Connect with us

Intrattenimento

Le Iene Show| 23 maggio 2018| ultima puntata in diretta

Si conclude questa sera la stagione de Le Iene Show. Il programma si congeda dal pubblico, in attesa di tornare sugli schermi in autunno.
Irene Natali

Pubblicato

il

Si conclude questa sera la stagione de Le Iene Show. Il programma si congeda dal pubblico, in attesa di tornare sugli schermi in autunno.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Per l’occasione, il costumista ha decisamente osato: la Blasi infatti, indossa pantaloni neri a zampa d’elefante e, sopra, un reggiseno marrone. Solo in un secondo momento ci si accorge della canottiera trasparente.

Il primo servizio è di Matteo Viviani: Quello che succede in alcune carceri italiane. Grazie a un registratore nascosto, il detenuto Rashid aveva documentato quanto avvenuto all’interno del carcere in cui era rinchiuso: audio che dimostrano come venisse picchiato dagli agenti, nel più totale disinteresse delle sue rimostranze. Anzi, una guardia penitenziaria gli aveva risposto che, se fosse morto, Rashid sarebbe stato uno di meno.
Ora che ha finito di scontare la sua pena, Rashid racconta a Viviani altri episodi: del detenuto morente che nessuno ha soccorso, di essere stato picchiato con una stampella nel carcere di Piacenza, di essere stato trascinato in una cella i cui muri erano sporchi di sangue. È stata la moglie ad aiutarlo: la donna si è rivolta a un esponente del Movimento 5 Stelle, Vittorio Ferraresi: con la sua intercessione, ci si è rivolti alla direttrice per far aprire la cella di Rashid. Dentro un “odore nauseabondo”, testimonia Ferraresi: l’acqua infatti, si poteva attivare solo dall’esterno, col risultato che vi era un odore di feci stantio. Rashid inoltre, che aveva un materasso bagnato, presentava ematomi su tutto il corpo.
Ferraresi ha voluto documentare, trovando l’opposizione della direttrice: l’avvocato Fabio Anselmo sostiene che, al contrario, chiunque possa farlo, tanto più un onorevole della Repubblica. È partito un procedimento legale: ovviamente i detenuti compagni di Rashid non lo hanno sostenuto, temendo ripercussioni visto che sono ancora in carcere.

Si prosegue con Luigi Pelazza: Investire in diamanti conviene? La iena torna ad occuparsi dei clienti che hanno acquistato diamanti dalle banche, un investimento a prezzo maggiorato suggerito dalle stesse banche. Per effettuare reclamo, è stato consigliato di farsi fare una lettera alla Diamonds di Maurizio Sacchi: l’inviato si reca a casa sua, senza riuscire a parlarci. In compenso osserva i lussi della villa, dove probabilmente sono finiti i soldi degli investitori. Claudio Giacobazzi invece, ad dell’azienda, è stato trovato morto la settimana scorsa, l’ipotesi è il suicidio.

Dop il successo del film di Matteo Garrone a Cannes, Filippo Roma è Sulle tracce di “er canaro della Magliana”. La iena chiede alla gente del quartiere in cui vive: tutti sembrano voler evitare l’argomento, ma assicurano che ora ha trovato una pace interiore, e che si limita a passare in macchina.
Da quel terribile delitto sono passati 30 anni: alla fine Roma riesce ad ottenere un’intervista esclusiva con “er canaro” Pietro De Negro, il quale però dichiara di voler essere defilato il più possibile. Non si vuole pronunciare, perché sa che qualsiasi cosa dica, questa verrà interpretata dai media in maniera diversa.

Ismaele La Vardera indaga su Quando divertirsi può essere pericoloso. Grazie a dei complici, la iena dimostra la prassi di alcuni locali: far entrare molte più persone rispetto alla capienza secondo le norme di sicurezza. I buttafuori non staccano il biglietto all’ingresso, col risultato di far entrare più clienti.

Paola ha subito le avances pesanti di un personaggio famoso, che prima le ha messo le mani addosso contro il suo volere e poi l’ha fatta scendere dall’auto: Emis Killa è un molestatore? Incontrato in una chat, il ragazzo è in realtà un sosia: il vero rapper infatti, non ha mai incontrato Paola.
A questo punto quindi, scatta il piano: Paola ricontatta l’impostore, e i due escono a cena. Appena in auto, lui riparte con l’aggressione sessuale: solo che stavolta, dietro l’angolo, ci sono sia le iene che il vero Emis Killa.

