Le Iene Show| 23 maggio 2018| ultima puntata in diretta


Si conclude questa sera la stagione de Le Iene Show. Il programma si congeda dal pubblico, in attesa di tornare sugli schermi in autunno.


Alla conduzione, Ilary Blasi e Teo Mammucari insieme alla Gialappa’s Band.

Vi abbiamo già anticipato alcuni dei servizi previsti, seguiamo ora la puntata in diretta. Si comincia alle 21.20.

 

Per l’occasione, il costumista ha decisamente osato: la Blasi infatti, indossa pantaloni neri a zampa d’elefante e, sopra, un reggiseno marrone. Solo in un secondo momento ci si accorge della canottiera trasparente.

Il primo servizio è di Matteo Viviani: Quello che succede in alcune carceri italiane. Grazie a un registratore nascosto, il detenuto Rashid aveva documentato quanto avvenuto all’interno del carcere in cui era rinchiuso: audio che dimostrano come venisse picchiato dagli agenti, nel più totale disinteresse delle sue rimostranze. Anzi, una guardia penitenziaria gli aveva risposto che, se fosse morto, Rashid sarebbe stato uno di meno.
Ora che ha finito di scontare la sua pena, Rashid racconta a Viviani altri episodi: del detenuto morente che nessuno ha soccorso, di essere stato picchiato con una stampella nel carcere di Piacenza, di essere stato trascinato in una cella i cui muri erano sporchi di sangue. È stata la moglie ad aiutarlo: la donna si è rivolta a un esponente del Movimento 5 Stelle, Vittorio Ferraresi: con la sua intercessione, ci si è rivolti alla direttrice per far aprire la cella di Rashid. Dentro un “odore nauseabondo”, testimonia Ferraresi: l’acqua infatti, si poteva attivare solo dall’esterno, col risultato che vi era un odore di feci stantio. Rashid inoltre, che aveva un materasso bagnato, presentava ematomi su tutto il corpo.
Ferraresi ha voluto documentare, trovando l’opposizione della direttrice: l’avvocato Fabio Anselmo sostiene che, al contrario, chiunque possa farlo, tanto più un onorevole della Repubblica. È partito un procedimento legale: ovviamente i detenuti compagni di Rashid non lo hanno sostenuto, temendo ripercussioni visto che sono ancora in carcere.

Si prosegue con Luigi Pelazza: Investire in diamanti conviene? La iena torna ad occuparsi dei clienti che hanno acquistato diamanti dalle banche, un investimento a prezzo maggiorato suggerito dalle stesse banche. Per effettuare reclamo, è stato consigliato di farsi fare una lettera alla Diamonds di Maurizio Sacchi: l’inviato si reca a casa sua, senza riuscire a parlarci. In compenso osserva i lussi della villa, dove probabilmente sono finiti i soldi degli investitori. Claudio Giacobazzi invece, ad dell’azienda, è stato trovato morto la settimana scorsa, l’ipotesi è il suicidio.

Dop il successo del film di Matteo Garrone a Cannes, Filippo Roma è Sulle tracce di “er canaro della Magliana”. La iena chiede alla gente del quartiere in cui vive: tutti sembrano voler evitare l’argomento, ma assicurano che ora ha trovato una pace interiore, e che si limita a passare in macchina.
Da quel terribile delitto sono passati 30 anni: alla fine Roma riesce ad ottenere un’intervista esclusiva con “er canaro” Pietro De Negro, il quale però dichiara di voler essere defilato il più possibile. Non si vuole pronunciare, perché sa che qualsiasi cosa dica, questa verrà interpretata dai media in maniera diversa.

Ismaele La Vardera indaga su Quando divertirsi può essere pericoloso. Grazie a dei complici, la iena dimostra la prassi di alcuni locali: far entrare molte più persone rispetto alla capienza secondo le norme di sicurezza. I buttafuori non staccano il biglietto all’ingresso, col risultato di far entrare più clienti.

Paola ha subito le avances pesanti di un personaggio famoso, che prima le ha messo le mani addosso contro il suo volere e poi l’ha fatta scendere dall’auto: Emis Killa è un molestatore? Incontrato in una chat, il ragazzo è in realtà un sosia: il vero rapper infatti, non ha mai incontrato Paola.
A questo punto quindi, scatta il piano: Paola ricontatta l’impostore, e i due escono a cena. Appena in auto, lui riparte con l’aggressione sessuale: solo che stavolta, dietro l’angolo, ci sono sia le iene che il vero Emis Killa.

