Connect with us

Pubblicato

il

Il nuovo single della band che ha come frontman Gennaro Caggiano. La storia del gruppo e le atmosfere del brano.
Condividi su

Si chiama Anima Calabra il nuovo singolo pubblicato dagli Engage. Nel testo è proprio la passione, quella viscerale, la protagonista indiscussa.

Anima Calabra Engage, parla il frontman della band

“Questo brano vuole essere un inno al lasciarsi andare sempre, ma solo se si tratta di sentimenti”.

Così l’autore del testo  e frontman della band Gennaro Caggiano descrive il brano, frutto di storie di vita vissute in prima persona.

Il singolo, come si evince dal titolo, nasce in Calabria e vuole soffermarsi sull’importanza dei sentimenti totalizzanti e della passione, necessari per arricchire il bagaglio emotivo di ognuno.

“Anima Calabra” evoca immagini familiari come il mare, l’alba e le stazioni. E’ in questo modo che gli Engage abilmente ricordano quello che tutti almeno una volta nella vita abbiamo vissuto.

Continua il frontman:

“L’amore non colma i vuoti, edifica spazi. Questa è la frase che incarna perfettamente il significato del brano. Un testo che ruota intorno all’amore in modo molto maturo e con una sensibilità rara, capace di rendere perfettamente un’atmosfera molto intima attorno alla quale viene costruito tutto il pezzo”.

Anima Calabra Engage cantante nome

La storia della band

Dal 2011 la band fa musica e opinione dal momento che le tematiche sociali, ambientali e -più in generale- di carattere filosofico sono la cifra caratteristica del gruppo.

La giovane band è riuscita a classificarsi prima nella sezione Young del Contest Anime di Carta che annualmente si svolge a Roma, suonando in locali come Boogie Club, Locanda Blues, Contestaccio e Jailbreak.
In questa scena musicale romana, hanno conosciuto Massimo Di Cataldo che colpito dall’energia esecutiva della band e dalla profondità dei testi, decise di portarla in studio di registrazione e di collaborare all’uscita del loro primo singolo This Cold Cold Blue.

In seguito il gruppo ha deciso di mettersi alla prova sul repertorio italiano, tentativo da cui nasce la canzone Camel Blu, contenuta nell’album “Pelle”.

Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

Successivamente la band conquista la finale del prestigioso contest 1M Next, arrivando ad un passo dal poter suonare sullo storico palco di piazza San Giovanni in occasione del “concertone del Primo Maggio.

L’ultimo importante traguardo raggiunto dagli Engage è stato la vittoria del premio “Miglior Produzione Musicale Italiana” in occasione del Festival di Sanremo Rock sul prestigioso palco del Teatro Ariston.


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Musica in Tv - ultime uscite

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa seconda serata

Pubblicato

il

Sanremo 2023 diretta 7 febbraio
Condividi su

Sanremo secondo noi: le 14 canzoni in gara nella seconda serata di Sanremo 2023.

Continua la 73esima edizione della kermesse musicale più amata. Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa seconda serata.

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

WILL, “Stupido” – Voto 6: Molto giovane e forse un po’ acerbo, ma il suo viso da bravo ragazzo e la sua purezza avranno sicuramente fatto sognare le adolescenti.

MODÀ, “Lasciami” – Voto 7: Grande ritorno per i Modà, che con sonorità da rock ballade riescono a trasmettere un messaggio importante. Il loro non è infatti solo un brano romantico, ma è in realtà un inno alla vita che vuole spronare le persone depresse ad affidarsi all’amore per uscire dal dolore.

SETHU, “Cause perse” – Voto 6 e mezzo: Un’ondata d’energia travolge il palco dell’Ariston. Sethu propone un brano ricco di contaminazioni, un irresistibile mix di generi. Si balla.

ARTICOLO 31, “Un bel viaggio” – Voto 7 : Gli adolescenti degli anni ’90 fanno la ola sul divano (sottoscritta compresa). Gli Articolo 31 rappresentano un pezzo di vita importante per i 30/40enni di oggi e giudicarli con obiettività è difficile. Il brano però è piacevole, in perfetta coerenza con la loro discografia. La quota amarcord potrebbe assicurar loro un bel posto in classifica.

Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

LAZZA, “Cenere” – Voto 7: Lazza è uno degli artisti “alternativi” più amati di questo Festival e non delude. Il suo brano è elettronico, a tratti psichedelico, per niente sanremese, ma avrà un grandissimo successo tra i giovani.

GIORGIA, “Le parole dette male” – Voto 7: Le aspettative per il grande ritorno “a casa” di Giorgia erano altissime e forse è questo a giocarle un tiro mancino al primo ascolto. Il brano è bello, ma non ha quel quid in più che ci saremmo aspettati. Detto questo, Giorgia è sempre una signora artista e quindi il successo è assicurato.