Si prosegue con Giulio Golia: Ucciso a 20 anni dal padre della fidanzata. Golia torna ad occuparsi di Antonio Ciontoli: dopo il servizio trasmesso alcune settimana fa, il suo avvocato ha chiesto delle rettifiche. Ma l’inviato ripercorre nuovamente la vicenda, sottolineando le incongruenze della versione di Ciontoli: elementi forse non decisivi da un punto di vista processuale, ma sicuramente meritevoli di attenzione da un punto di vista giornalistico.

Niccolò De Devitiis ha intervistato la Dark Polo Gang con un’aiutante: Nonna Carmela incontra la Dark Polo Gang. Come prima cosa, a vederli, la signora si assicura che stiano bene: “devono uscire dalla droga”, sentenzia mentre vede un loro video. Poi si lascia scappare che, per fare i soldi, bisogna lavorare.

Nina Palmieri ascolta la storia di Federica: Molestata a 11 anni dal maestro di karate? La ragazzina racconta che il maestro di karate, a cui era molto affezionata, la portava nella stanza degli attrezzi e negli spogliatoi: qui cercava di baciarla e toccarla. L’uomo le diceva che essendo grande, doveva fare cose da grande: ma lei ha solo 11 anni.
Schiacciata dai sensi di colpa, Federica ha iniziato a indossare vestiti sotto il kimono: smette anche di andare in palestra, fingendo di avere il ciclo. Fino a quando Laura, sua cara amica, decide di praticare il karate in un’altra palestra: Federica vuole sapere a tutti i costi il motivo, e scopre che il motivo era il maestro. Laura veniva molestata nella sala degli attrezzi: proprio come Federica.
Le due famiglie, insieme, hanno denunciato alla polizia; si sono poi rivolte a un centro antiviolenza. L’uomo intanto continua a insegnare nella stessa scuola: nonostante le denunce per violenza su minore, fa lezione ai bambini maschi e agli adulti.

Visibile in formato integrale sul sito del programma, un estratto dell’intervista al “rapper più odiato da Salvini”: Bello Figo è tornato.

Roberta Rei è a Rosolini, in provincia di Siracusa: Quando denunci l’usura e perdi tutto. Pietro Sessa ha denunciato Gennaro Sasso, l’usuraio che lo perseguitava minacciandolo di “scannarlo”.
Per pagare i debiti, Pietro si ritrova con la casa all’ asta: nel frattempo la villa di Gennaro Sasso è confiscata, ma lui ancora ci vive. Anzi: affitta pure cinque appartamenti ai turisti. E come se non bastasse, il palazzo in stile liberty di Sasso, si trova vicino casa di Pietro.
Gennaro Sasso deve 450mila euro a Pietro: avendo il palazzo confiscato però, non restituisce niente. La Rei prova a prenotare una notte nel suo appartamento: è chiaro quindi che c’è una rendita.

Veronica Ruggeri  è alle Eolie: Il ritorno degli elicotteri pirata. Nonostante la legge lo vieti per preservare la fauna, proseguono i voli degli elicotteri per trasportare i turisti: il comandante raccomanda ogni volta di non diffondere i video in rete. Dopo Casciari, stavolta è la Ruggeri rivolgersi agli enti preposti: l’obiettivo è di farli dialogare tra loro, in modo da porre fine a questa violazione della legge.

Cristiano Pasca incontra la famiglia di Francesco, ragazzo disabile: Quando per curare tuo figlio stai per perdere la casa. I problemi sono nati quando non si è più riusciti a pagare il mutuo: al momento il debito con la banca è di 80 mila euro, più quello di oltre 26mila con una finanziaria.
Siccome all’asta non si presenta nessuno, si cerca di trovare una soluzione. Pasca intercede prima con la finanziaria, poi col liquidatore: la finanziaria annulla, mentre la banca toglie il pignoramento e abbassa il debito a 40mila euro. Viene aperta anche una pagina Facebook per aiutare la famiglia a saldare il dovuto.

Stefano Corti ha organizzato lo scherzo al suo migliore amico: Una difficile prova per Onnis..
Alessandro Onnis ha aspettato i 30 anni per prendere la patente: il girono dell’esame però, la matura esaminatrice si dimostra particolarmente interessata. Lo accarezza, fa allusioni: terminata la guida, la donna lo porta in una stanza proponendogli il modo di superare l’esame, e cioè “fammi vedere il nuraghe”.
Entra Stefano Corti, che trova l’amico imbarazzatissimo.