Si prosegue con Giulio Golia: Ucciso a 20 anni dal padre della fidanzata. Golia torna ad occuparsi di Antonio Ciontoli: dopo il servizio trasmesso alcune settimana fa, il suo avvocato ha chiesto delle rettifiche. Ma l’inviato ripercorre nuovamente la vicenda, sottolineando le incongruenze della versione di Ciontoli: elementi forse non decisivi da un punto di vista processuale, ma sicuramente meritevoli di attenzione da un punto di vista giornalistico.

Niccolò De Devitiis ha intervistato la Dark Polo Gang con un’aiutante: Nonna Carmela incontra la Dark Polo Gang. Come prima cosa, a vederli, la signora si assicura che stiano bene: “devono uscire dalla droga”, sentenzia mentre vede un loro video. Poi si lascia scappare che, per fare i soldi, bisogna lavorare.

Nina Palmieri ascolta la storia di Federica: Molestata a 11 anni dal maestro di karate? La ragazzina racconta che il maestro di karate, a cui era molto affezionata, la portava nella stanza degli attrezzi e negli spogliatoi: qui cercava di baciarla e toccarla. L’uomo le diceva che essendo grande, doveva fare cose da grande: ma lei ha solo 11 anni.
Schiacciata dai sensi di colpa, Federica ha iniziato a indossare vestiti sotto il kimono: smette anche di andare in palestra, fingendo di avere il ciclo. Fino a quando Laura, sua cara amica, decide di praticare il karate in un’altra palestra: Federica vuole sapere a tutti i costi il motivo, e scopre che il motivo era il maestro. Laura veniva molestata nella sala degli attrezzi: proprio come Federica.
Le due famiglie, insieme, hanno denunciato alla polizia; si sono poi rivolte a un centro antiviolenza. L’uomo intanto continua a insegnare nella stessa scuola: nonostante le denunce per violenza su minore, fa lezione ai bambini maschi e agli adulti.

Visibile in formato integrale sul sito del programma, un estratto dell’intervista al “rapper più odiato da Salvini”: Bello Figo è tornato.

Roberta Rei è a Rosolini, in provincia di Siracusa: Quando denunci l’usura e perdi tutto. Pietro Sessa ha denunciato Gennaro Sasso, l’usuraio che lo perseguitava minacciandolo di “scannarlo”.
Per pagare i debiti, Pietro si ritrova con la casa all’ asta: nel frattempo la villa di Gennaro Sasso è confiscata, ma lui ancora ci vive. Anzi: affitta pure cinque appartamenti ai turisti. E come se non bastasse, il palazzo in stile liberty di Sasso, si trova vicino casa di Pietro.
Gennaro Sasso deve 450mila euro a Pietro: avendo il palazzo confiscato però, non restituisce niente. La Rei prova a prenotare una notte nel suo appartamento: è chiaro quindi che c’è una rendita.

Veronica Ruggeri  è alle Eolie: Il ritorno degli elicotteri pirata. Nonostante la legge lo vieti per preservare la fauna, proseguono i voli degli elicotteri per trasportare i turisti: il comandante raccomanda ogni volta di non diffondere i video in rete. Dopo Casciari, stavolta è la Ruggeri rivolgersi agli enti preposti: l’obiettivo è di farli dialogare tra loro, in modo da porre fine a questa violazione della legge.

Cristiano Pasca incontra la famiglia di Francesco, ragazzo disabile: Quando per curare tuo figlio stai per perdere la casa. I problemi sono nati quando non si è più riusciti a pagare il mutuo: al momento il debito con la banca è di 80 mila euro, più quello di oltre 26mila con una finanziaria.
Siccome all’asta non si presenta nessuno, si cerca di trovare una soluzione. Pasca intercede prima con la finanziaria, poi col liquidatore: la finanziaria annulla, mentre la banca toglie il pignoramento e abbassa il debito a 40mila euro. Viene aperta anche una pagina Facebook per aiutare la famiglia a saldare il dovuto.

Stefano Corti ha organizzato lo scherzo al suo migliore amico: Una difficile prova per Onnis..
Alessandro Onnis ha aspettato i 30 anni per prendere la patente: il girono dell’esame però, la matura esaminatrice si dimostra particolarmente interessata. Lo accarezza, fa allusioni: terminata la guida, la donna lo porta in una stanza proponendogli il modo di superare l’esame, e cioè “fammi vedere il nuraghe”.
Entra Stefano Corti, che trova l’amico imbarazzatissimo.

Era l’ultimo servizio, la puntata si conclude qui. Il palco è di Angelo Duro per il monologo di Pregiudizio Universale.



0 Replies to “Le Iene Show| 23 maggio 2018| ultima puntata in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*