Condividi su
Continua a leggere

Musica in Tv - ultime uscite

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della prima serata

Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa prima serata

Pubblicato

il

Sanremo 2023 ospiti cantanti donne Amadeus
Condividi su

Sanremo secondo noi: le 14 canzoni in gara nella prima serata di Sanremo 2023.

Prende il via la 73esima edizione della kermesse musicale più amata. Ecco la nostra personale recensione delle canzoni in gara in questa prima serata.

Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della prima serata

ANNA OXA, “Sali” – Voto 6: Una signora della canzone italiana. Mantiene il suo stile, aggiungendo sonorità etniche e drammatiche. Un brano non per tutti. Merita un secondo ascolto.

gIANMARIA, “Mostro” – Voto 6 e mezzo: Il giovanissimo vincitore di X Factor e di Sanremo giovani è visibilmente emozionato, eppure man mano che scorrono le note prende sicurezza. gIANMARIA dà voce al disagio delle nuove generazioni con intensità e tenerezza.

MR RAIN, “Supereroi” – Voto 8 e mezzo: Brividi. Mr Rain regala una prima esibizione davvero emozionante. Accompagnato da un coro di dolcissimi bimbi, canta la sua poesia moderna – che è destinata a diventare uno dei successi radiofonici di questo festival. La melodia sfiora corde profonde dell’animo. Un’acquerello. Zona podio assicurata.

sanremo 2023 mr rain

MARCO MENGONI, “Due vite” – Voto 8: La combo Mr Rain – Mengoni è un colpo duro per i cuori sensibili. Marco Mengoni propone una delle sue stupende romantiche ballad e fa centro. Forse non il più immediato tra i suoi pezzi, ma ascolto dopo ascolto conquisterà ancora una volta.

sanremo 2023 marco

ARIETE, “Mare di guai” – Voto 6 e mezzo: Dal duo Ariete-Calcutta ci aspettavamo qualcosina di più. Il brano è molto carino, ma non convince fino in fondo. Almeno al primo ascolto. Una seconda possibilità la merita però!

Leggi anche --->  Zecchino d’Oro 2022, la programmazione tv: la finale sabato 24 dicembre su Rai 1

ULTIMO, “Alba” – Voto 8: Tornare a Sanremo a testa bassa in onore della musica. Ultimo dimostra il suo coraggio e si rimette in gioco dopo le polemiche. E lo fa con il cuore. “Alba” è un brano intenso, di quelli da cantare a squarciagola fermi nel traffico, quelli che senti come la colonna sonora della tua vita nelle serate malinconiche e disperate. Hit radiofonica.

sanremo 2023 ultimo

COMA COSE, “L’addio” – Voto 7: Autentici. Parlare della propria vita sentimentale è complesso, specialmente se si tratta di un momento buio, di una crisi. I Coma Cose però riescono a cantare il loro amore con estrema onestà, con delicatezza e con il pizzico di consapevole spensieratezza di chi ormai è andato oltre la rottura ed ha ritrovato la serenità. Sound estremamente orecchiabile.

ELODIE, “Due” – Voto 7: Un tormentone musicale in pieno inverno è impresa da pochi. Eppure Elodie c’è riuscita. Il suo brano scioglie le temperature glaciali. É sensualità, carisma, magnetismo. Non sarà probabilmente premiata dal Festival, ma sarà trasmessa a lungo nei prossimi mesi.

LEO GASSMAN, “Terzo cuore” – Voto 6: Leo Gassman è simpatico e sorridente. Si vede che è felice di calcare nuovamente il palco dell’Ariston e questo suo entusiasmo pervade. Il pezzo non è memorabile, ma gli si vuol bene lo stesso.

CUGINI DI CAMPAGNA, “Lettera 22” – Voto 6 e mezzo: Tutto sommato moderni. I Cugini di campagna con il brano scritto dalla Rappresentante di Lista funzionano. Se il look rimane quello storico (tutine e paillettes), il sound strizza l’occhio al romanticismo ed alle ballad, ma con un che di novità. Not bad.

Leggi anche --->  Junior Eurovision Song Contest, chi è il vincitore Lissandro: carriera, età, canzone

GIANLUCA GRIGNANI, “Quando ti manca il fiato” – Voto 7: Il brano è bello, struggente, a tratti doloroso. Una lettera di sofferenza e perdono, che ci spiega un po’ delle battaglie e dei demoni che purtroppo hanno sconvolto la vita di Gianluca. Che sia un nuovo inizio? Glielo auguriamo.

OLLY, “Polvere” – Voto 6 e mezzo: Scanzonata. Olly porta avanti la quota giovane di questo Festival con grande carisma. Padrone del palco e gioioso, chiude la performance con un balletto e svela di aver vissuto “una emozione incredibile”. Bravo!

sanremo 2023 olly

COLLA ZIO, “Non mi va” – Voto 6 e mezzo: I Bee hive di Kiss me Licia 2.0. I Colla zio sono coloratissimi e trascinano con la loro freschezza. Ricordano un po’ i The Kolors dei primi tempi. Brano carino.