Era l’ultimo servizio, la puntata si conclude qui. Il palco è di Angelo Duro per il monologo di Pregiudizio Universale.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intrattenimento

L’Eredità 13 maggio: il neocampione Nicola non conquista il montepremi

Il venticinquenne marchigiano ha sconfitto al Triello Marta e Cristina. Non riesce a conquistare il montepremi.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

l eredità 13 maggio Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giovedì 13 maggio su Rai 1, va in onda una nuova puntata de L’Eredità con Flavio Insinna.

Nella giornata di ieri Cristina è diventata la nuova campionessa dopo aver sconfitto al Triello Erika e Francesca. Non è però riuscita ad individuare la parola corretta della Ghigliottina. Oggi tenta di sconfiggere nuovamente gli avversari per mantenere il titolo.

l eredità 13 maggio Rai 1 concorrenti

L’Eredità, la diretta del 13 maggio

Flavio Insinna dopo aver salutato la neocampionessa, presenta i suoi sfidanti. Il primo è Nicola, venticinquenne nato ad Ancona. Ha studiato a Londra, lavora a Milano ma in tempi di pandemia sta lavorando in smart working da Falconara Marittima. Nicola deve abbinare se alcuni pasti sono freddi o caldi.

Giulia, 27 anni, invece viene da Gorizia. E’ laureata in discipline artistiche con indirizzo cinema. Lei deve specificare se i brani citati dal conduttore sono d’amore.

Davide vive a Fiumicino ed è ora in cerca di un impiego in quanto lavorava in aeroporto. Ama viaggiare da solo in moto. E’ molto legato alla sua cagnolina. Lui invece deve convertire i sostantivi maschili in femminili.

La quarta concorrente è la deejay Marta, che vive a Firenze. Per lei come abbinamento “in quale stagione si fa” (un determinato interno)

La giovane Francesca fa parte dell’Aeronautica Militare e sogna di salire di grado. Per lei animali vertebrati/invertebrati.

Ritroviamo Erika che è laureata in lingue e che lavora nel settore assicurativo. Lei deve specificare se alcuni paesi fanno parte dell’Africa o dell’America.

Al termine del gioco degli abbinamenti Cristina sceglie di mandare in sfida nei 60 secondi Davide e Marta. Davide è il primo concorrente eliminato della puntata.

l eredità 13 maggio una o l'altra

L’Eredità, il gioco L’una o l’altra

Il conduttore dà il via al gioco L’una o l’altra dove per ogni domanda fornisce due possibili alternative. Al termine del primo giro non rispondono in maniera corretta Francesca, Cristina e Nicola.

Compie il doppio errore Francesca che punta il dito contro Giulia. Quest’ultima però riesce a rimanere in gioco.

l'eredità 13 maggio le quattro date

Le Quattro Date

Nella puntata di oggi le quattro date scelte sono il 1949, 1967,1987 e 2013. Appena terminato il primo giro di domande Cristina è l’unica a non aver fornito la risposta corretta. Ed è proprio la campionessa a compiere il doppio errore.

Cristina sceglie di sfidare Giulia nel gioco dei 60 secondi perché è una delle concorrenti dal montepremi più alto. La campionessa riesce a rimanere in gara mentre Giulia deve abbandonare lo studio.

l eredità 13 maggio i paroloni

L’Eredità 13 maggio, i Paroloni

E’ il momento dei Paroloni, gioco in cui i concorrenti devono specificare il significato di parole desuete. Il primo termine è Felibro, individuato da Marta. Si tratta dei poeta ottocentesco, ovvero appartenente alla movimento letterario, il Felibrismo, nato in Francia nella seconda metà dell’Ottocento.

Il secondo parolone è Calcagnolo è indovinato dalla campionessa Cristina. E’ uno scalpello utilizzato per lavorare il marmo.

Marta e Cristina sono già al Triello. Si sfidano di conseguenza Nicola ed Erika.

l eredità 13 maggio triello

Il Triello

Nella puntata del 13 maggio si sfidano al Triello Nicola, Marta e la campionessa Cristina.

Inizia Nicola che conquista le categorie Sport (10.000 euro), Curiosità (10.000 euro), Animali (30.000 euro).

Marta risponde correttamente agli argomenti Geografia (20.000 euro), Cucina (20.000 euro), Musica (20.000 euro), Letteratura (30.000 euro).

La campionessa Cristina non è riuscita a rispondere ad alcun argomento.

