotta Antonelli – Nina Ruggero
  • Giampiero De Concilio – Giovanni
  • Teresa Saponangelo – Daniela
  • Bianca Nappi – Rosa
  • Iaia Forte – Marilù
  • Orsetta De Rossi – Lorenza
  • Riccardo Maria Manera – Nicola
  • Irene Casagrande – Sara
  • Emanuele Linfatti – Andrea
  • Matteo Oscar Giuggioli – Luca
  • Riccardo Lombardo – Saverio
  • Daniele Orlando – Dario
  • Massimo Nicolini – Matteo

Con la partecipazione di Giulia Elettra Gorietti, Alessandra Acciai, Giulio Beranek, Cristina Donadio.



0 Replies to “Vivi e lascia vivere 23 aprile – morte del marito e inizio della nuova vita”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*