Mara Sattei, “Duemila minuti” – Voto 7: Mara Sattei ha una voce stupenda (l’emozione del debutto non le rende giustizia, ma nelle prossime esibizioni brillerà) ed un brano scritto magistralmente da Damiano dei Maneskin.  Il ritornello poi è decisamente sanremese. Podio? Podio! L’unico impedimento potrebbe essere il grande ritorno di Giorgia. Chi la spunterà?


Condividi su
Continua a leggere

Musica in Tv - ultime uscite

Zecchino d’Oro 2022, la programmazione tv: la finale sabato 24 dicembre su Rai 1

Pubblicato

il

Zecchino d'Oro 2022
Condividi su

A partire da giovedì 22 dicembre inizia lo Zecchino d’Oro 2022. La competizione dedicata alla musica per bambini quest’anno festeggia l’importante traguardo della 65 edizione.

Zecchino dOro 2022 Carlo Conti

Zecchino d’Oro 2022, le date

I primi due appuntamenti dello Zecchino d’Oro 2022 sono in programmazione su Rai 1 giovedì 22 e venerdì 23 dicembre. In entrambi i casi l’orario di inizio è fissato per le ore 17:05 e, con l’occasione, il pubblico può iniziare ad assimilare le canzoni e i volti dei piccoli protagonisti. I conduttori dei due appuntamenti sono Francesca Fialdini e Paolo Conticini.

La prima, volto di Da noi… A ruota libera, di recente ha raccontato lo Junior Eurovision Song Contest. Conticini, invece, ha guidato per circa un mese Una scatola al giorno, game show tra le novità del palinsesto di Rai 2. Per Fialdini e Conticini si tratta della seconda conduzione di fila nello show.

La serata finale dello Zecchino d’Oro 2022, invece, si svolge sulla rete ammiraglia Rai sabato 24 dicembre dalle 17:00 e ha come padrone di casa Carlo Conti. Tra i professionisti più importanti e apprezzati della TV di Stato, Conti è nella famiglia della kermesse da cinque anni, ricoprendo anche il ruolo di direttore artistico.

I cantanti

Lo Zecchino d’Oro 2022 ha in gara 14 canzoni. Queste, a loro volta, sono interpretate da 17 piccoli cantanti. Tutte le esibizioni sono accompagnate dal Piccolo Coro dell’Antoniano, diretto da Sabrina Simoni. Tra i protagonisti sono presenti Frida Ruggeri (8 anni) con Mambo Rimambo, Giulia Baccaro (10 anni) con Come King Kong e Benedetta Morzetta (10 anni) con L’Orso col ghiacciolo.

Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della seconda serata

Beatrice Marcello ed Elia Pedrini (4 e 9 anni) cantano Ci vuole pazienza, mentre Eleonora Busacca (10 anni) e Susanna Marchetti (10 anni) portano sul palco rispettivamente L’acciuga raffreddata e Il mondo alla rovescia. Massimiliano Peralta (7 anni) esegue Il maglione.

Allo Zecchino d’Oro 2022 presenziano Francesco Berretti, Diana Giorcelli e Olga Gorgone (5, 6 e 6 anni), che si esibiscono con il singolo Zanzara. Mariapaola Chiummo (7 anni) canta Il panda con le ali, mentre Ferdinando Catapano (9 anni) si esibisce con Mettiamo su la band. Maryam Pagliarone (9 anni) esegue Mille fragole e la hit di Chiara Paumgardhen (7 anni) è La canzone della settimana. Infine ci sono anche Gioele Frione (8 anni) e Giorgia Nocentini (8 anni), che cantano rispettivamente Gioca con me papà e Giovanissimo papà.

Zecchino dOro 2022 Checco Zalone

Zecchino d’Oro 2022, la kermesse supporta Operazione Pane

Le canzoni in gara allo Zecchino d’Oro 2022 hanno come autori molti nomi conosciuti della musica italiana. Tra loro Enrico Ruggeri (che ha scritto Gioca con me papà), Margherita Vicario (tra le autrici di Come King Kong) e Deborah Iurato (che ha composto Mille fragole). Il sottotitolo della 65 esima edizione è Semplicemente bambino, per affermare il grande impegno affinché i più piccoli possano vivere la loro età con gioa, spensieratezza e serenità.

Lo show, infine, si fa portavoce della compagna di solidarietà Operazione Pane. Con l’iniziativa, l’Antoniano supporta 18 mense francescane presenti in Italia e altre cinque sparse tra la Siria, la Romania e l’Ucraina. Proprio le storie provenienti da questi luoghi sono centrali nel racconto delle serate dello Zecchino d’Oro 2022.

Leggi anche --->  Sanremo 2023 secondo noi: le 14 canzoni della prima serata

Condividi su
Continua a leggere

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it