Marta ha il montepremi più alto e potrebbe accedere alla Ghigliottina, ma deve rispondere ai prossimi argomenti: Venezia e Eventi storici. Il nuovo campione dell’Eredità è Nicola in quanto ha risposto in maniera corretta ai quesiti.

l eredità 13 maggio ghigliottina Nicola

L’Eredità, la Ghigliottina di Nicola

Nicola affronta la Ghigliottina con 210.000 euro. Deve scegliere tra i seguenti abbinamenti: permesso o divieto, bianco o giallo, Unicef o Fai, nulla o tutto, ambientale o forestale Il neocampione dimezza due volte, il montepremi si ferma così a 52.500 euro.

Le parole che formano la Ghigliottina del 13 maggio sono:

  • divieto
  • bianco
  • fai
  • nulla
  • ambientale

Il giovane campione ha scelto il termine fattore, ma la parola corretta della Ghigliottina è rumore.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

Chi l’ha visto? 12 maggio 2021, la testimonianza della vicina di Anna Corona

Stasera a Chi l'ha visto, 12 maggio 2021, il caso Pipitone, con la nuova testimonianza della ex vicina di casa di Piera Maggio: Anna Corona.
Lorenzo Mango

Pubblicato

il

chi l'ha visto stasera 12 maggio
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questa sera, 12 maggio 2021, va in onda alle 21.20 su Rai 3 una nuova puntata di Chi l’ha visto?. A seguire tutti i casi di scomparsa trattati, i ritrovamenti, e le indagini della redazione del programma condotto da Federica Sciarelli.

Il programma condivide stasera ulteriori aggiornamenti sul caso di Denise Pipitone, scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo in circostanze mai chiarite. Dopo la smentita sull’identità di Olesya Rostova, ragazza russa che si credeva potesse essere proprio Denise Pipitone, l’attenzione mediatica sul caso si è riaccesa più viva che mai. Inoltre, il 5 maggio 2021 i Carabinieri hanno svolto una perquisizione nella ex abitazione di Anna Corona. La donna fu una delle principali indiziate nel 2004, ma è stata scagionata da tutte le accuse.

La perquisizione, però, ha insospettito i legali di Piera Maggio, la madre di Denise, che hanno richiesto chiarimenti alle forze dell’ordine. Inoltre, nel frattempo sono emerse nuove testimonianze. Infatti, questa sera a Chi l’ha visto? la ex vicina di casa di Anna Corona rilascia dichiarazioni inedite sulla vicenda.

Vi ricordiamo che potete vedere la puntata di Chi l’ha Visto? anche in streaming su internet, tramite il servizio gratuito RaiPlay.

Chi l'ha visto stasera 12 maggio

Chi l’ha visto stasera 12 maggio, la diretta

Wangwei Qiu è scomparso dall’ospedale Fatebenefratelli di Milano nella notte di ieri, 11 maggio 2021. La figlia lancia un appello, chiedendo aiuto per rintracciarlo il prima possibile. L’uomo, infatti, è a torso nudo, senza documenti ed effetti personali.

Segue un collegamento con l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazitta. L’avvocato commenta le dichiarazioni di Francesco Lombardo, un carabiniere che racconta di aver ricevuto minacce nel 2004, quando stava indagando sulla scomparsa di Denise Pipitone. Lombardo racconta che in uno dei biglietti minatori trovò scritto “non è una faccenda di pedofilia o traffico organi, ma familiare. Pensate alle vostre famiglie, e smettete di indagare”.

Poi, aggiornamenti su Battista Della Chiave, che nel 2004 rilasciò dichiarazioni confuse sulla presenza di una bambina nelle vicinanze di casa sua. Che, si credette all’epoca, potrebbe essere stata Denise. Inoltre, il nipote dell’uomo, Giuseppe, potrebbe essere coinvolto. Chi l’ha visto? ha interpellato due esperti di linguaggio dei segni, per valutare se la traduttrice della procura che si occupò di porre le domande a Della Chiave abbia compreso quello che l’uomo voleva comunicarle.

Gli esperti di Chi l’ha visto? concludono che Della Chiave abbia detto chiaramente alla traduttrice che due uomini abbiano portato via Denise superando un cavalcavia, fino a una barca. Dove la piccola sarebbe stata nascosta con delle coperte. Ma, affermano, è altrettanto chiaro che la traduttrice non stia capendo ciò che Della Chiave le comunica.

Addirittura, Della Chiave descrive i due uomini che avrebbero rapito la bambina, ma l’interprete non comprende.

Chi l’ha visto stasera 12 maggio, la perquisizione della casa di Anna Corona

Anna Corona, vicina di Piera Maggio, è stata da subito una delle principali indiziate per la scomparsa di Denise Pipitone. La Maggio, infatti, dichiarò immediatamente alle forze dell’ordine che tra la Corona e lei non correva buon sangue.

All’epoca della scomparsa, i carabinieri interrogarono la Corona. Ma la donna, si scoprì in seguito, non mostrò alle forze dell’ordine la sua abitazione; bensì, quella della vicina di casa al piano terra.

“I carabinieri sapevano che quella non era casa della Corona, ma casa mia. C’era la foto incorniciata di un mio parente, che i carabinieri conoscevano.” racconta la ex vicina di casa di Anna Corona.

“Oggi pomeriggio è arrivata al mio studio una lettera anonima. Gli elementi che abbiamo letto nella lettera li stiamo riscontrando: non sono mai stati rivelati prima. Pensiamo sia credibile.” afferma l’avvocato Frazitta.

Chi l’ha visto stasera 12 maggio, nuovi casi di scomparsa: Riccardo Giuliani

Questa sera, 12 maggio, è giunto una nuova segnalazione di scomparsa alla redazione di Chi l’ha visto?. Riccardo Giuliani ha 35 anni, ha un posto fisso e un ottimo rapporto con i genitori. Riccardo vuole sposarsi e avere dei figli, si sarebbero sposati il 29 maggio. La futura moglie di Riccardo è sotto shock: l’uomo sparisce il 24 aprile 2021, un giorno prima del pranzo di prova per testare il menù scelto per la festa di nozze. L’ultimo a vedere Riccardo è suo padre Gianni. 

Alle 2.30 di notte tra il 24 e il 25 aprile, la macchina di Riccardo non si ferma all’Alt di un posto di blocco. Contattato dalla madre, lui afferma che non sia possibile. Dopo quella telefonata, nessuno ha più avuto sue notizie. Inoltre, Riccardo ha bisogno di un farmaco salvavita che non avrebbe con sè, dato che lo ha lasciato a casa.

Chi l'ha visto stasera 12 maggio

Il caso di Paola Casali

Paola Casali è una donna scomparsa da Licata il 20 febbraio 2011. Ad oggi non è stata ritrovata, così la redazione di Chi l’ha visto? ha tentato di contattare un amico della Casali, che però non ha voluto rispondere alle domande. “E’ tutto archiviato” afferma. Ma recentemente, in realtà, il caso è stato riaperto in seguito al rinvenimento di nuove prove. I legali della famiglia Casali ne sono certi: non si tratta di una semplice sparizione.

Prima di sparire, la Casali aveva confessato ad amici e parenti di essersi innamorata di un uomo sposato originario della Toscana, al quale spediva regolarmente soldi. La figlia della Casali è in studio con la conduttrice per commentare la vicenda. “Tutti gli atti sono collegati all’amante della mamma.” conferma.

Segue il caso della scomparsa di Paola Landini. Le ossa rinvenute nei boschi di Sassuolo potrebbero essere proprio i suoi resti. Stranamente, però, nel luogo del rinvenimento le ricerche non avevano dato esito nove anni fa. Gli inquirenti avevano inizialmente supposto che qualcuno possa aver spostato i resti in loco di recente. Oppure, le ricerche non furono sufficientemente approfondite, come affermano i parenti della Landini.

All’epoca, si sospettò di un uomo che la stalkerava, e che la polizia arrestò per possesso di armi. Possibile che sia stato lui a ucciderla?

La scomparsa di Alessandro Venturelli, il caso di Manuel

Alessandro Venturelli ancora non si trova. I genitori, convinti che Venturelli sia vivo, lanciano un nuovo appello a chiunque lo stia aiutando ad allontanarsi. “Basterebbe una telefonata per dire di non cercarlo, ma che sta bene” dichiara il padre.

Manuel Giovannelli, quarantaduenne marchigiano scomparso nel 2020, è ritrovato morto a Malta. Lavorava come veterinario per un istituto di controllo qualità delle carni bianche europee. La madre racconta che Manuel voleva tornare in Italia, ma non aveva modo di licenziarsi. 

La notte della scomparsa, l’uomo ha scritto a sua madre poco prima di iniziare a lavorare. La mattina dopo, però, non si presenta a un meeting programmato. La sua auto viene ritrovata giorni dopo presso le scogliere di Dingli. All’interno c’è un biglietto, con su scritto solo “Basta“. Purtroppo, il corpo di Manuel è rinvenuto qualche giorno dopo presso Malta, probabilmente spostato dalle correnti. L’uomo, quindi, si sarebbe gettato dalle scogliere di Dingli.

La madre di Manuel non si dà pace, ed è convinta che suo figlio non possa essersi suicidato.

Michele Dichio da Bernalda

L’anziano Michele Dichio è scomparso da Bernalda, in Basilicata, il 3 febbraio 2021, e ad oggi nessuno ha sue notizie. Poco prima di sparire, avrebbe dovuto comprare un’automobile, per la quale aveva già versato un acconto. Tuttavia, chi lo conosce si chiede come avesse potuto accumulare la somma necessaria. Dichio non era benestante, e viveva in una rimessa. La sorella dell’uomo pensa che qualcuno possa averlo rapinato, sapendo che si stava dirigendo con i suoi risparmi a comprare un’auto.

Intanto, arrivano segnalazioni sul caso di Wangwei Qiu, raccontato a inizio puntata. Un macchinista potrebbe aver avvistato l’uomo a Milano, presso la stazione di San Donato Milanese.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Intrattenimento

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio: Trionfa il film Volevo nascondermi

Tutti i vincitori della 66° edizione del premio. David alla carriera a Sandra Milo. David Speciali a Monica Bellucci e Diego Abatantuono. Miglior film Volevo nascondermi di Giorgio Diritti.
Irene Verrocchio

Pubblicato

il

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Martedì 11 maggio, in diretta dalle 21.25 su Rai 1, Carlo Conti ha condotto la serata dedicata ai David di Donatello 2021. La 66° edizione si svolge dagli Studi Fabrizio Frizzi e dal Teatro dell’Opera di Roma.

A differenza della scorsa edizione, svoltasi senza pubblico, la cerimonia torna ad essere gremita da una ristretta percentuale di spettatori. Presenziano infatti solo i candidati di tutte le categorie. Nel corso dell’evento vengono assegnati 25 David di Donatello ed altri Premi Speciali.

Viene infatti consegnato a Sandra Milo il David alla Carriera mentre Monica Bellucci e Diego Abatantuono ricevono il David Speciale. Ai professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu, invece, sono assegnate tre targhe denominate David 2021 – Riconoscimento d’Onore. Il loro merito è di aver contribuito alla ripresa in sicurezza delle attività cinematografiche durante le pandemia.

Ospiti della serata Enrico Brignano e Laura Pausini che dalla cornice del Teatro dell’Opera interpreta dal vivo Io sì. E’ il singolo che ha vinto ai Golden Globes 2021 come migliore canzone originale. E’ stato scelto da Edoardo Ponti nel film La vita davanti a sé con Sofia Loren.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Laura Pausini

David di Donatello 2021, diretta 11 maggio, Laura Pausini

L‘apertura della cerimonia dei David di Donatello 2021 è affidata a Laura Pausini. L’artista interpreta dal Teatro dell’Opera il brano Io sì con il quale ha trionfato agli ultimi Golden Globes. 

La Pausini è visibilmente emozionata nel raccontare che il singolo è stato premiato come miglior canzone originale in un film interpretato da Sophia Loren. Si congratula con lei il Ministro Franceschini, in studio con Carlo Conti.

Franceschini inoltre lancia un messaggio di ottimismo per il settore del cinema, che dopo un periodo complicato, sta lentamente ripartendo. Stanno infatti gradualmente riaprendo i teatri e le sale con capienza ridotta. Tra gli altri progetti del Governo anche l’ampliamento di Cinecittà.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Matilda De Angelis

David di Donatello 2021, le prime premiazioni

Carlo Conti dà il via alle premiazioni con la prima categoria: Miglior attrice non protagonista. Competono  Benedetta Porcaroli (18 regali), Barbara Chichiarelli (Favolacce), Claudia Gerini (Hammamet), Matilda De Angelis (L’incredibile storia dell’Isola delle Rose) ed Alba Rohrwacher (Magari).

Trionfa Matilda De Angelis che sta collezionando una serie di grandi successi. Ed è reduce anche all’esperienza all’ultimo Festival di Sanremo.

La seconda categoria è invece la Miglior scenografia. Si contendono il riconoscimento Favolacce, Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx, Volevo Nascondermi. Vincono Ludovica Ferrario, Alessandra Mura e Paolo Zamagni per Volevo Nascondermi.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Pietro Castellitto

Si passa ora al Miglior regista esordiente. I candidati sono Pietro Castellitto (I predatori), Ginevra Elkann (Magari), Alice Filippi (Sul più bello), Mauro Mancini (Non odiare) e Luca Medici (Tolo Tolo). Viene premiato Pietro Castellitto che ringrazia alla troupe, al cast e a tutti coloro che hanno creduto nel suo progetto.

Claudia Gerini assegna invece il premio per i Migliori costumi. Si sfidano Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Le sorelle Macaluso, Miss Marx, Volevo nascondermi. Vince Massimo Cantini Parrini per Miss Marx.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio 2021 Morricone

David di Donatello 2021, omaggio a Morricone, Monica Bellucci

Carlo Conti rende omaggio ad Ennio Morricone, scomparso lo scorso 6 luglio. Dal Teatro dell’Opera viene interpretata la colonna sonora del film Nuovo Cinema Paradiso, Love theme. L’Orchestra Roma Sinfonietta è diretta dal figlio Andrea Morricone.

David di Donatello 2021 Monica Bellucci

Successivamente si collega da Sofia Monica Bellucci che ringrazia la giuria per aver ottenuto il David Speciale.

Il conduttore torna alle premiazione con il Miglior attore non protagonista. Si contendono il titolo Fabrizio Bentivoglio (L’incredibile storia dell’Isola delle Rose), Giuseppe Cederna (Hammamet), Gabriel Montesi (Favolacce), Lino Musella (Favolacce) e Silvio Orlando (Lacci). Trionfa Fabrizio Bentivoglio che però non è presente alla manifestazione.

Micaela Ramazzotti invece ha il compito di premiare il Miglior Montaggio. I film in gara sono Favolacce, Figli, Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Volevo nascondermi. Conquista il premio Esmeralda Calabria per Favolacce.

La categoria successiva è la Miglior sceneggiatura originale. I candidati sono gli sceneggiatori dei film Cosa sarà, Favolacce, Figli, I predatori e Volevo nascondermi. Vince Mattia Torre, che è scomparso nel 2019. A ritirare il premio la moglie e la figlia. La piccola recita un commovente monologo per ringraziare la giuria per il riconoscimento conferito al padre.

David Sophia Loren

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio, Sophia Loren, Sandra Milo

E’ il momento di scoprire la Miglior attrice protagonista. Le candidate sono Paola Cortellesi (Figli), Sophia Loren (La vita davanti a sé), Vittoria Puccini (18 regali), Micaela Ramazzotti (Gli anni più belli) e Alba Rohrwacher (Lacci). Vince il David di Donatello Sophia Loren, accompagnata da un lungo applauso.

L’attrice è visibilmente commossa e prova le stesse emozioni di quando ricevette il David 60 anni fa. Ringrazia la troupe e il figlio Edoardo, regista del film La vita davanti a sé. La Loren spiega che forse potrebbe essere il suo ultimo film ma ammette, infine, di non poter vivere senza il cinema. Standing ovation per lei.

David di Donatello 2021 Sandra Milo

Carlo Conti consegna successivamente il David alla Carriera a Sandra Milo.

Kim Rossi Stuart assegna il riconoscimento come Miglior fotografia. Le candidature sono Favolacce, Hammamet, Le sorelle Macaluso, Miss Marx, Padrenostro e Volevo nascondermi. Vince Matteo Cocco per Volevo Nascondermi.

Il conduttore si collega nuovamente con l’Orchestra Roma Sinfonietta dal Teatro Dell’Opera per proseguire l’omaggio ad Ennio Morricone. Interpreta Debora’s theme, colonna sonora di C’era una volta in America.

La prossima categoria da premiare è Miglior attore protagonista. I candidati sono Pierfrancesco Favino (Hammamet), Elio Germano (Volevo nascondermi), Valerio Mastandrea (Figli), Renato Pozzetto (Lei mi parla ancora) e Kim Rossi Stuart (Cosa sarà).

Trionfa Elio Germano per il film Voleva Nascondermi. L’attore dedica il premio a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione del film.

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio Elio Germano

David di Donatello 2021 diretta 11 maggio, le altre premiazioni

E’ il turno della Miglior canzone originale. Si contendono il titolo i brani Gli anni più belli (Gli anni più belli), Immigrato (Tolo Tolo), Invisible (Volevo nascondermi), Io sì (Seen), (La vita davanti a sé) e Miles Away (Non odiare).  Vince Immigrato, scritto da Luca Medici e Antonio Iammarino. In collegamento c’è Luca Medici, ovvero Checco Zalone.

Pierfrancesco Favino invece premia il Miglior documentario. La cinquina è formata da Faith, Mi chiamo Francesco Totti, Notturno, Punta sacra e The Rossellinis. Il riconoscimento va a Alex Infascelli per Mi chiamo Francesco Totti.

Diego Abatantuono raggiunge Carlo Conti sul palco per ritirare il David Speciale.

La Miglior Attrice non protagonista, Matilda De Angelis, premia le Migliori acconciature. Le candidature sono per Favolacce, Hammamet, Le sorelle Macaluso, Miss Marx e Volevo nascondermi. Vince Aldo Signoretti per il film Volevo nascondermi. 

David Giorgio Dritti

E’ il momento di scoprire la Miglior regia. Il titolo è conteso tra Gianni Amelio (Hammamet), Emma Dante (Le sorelle Macaluso), Giorgio Diritti (Volevo nascondermi), Fabio e Damiano D’Innocenzo (Favolacce) e Susanna Nicchiarelli (Miss Marx). Trionfa Giorgio Diritti per il film Volevo nascondermi.

L’attrice Vittoria Puccini premia il Miglior Suono. I film candidati sono Favolacce, Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx e Volevo nascondermi. Ancora un premio per Volevo nascondermi.

David Brignano Proietti

David di Donatello 2021, Enrico Brignano, le altre categorie premiate

Carlo Conti accoglie sul palco Enrico Brignano che sperava ironicamente di vincere un David Di Donatello. Lo Show man però rende omaggio al Maestro Gigi Proietti, scomparso lo scorso 2 novembre. Il conduttore ricorda anche altri artisti che sono recentemente scomparsi come Franca Valeri e tanti altri.

Benedetta Porcaroli assegna il premio al Miglior trucco. Le candidature sono per Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Le sorelle Macaluso, Miss Marx e Volevo nascondermi. Vincono Andrea Lanza e Federica Castelli per Hammamet.

La prossima categoria è invece la Miglior sceneggiatura non originale. In gara sono i film Assandira, Lacci, Lasciami andare, Lei mi parla ancora e Lontano lontano. Il premio va a Marco Pettenello e Gianni Di Gregorio per Lontano Lontano.

Segue il Premio per il Miglior compositore. Partecipano i film Hammamet, I predatori, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx, Non odiare e Volevo nascondermi. Vince Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo e Downtown Boys per Miss Marx.

David Francesco Amato

Il conduttore assegna, inoltre, il David Giovani al film 18 regali. Ritira il premio il regista Francesco Amato. A Tolo tolo  va il David dello Spettatore. Il Miglior Documentario è invece Anne diretto da Domenico Croce e Stefano Malchiodi.

David di Donatello 2021, le ultime premiazioni

Il Miglio regista esordiente Pietro Castellitto assegna il premio per i Migliori effetti visivi. Competono i film Hammamet, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx, The Book of Vision e Volevo nascondermi. Vincono Stefano Leoni ed Elisabetta Rocca per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.

Si passa invece alla categoria al Miglior Produttore. Sono candidati i film Favolacce, I Predatori, L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Miss Marx e Volevo nascondermi. Il riconoscimento va a Marta Donzelli, Gregorio Paonessa, Joseph Rouschop e Valérie Bournonville per il film Miss Marx.

David targhe

Raggiunge il palco Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dei David di Donatello. Assegna le Targhe in onore ai professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu. 

David di Donatello 2021 Piera Detassis

Piera Detassis annuncia anche il vincitore del Miglior Film Straniero. Si tratta di 1917 di Sam Mendes. Ritira il premio uno dei rappresentanti della 01 Distribution.

David di Donatello 2021 miglior film

Il Miglior film è Volevo Nascondermi, di Giorgio Diritti

E’ il momento di scoprire infine il vincitore della categoria più importante dei Premi David di Donatello, il Miglior Film. Si contendono il titolo le pellicole Favolacce, Hammamet, Le sorelle Macaluso, Miss Marx e Volevo Nascondermi. Trionfa il film Volevo Nascondermi, diretto da Giorgio Diritti.

Il film è dedicato al pittore e scultore italiano Antonio Ligabue. E’ uno dei più importanti artisti del XX secolo.

Chiude la cerimonia l‘Orchestra Roma Sinfonietta, diretta da Andrea Morricone, con la colonna sonora del film Mission, Gabriel’s Oboe.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it